--

--

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Sport - Pallavolo - Serie A2 - Dopo un incontro combattuto i viterbesi passano al tie break

Tuscania batte Bergamo e mantiene la testa della classifica

Sport - Pallavolo - Tuscania volley - Lorenzo Calonico

Sport – Pallavolo – Tuscania volley – Lorenzo Calonico

Sport - Pallavolo - I tifosi del Tuscania volley

Sport – Pallavolo – I tifosi del Tuscania volley

Sport - Pallavolo - Tuscania volley

Sport – Pallavolo – Tuscania volley

Tuscania – Quattordicesima giornata di regular season, in campo la capolista Maury’s Italiana assicurazioni Tuscania contro la terza in classifica del girone blu, Caloni agnelli Bergamo.

Un match molto atteso, i padroni di casa vengono da due sconfitte pesanti, quella valevole per la Del Monte coppa Italia contro Siena e domenica scorsa a Taviano.

Prima di questa giornata Spoleto era riuscita ad accorciare la differenza punti in classifica portandosi a -1 dai biancazzurri.

Coach Montagnani schiera il sestetto tipico con la diagonale Pedron-Mochalski, Cernic-Shavrak in posto quattro, Festi-Piscopo al centro e libero Bonami. Dall’altra parte della rete, coach Graziosi schiera Jovanovic-Hoogendoorn, Dolfo-Pierotti, Valsecchi-Cargioli e libero Innocenti.

Il primo set parte all’insegna dell’equilibrio. Sull’8-7 video-check chiesto da Bergamo su un ace di Shavrak. La ripresa dà ragione all’arbitro 9-7. Ancora equilibrio con errori da una parte e dall’altra. Bergamo prova l’allungo (12-14) e Montagnani richiama i suoi in panchina. Al rientro ancora un video-check richiesto da Bergamo su una shiacciata Mochalski. E ancora una volta ha ragione il direttore di gara 13-14.

La Caloni prova di nuovo ad allungare con una pipe di Dolfo 16-18. Ci pensa Festi a tenere i suoi in partita 19-20. Un fallo a rete di Dolfo e Tuscania pareggia 20-20. Graziosi chiama il suo primo time out discrezionale. Al riento in campo Cernic spara fuori dai nove metri 20-21. Mochalshi spara fuori e Montagnani chiama il secondo time out 20-22. Al rientro in campo Longo mette fuori dai nove metri 21-22. Un muro di Piscopo accorcia le distanze 22/23. Ci pensa poi Shavrak a pareggiare 23-23 e la panchina ospite ferma il tempo. Si torna in campo con un grande muro di Mochalski su Dolfo 24-23.

Mani fuori di Dolfo ed è di nuovo parità 24-24. Ancora Dolfo protagonista con un errore dai nove metri 25-24. Secondo set point annullato da Pierotti 25-25. Mochalski mette a terra il nuovo vantaggio. Entra Calonico per Piscopo. Un grande muro di Mochalski regala il primo parziale ai padroni di casa 27-25.

Il secondo parziale si apre con il ritorno in campo di Piscopo e un ace di Mochalski che però sbaglia poi dai nove metri. Sul successivo attacco dell’americano la panchina ospite chiama il video-check e le riprese questa volta danno ragione agli ospiti 1-2. Su un quarto tocco fischiato a Mochalski Tuscania chiede il video-chek. La telecamera conferma la decisione dell’arbitro 2-3. Un muro di Piscopo su Hoogendoorn e un primo tempo dello stesso centrale e il Tuscania prova ad allungare 8-6.

Mani fuori di Shavrak, un primo tempo di Festi e un ace di Piscopo costringono Graziosi a richiamare i suoi in panchina 11-7 e massimo vantaggio Tuscania. Al rientro in campo è Valsecchi che mette a terra un primo tempo 11-8. Doppio tocco di Bonami in ricezione e un ace di Dolfo e Bergamo accorcia 11-10. Mochalski mette a terra e Tuscania prova ad allungare di nuovo 12-10. L’americano spara fuori e Bergamo si porta in parità 12-12. Shavrak su ricezione slash di Bergamo mette a terra 14-12. Su un lungo scambio il secondo arbitro fischia un fallo a rete di Shavrak.

Montagnani chiama il video-chek ma telecamera gli dà torto 14-13. Ancora un lungo scambio concluso con un muro su Shavrak 14-14. Cernic spara fuori e la Caloni si porta in vantaggio 17-18. Poi è lo stesso capitano bianco blu a pareggiare 18-18. Su doppio tocco di Jovanovic la panchina ospite ferma il tempo 21-20. Al rientro in campo giallo a Hoogendoorn. Cernic mette fuori dai nove metri 21-21. Un lungo scambio è risolto da Mochalski 22-21. Su un muro fuori misura del Tuscania Montagnani chiama il tempo 22-23. Al ritorno in campo un ace di Pierotti regala alla Caloni il primo set point. Montagnani chiama il time out 22-24. Shavrak annulla 23-24. Dolfo mette a terra il punto che vale il set 23-25.

Il terzo parziale si apre con Tuscania che prova subito l’allungo con Mochalski 2-0. Su un ace di Hoogendoorn Montagnani chiama il video-check che gli dà ragione 6-7. Un lungo scambio è concluso fuori misura da Shavrak 6/8. Un ace dello stesso ucraino porta Tuscania in parità 8-8. Fallo a rete di Piscopo e doppio tocco di Pedron e Bergamo prova la fuga 8-10. Pierotti mettet fuori dai nove metri e Tuscania pareggia 11-11. Hoogendoorn spara fuori e Graziosi richiama i suoi in panchina 14-12. Muro su Shavrak e Bergamo pareggia 15-15. Dolfo spara fuori, Graziosi chiama il video-check reclamando un tocco del muro avversario. Le riprese confermano la decisione arbitrale 17-15. Errore di Cernic in ricezione e gli ospiti pareggiano (18-18), Montagnani ferma il tempo.

Al ritorno in campo Pedron e Piscopo non si intendono e Bergamo si porta in vantaggio. Mochalski spara fuori e Tuscania chiede il video-check per tocco del muro. Le riprese confermano il punto agli ospti 18-20. Al rientro in campo Piscopo risolve prima di uscire per lasciare il posto a Calonico 19-20. Hoogendoorn mette fuori dai tre metri e Graziosi ricorre al video-check che dà ragione agli arbitri 21-21. Gli ospiti chiamano il time out. Al rientro in campo Cernic mette a terra una ricezione slash degli ospiti 22-21. Errore di Mochalski dai nove metri e di nuovo parità 22-22. Hoogendoorn spara fuori 23-22. Lo stesso capitano bergamasco spara sulla rete dai nove metri, di nuovo parità 23-23 e time out chiesto da Bergamo. Al ritorno in campo Mochalski spara fuori e Montagnani ricorre alle telecamere. Il video-chek conferma la decisione deglia arbitri 23-24. Dolfo capitalizza il primo set point regala ai suoi il terzo parziale 23-25.

Valsecchi mette fuori ma reclama il tocco al muro. Il video-chek chiesto dagli ospiti ribalta la decisione arbitrale 2-1. Tuscania prova l’allungo: Pierotti conclude fuori un lungo scambio, Pedron mura Hoogendoorn e Mochalski trova un mani fuori 6-3. Ancora Pierotti falloso dai nove metri e Tuscania si porta sul +3 (7-4). Muro fuori di Piscopo che esce per Calonico 7-7. Un muro di Mochalsi su Dolfo costringe Graziosi a richiamare i suoi in panchina 10-7. Cernic trova un mani fuori e per Tuscania è massimo vantaggio 12-8. Ace di Mochalski e Tuscania allunga 14-9. Shavrak spara fuori, Montagnani chiama il video-check per tocco del muro. Le telecamere danno ragione al coach bianco blu 16-11. Shavrak trova le mani del muro 18-12 e massimo vantaggio Tuscania. Graziosi chiama il time out. Tre errori consecutivi dai nove metri per Bergamo e Tuscania si porta sul 21-15. Dentro Crò per Pedron 22-16. Al termine di un lungo scambio conluso in favore di Bergamo Montagnani richiama i suoi in panchina 22-18. Al ritorno in campo Jovanovic mette in difficoltà la ricezione locale 22-20. Ci pensa Mochalski a risolvere l’empasse 23-20. Ancora un mani fuori dello statunitense regala ai suoi il primo set point. Hoogendoorn mette fuori l’attacco e Tuscania pareggia i set. Si va al tie-break 25-21.

Tuscania parte subito in avanti, Shavrak trova il mani fuori del 3-1. Prima un mani fuori poi un lungolinea di Mochalski costringonoe Graziosi a richiamare i suoi in panchina 6-3. Al rientro in campo Shavrak mette a terra una ricezione sbagliata di Dolfo 7-3. Ancora lo statuniteste colpisce la linea di fondo e porta i suoi al cambio di campo sul +4 (8-4). Alla ripresa del gioco uno strepitoso muro di Calonico spinge a Graziosi a chiamare il suo secondo time out 9-4. Dolfo spara fuori misura dai nove metri 10-5. Tocco “vellutato” di Mochalski e Tuscania si porta sull’11-7. La Caloni non molla 11-8 e Montagnani ferma il tempo. Al ritorno in campo Mochalski spara fuori e riaccende le speranze degli ospiti 11-9. Sempre l’americano trova poi il punto del 12-9. Un grande muro di Festi su Hoogendoorn porta i suoi sul 13/9. Shavrak mette a terra il 14-9. Cernic mette fuori dai nove metri e Montagnani chiama il video-check. Le riprese confermano la decisione degli arbitri 14-10. E’ Shavrak, infine, a mettere a terra il punto che vale l’incontro 15-10.

11 dicembre, 2017

 

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564