--

--

Tutankhamon-560x80

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Sport - All'Acqua Acetosa passa la squadra di casa 39-12

Tusciarugby, l’anticipo va alla Primavera cadetta

Sport - Rugby - il Tusciarugby in campo

Sport – Rugby – il Tusciarugby in campo

Roma – Un Tusciarugby arrivato all’Acqua Acetosa in formazione d’emergenza deve arrendersi alla Primavera rugby cadetta (39-12) nell’anticipo di sabato della penultima giornata dell’andata del girone nord della serie C regionale.

Oltre alle assenze per infortuni, a influire sul risultato anche il dover giocare il sabato con molti dei ragazzi di Francesco Medori costretti a rimanere a Viterbo per impegni di lavoro.

Partono subito in avanti i padroni di casa e al 25′ sono già in vantaggio 17-0. Solo al 30′ il Tuscia riesce ad andare in meta con Mattia Cecchetti 17/5. Il centro biancorosso si ripete al 36′, la trasformazione di capitan Stefano D’Ottavio sembra riaprire i giochi 17-12 ma la meta subita allo scadere del tempo preclude di fatto ogni possibilità di rimonta.

Alla ripresa del gioco la Primavera mette al sicuro il risultato andando ancora una volta in meta 29/12. Al 50′ il Tuscia deve poi rinunciare a Marco Provenzano che ormai aveva dato tutto. Al suo posto Maurizio Spreca.

Al 60′ è la volta di Davide Venditti che prende il posto di un esausto Francesco Piana. Al 62′ il direttore di gara manda Mattia Cecchetti dietro i pali e i padroni di casa ne approfittano per segnare altre due mete al 63′ e al 68′ (39-12). Al 70′ esce capitan D’Ottavio per far posto all’esordiente Alessandro Aluisi.

“Partita con poche note positive e serata fredda – è il commento di Simon Picone -. Abbiamo pagato sicuramente la sosta di più di un mese. Non siamo riusciti ad imporre il nostro gioco colpa anche delle molte assenze”.

Nota positiva i due esordi di Guido Turi e Alessandro Aluisi.

“La partita – prosegue l’ex azzurro – è stata caratterizzata da moltissimi errori da parte di entrambe le squadre e quindi un ritmo molto basso che non ci ha dato modo di fare il nostro gioco”.

11 dicembre, 2017

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564