Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--

--

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Sport - Mercoledì 13 dicembre 2017 nella sala Picchiasodo del centro sportivo del Barco Murialdina

Fulvio Paglialunga presenta il libro “Un giorno questo calcio sarà tuo”

Sport - Calcio a 5 - I ragazzi del Barco Murialdina

Sport – Calcio a 5 – I ragazzi del Barco Murialdina

Viterbo – C’è un filo (nemmeno tanto invisibile) che lega molto spesso padri e figli. E’ sentimento, è passione, è amore.

Un connubio talvolta inspiegabile che ha per comune denominatore lo sport. Nel caso specifico, il calcio.

E’ proprio questo il tema dell’incontro in programma mercoledì 13 alle 18,30 nella sala Picchiasodo della società sportiva Barco Murialdina.

Protagonista il giornalista e scrittore Fulvio Paglialunga che presenta la sua ultima fatica letteraria “Un giorno questo calcio sarà tuo” (edito da Baldini e Castoldi).

Un lungo viaggio che racconta il meraviglioso intreccio di relazioni che si crea quando sboccia, intenso e incontrollabile, l’amore per quel pallone che rotola e talvolta finisce in fondo alla rete.

Paglialunga parla di papà celebri e di prole che ne ha seguito le orme, magari emulando e superando anche le gesta dei genitori: Valentino e Sandro Mazzola, Cesare e Paolo Maldini, Bruno e Daniele Conti. Solo per citare alcuni dei esempi più famosi.

“Noi siamo quello che tifiamo – scrive l’autore -. Il calcio appartiene alla nostra vita in qualunque forma si manifesti e si fonda su una decisione che ci segnerà per sempre. Scegliamo quale sarà la porzione di esistenza che dedicheremo al pallone: la prenderemo per discendenza, per emulazione o per contrasto, e la trasferiremo ai nostri figli”.

E ancora: “Con il pallone si nasce, si cresce, si muore. E` un ciclo vitale vero e proprio. Da piccoli è il gioco più semplice per scendere in strada con gli amici, il modo di rivendicare da subito un’appartenenza. Poi, con gli anni, l’effetto non cambia: è solo tutto più grande”.

Alla serata è prevista la partecipazione del presidente del Barco Murialdina Sergio Pollastrelli, del delegato provinciale della Federcalcio Renzo Lucarini e della psicologa Alina Paoletti dell’Airri Medical. Moderatore Nicola Savino, giornalista e dirigente della società calcistica viterbese.

L’incontro è organizzato ai fini del riconoscimento di Scuola Calcio Elite 2017-2018.

“Raccontare al genitore le proprie prodezze calcistiche, da bimbi, è il primo momento in cui si è grandi – conclude Fulvio Paglialunga -. E da genitori all’improvviso sembra di avere un amico con cui condividere azioni e commenti, da cui sentirsi spiegare il passaggio o il gol decisivo. E` una forma complice di divertimento. Ed è proprio lì, quando il calcio è solo un gioco – ma il più bello del mondo – che non bisogna tradirlo: non bisogna renderlo una pesante aspettativa”.

9 dicembre, 2017

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564