--

--

Pigi-Battista-560x60

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Bilanci di fine anno 2017 - Economia - Intervista alla segretaria di Cna Luigia Melaragni

“Serve più attenzione alle micro e piccole imprese”

di Paola Pierdomenico

Caffeina-Tutankhamon-9-11-18-560x80-ok

Luigia Melaragni

Luigia Melaragni

Viterbo – “Più attenzione alle micro e piccole imprese”. Luigia Melaragni ammette segnali di ripresa per l’economia locale ma chiede più sostegno alle piccole aziende con misure per finanziamenti e tassazione. Innovazione del processo produttivo e delle operazioni di marketing: sono questi gli aspetti su cui si è concentrata l’azione di Cna e che continuerà a portare avanti anche per il prossimo anno.

Un bilancio del 2017?
“E’ stato migliore del 2016 – dice Melaragni -. Dai dati di Unioncamere, ci sono alcuni settori che hanno avuto segnali di ripresa, imprese che crescono in termini numerici nel settore del turismo e quindi della ricettività, ristorazione, le agenzie di viaggio e i tour operator. Lo stesso vale per la filiera agroalimentare. Rimangono invece in crisi settori come l’edilizia e i trasporti, in cui si registrano dati negativi anche in termini di cessazione delle attività”.

Quindi, non possiamo dire di essere fuori dalla crisi?
“Beh, se pensiamo alla condizione pre-crisi, non possiamo davvero dirlo. Non credo potremmo parlarne più come qualcosa che si supera perché la situazione ormai si è stabilizzata così. Non ritorneremo mai come prima perché è cambiato proprio il mercato”.

In che modo, su cosa è orientato ora?
“In termini di consumi interni, quindi c’è meno capacità di spesa e dunque l’edilizia, che è molto legata nella maggior parte dei casi al mercato interno, è quella più in difficoltà, mentre tutto ciò che è legato al turismo e alle presenze che vengono da fuori ha più possibilità di crescita. Quello che infatti è in grado di far recuperare un valore aggiunto alle imprese è sicuramente il mercato delle esportazioni: in riferimento per esempio all’agroalimentare siamo ancora indietro con un tasso inferiore rispetto alla media nazionale e alle possibilità che potrebbe dare. C’è da fare, ma si sta crescendo”.

La Cna cosa ha fatto per sostenere le imprese?
“Stiamo cercando di stimolarle per farle avvicinare a nuovi mercati, innovando il processo produttivo e i prodotti, anche nel fare marketing. Chi investe in questi ambiti ha dei risultati ed è per questo che stiamo mettendo a disposizione degli strumenti che agevolino queste operazioni. Una delle cose che stiamo seguendo sono i progetti sulle reti, sei in tutto, tra cui la città di Viterbo, che sono impegnativi e coinvolgono attività commerciali. Il risultato finale dovrebbe essere l’aumento della produttività attraverso campagne di marketing ed eventi per far sì che si spenda di più presso commercianti e piccoli artigiani”.

Quindi anche il commercio sta vivendo un momento difficile…
“Sì, per quanto riguarda cessazioni di attività e numeri, la situazione non è davvero rosea. Sono anni che è così”.

Il prossimo anno ci saranno le elezioni. Che cosa chiedere alla politica?
“Un’attenzione maggiore da parte di tutte le istituzioni al mondo delle micro e piccole imprese. A livello nazionale, la legge di bilancio le trascura un po’ e anche le richieste da noi avanzate per la tassazione e altre politiche fiscale sono rimaste inascoltate. In Regione, invece, molti dei bandi che escono sulla programmazione sono rivolti a imprese più strutturate. Non ci sono misure a sostegno delle micro e piccole imprese, anche per quanto riguarda i finanziamenti”. 

Il 2018 sarà positivo?
“Sicuramente più di quello precedente, anche da quello che vediamo in base ad alcune analisi congiunturali svolte da Unioncamere e dalla Cna nazionale. Sembra che le imprese abbiano acquisito un po’ più di fiducia per il futuro e speriamo quindi che sia ben riposta. L’ottimismo è dovuto comunque da segnali positivi rispetto a ordini e fatturato – conclude Melaragni – per cui ci auguriamo che questo trend di miglioramento possa continuare”. 

Paola Pierdomenico

30 dicembre, 2017

Bilanci di fine anno 2017 ... Gli articoli

  1. Cinque omicidi in due anni nella Tuscia
  2. "Chi vuole controllare il territorio con la violenza ha sbagliato indirizzo..."
  3. "Risanato il bilancio, asfaltate le strade e rilanciato il turismo"
  4. "Cresce l'export e il numero delle imprese"
  5. "Zingaretti leader di una squadra che ha risanato la Regione"
  6. "Un piano di sviluppo organico per il turismo"
  7. Da Rudy Guede al caso Manca...
  8. “La giunta Zingaretti è bene che se ne vada”
  9. "Vogliamo diventare lo strumento essenziale dell'azienda agricola"
  10. “B&A sport non è un miracolo...”
  11. "Abbiamo vinto la battaglia contro l'arsenico"
  12. "Gelata, siccità e cinghiali, il 2017 è da dimenticare"
  13. "Consegnamo una Regione che ha più dignità"
  14. "Polo della ceramica, vendite a +6,12% rispetto all’anno precedente"
  15. "Renzi al governo, Zingaretti in regione ed Egidi alla Pisana..."
  16. "Centrosinistra senza idee, siamo pronti a riprenderci il comune"
  17. "Un anno passato a far quadrare i conti del comune"
  18. "Tanti, tantissimi incendi e il triste addio a uno di noi..."
  19. "Montefiascone punto di riferimento per turismo e sanità"
  20. Venticinque candeline per il Volley club Orte
  21. “La provincia deve tornare a essere votata dai cittadini”
  22. “Se andiamo ai playoff, quasi matematicamente arriviamo in C”
  23. "Case tecnologiche e a basso impatto ambientale"
  24. Un anno di addii
  25. Marco Cima è l'atleta viterbese dell'anno
  26. "Il territorio torni a fare squadra"
  27. "Col procuratore Auriemma e la presidente Covelli è cambiata l'aria..."
  28. "Confidi per 7milioni e microcredito per 25mila euro"
  29. "Non è per colpa degli avvocati che la giustizia è lenta"
  30. "La parentesi da sindaco si apre e si chiude..."
  31. "Danni irreparabili per la città dal duo Zingaretti-Michelini"
  32. Viterbese, nell'anno solare un allenatore ogni sette partite
  33. "I Por della Regione non hanno centrato gli obiettivi"
  34. Viterbese, Antony Iannarilli è il giocatore dell'anno

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR