Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--

--

TW-cliccami-560x60-due-colori

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - 800 studenti del liceo musicale santa Rosa a valle Faul per una speciale performance

“Siamo qui per la nostra scuola!”

 il liceo delle scienze umane e musicale “Santa Rosa

I ragazzi del liceo delle scienze umane e musicale “Santa Rosa”

 il liceo delle scienze umane e musicale “Santa Rosa

il liceo delle scienze umane e musicale “Santa Rosa

 il liceo delle scienze umane e musicale “Santa Rosa

il liceo delle scienze umane e musicale “Santa Rosa

 il liceo delle scienze umane e musicale “Santa Rosa

il liceo delle scienze umane e musicale “Santa Rosa

 il liceo delle scienze umane e musicale “Santa Rosa

il liceo delle scienze umane e musicale “Santa Rosa

 il liceo delle scienze umane e musicale “Santa Rosa

il liceo delle scienze umane e musicale “Santa Rosa

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Volere è potere. Questo il motto che ha guidato il liceo delle scienze umane e musicale “Santa Rosa da Viterbo” nel pianificare, organizzare e realizzare un’impresa forse unica fra le scuole del territorio.

800 studenti si sono dati appuntamento presso la sede centrale dell’istituto, in via san Pietro, per poi incamminarsi, con la preziosa collaborazione di uomini e donne della polizia municipale, alla volta di valle Faul per una speciale performance.

Ad attenderli, silenzioso e accogliente, c’era il “gigante” (nota opera di urban art dello scultore americano Seward Johnson): “Risveglio” dell’uomo e delle coscienze.

Il folto gruppo, condotto dal dirigente scolastico Alessandro Ernestini, si è immerso nei suggestivi tratti del nostro splendido centro storico che con i suoi suggestivi archi e i suoi profferli ha fatto da cornice al suo passaggio. I sorrisi stampati sui volti degli studenti, la loro voglia di essere “attori protagonisti” e parte integrante della propria scuola, il loro comportamento corretto ed educato ha fatto il resto.

Un drone, manovrato dal tecnico professionista del settore, Bruno Sisti, ha ripreso dall’alto scenari incredibili: dai tetti di Via Cavour, illuminati da un timido quanto invocato sole al “serpentone” dei ragazzi che ha raggiunto piazza del Comune, per poi apprestarsi alla volta del “Gigante”. Un corpo unico, un unico cuore.

“Siamo qui per la nostra scuola!” Si ringraziano tutti i docenti e il personale tecnico intervenuto, i rappresentanti d’istituto, che hanno sapientemente gestito la manifestazione, gli studenti protagonisti di questa avventura nonché il dirigente scolastico Ernestini, che ha fortemente creduto in questa opportunità.

A breve il video sarà online sui social e siti web.

Giorgia Giorgini 

1 dicembre, 2017

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564