Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--

--

Tutankhamon-560x80

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Il 31 dicembre concerti, artisti, giocolieri e attrazioni aperte fino alle 2 - Filippo Rossi: "Iniziative dedicate alla città"

Il Capodanno “in piazze” di Caffeina

Filippo Rossi e Andrea Baffo

Filippo Rossi e Andrea Baffo

Filippo Rossi e Andrea Baffo

Filippo Rossi e Andrea Baffo

Filippo Rossi e Andrea Baffo

Filippo Rossi e Andrea Baffo

Filippo Rossi e Andrea Baffo

Filippo Rossi e Andrea Baffo

Viterbo – (g.f.) – Un Capodanno quasi per caso, ma non a caso. Caffeina si prepara a festeggiare con la città l’arrivo del 2018. “Ci siamo accorti – spiega il presidente della fondazione Andrea Baffo – d’avere confezionato una serie d’iniziative che sono un vero e proprio programma”.

Un po’ per caso e parecchio organizzato. Il clou è previsto il 31 dicembre. Un Capodanno di piazze. Perché la festa non si concentrerà in un luogo, ma in diversi.. Anche se il villaggio è sempre aperto e quindi in teoria si può cominciare a festeggiare no stop dal mattino.

Poi la sera, dalle 21, la Caffeina Wind Orchestra a piazza San Lorenzo, i Cartoon Shock a piazza del Gesù, Swing Pics e 88 Folli a piazza della Morte. Si cambia musica a piazza San Carluccio, con dj set.

Le piazze, ma anche le vie dove è presente il villaggio natalizio. “Con giocolieri – anticipa Baffo – artisti di strada, un intrattenimento diffuso in tutte le zone. Per accedere è sufficiente venire e vedere. Le piazze sono gratuite”.

Si pagano, come sempre, le attrazioni, dal presepe alla casa di Babbo Natale, che resteranno aperte fino alle 2 di notte.

“La nostra idea è quella di un cenone diffuso – prosegue Baffo – con i ristoranti che propongono un menù e chi vuole, partecipa alle iniziative. Ma per il cibo c’è pure lo street food con gli stand aperti”. E dalle 19 del 31, il buffet al teatro Caffeina.

“La logica che è dietro questi appuntamenti – osserva Filippo Rossi – è un’offerta dedicata ai viterbesi. Nei giorni di vacanza sarà possibile, con un biglietto a parte, ad esempio, portare i bambini a teatro.

Questo è quanto offre Caffeina alla città, non necessariamente ai turisti che, ovvio, sono i benvenuti, ma questo è il Natale di Viterbo e per i viterbesi”.

Il programma d’avvicinamento alla festa del 31 è ricco d’iniziative. Presentazione di libri, ospiti, spettacoli. Domani al teatro Caffeina Marco Cappato alle 17 e alle 19 Paolo di Paolo, quindi, letture per i bambini, spettacoli a teatro che a Capodanno saranno otto, con il Mago di Oz replicato anche alle 21,30, 23 e mezzanotte e mezza.

Mentre il 23 dicembre alle 21, la proiezione del film documentario Lo sguardo di Rosa.

Nel frattempo, il Caffeina Christmas Village prosegue. Trend in crescita di visitatori, per Baffo. “I week end – ricorda il presidente della fondazione – sono andati parecchio bene. Ovvio che durante la settimana, quando piove il passeggio non c’è, ma siamo all’interno di una crescita costante. Anche se qualcuno potrebbe avere una percezione diversa che è anche data dallo spazio.

Quest’anno il villaggio si è allargato. Più del doppio rispetto alla prima edizione, dove tutto era concentrato. Potrei dire della casa di Babbo Natale. Abbiamo adottato il numeretto ed è chiaro che non ci sono più le file. Ci si prenota e poi si gira per il villaggio. Ma ci sono momenti in cui c’è uno scarto di 400 numeri tra chi entra e chi si prenota.

Lo scorso anno vedevamo file lunghissime, che possono fare piacere agli organizzatori, ma non a chi le deve fare. Comunque gli accessi alle attrazioni sono in forte crescita, le visite delle scolaresche sono raddoppiate e i feedback dei visitatori sono entusiastici”.

Altra differenza con la prima edizione, il tempo. “Se piove, piove – spiega Filippo Rossi – viviamo guardando il meteo, ma è chiaro che in un giorno di pioggia il passeggio non c’è. Lo scorso anno c’è stato bel tempo e temperature alte fino al 30 dicembre.

Questa sensazione che possa esserci meno gente era quello che volevamo, quando abbiamo deciso di allargare l’offerta, spalmandola sulla città. Proprio per evitare l’intasamento”.

Il Natale, poi Capodanno e passata la festa, la festa continua. Il 19 gennaio inizia la stagione al teatro Caffeina.

18 dicembre, 2017

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR