Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--

--

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Mesini della Multiline in commissione - "Il livello non è diminuito"

“Mense scolastiche, più di 400 controlli l’anno”

Viterbo - La riunione della quarta commissione sulle mense

Viterbo – La riunione della quarta commissione sulle mense

Viterbo - La riunione della quarta commissione sulle mense

Viterbo – La riunione della quarta commissione sulle mense

Viterbo - Consiglio comunale - Gianmaria Santucci

Viterbo – Consiglio comunale – Gianmaria Santucci

Viterbo –  (g.f.) – “Mense scolastiche, più di 400 controlli l’anno”. Qualità dei pasti serviti agli studenti, in commissione parla Mesini della Multiline, società incaricata della verifica qualità.

Un incontro richiesto dal consigliere Gianmaria Santucci (Fondazione), al quale sono stati segnalati alcuni casi dai genitori.

“Bambini – spiega Santucci – in una scuola hanno lamentato nausea dopo avere mangiato lo stesso pasto”. Poco si sa. Partendo dalle multe all’azienda che si occupa della refezione, Santucci chiede di capire quale sia il livello del servizio offerto.

“La qualità non è calata – osserva Mesini – noi svolgiamo oltre 400 controlli l’anno. Da inizio anno scolastico sono stati più di 130. Tutti i giorni in cucina e random altrove.

Le verifiche sono minuziose, controlliamo pure se qualcuno si dimentica d’indossare un camicie.

Le sanzioni non sono indice di problemi. “Se non ci fossero – sostiene Mesini– vorrebbe dire che non si controlla. Qualche piccolo scostamento c’è sempre. Ma sono diminuite in quest’ultimo mese. L’incidenza è sotto il 3% e su fatti marginali”.

Si è parlato di formiche. “Sparite il giorno successivo ed erano nella zona di carico e scarico”.

O l’uso di pomodoro non a chilometri zero. “È un singolo episodio su trecento quest’anno – insiste Mesini – comunque era un prodotto idoneo. Solo che la procedura prevede che si avvisi nel caso in cui si renda necessaria una sostituzione in mancanza del prodotto.

Quel giorno non è avvenuto. Una leggerezza formale”.

All’incontro è presente anche la rappresentante dei genitori, Sabrina Sabatini.

Il consigliere Santucci prende atto della relazione, ma tiene a mente pure quello che i genitori gli segnalano. Versioni che non coincidono.

Mentre l’assessore Antonio Delli Iaconi è prudente: “Siamo in una fase delicata – osserva Delli Iaconi – sta per essere assegnato il nuovo bando”. Va cucinato con attenzione.

7 dicembre, 2017

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564