Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Bilanci di fine anno 2017 - Sport - Calcio - Serie D - Intervista al presidente del Monterosi Luciano Capponi

“Se andiamo ai playoff, quasi matematicamente arriviamo in C”

di Samuele Sansonetti

Condividi la notizia:

Sport - Calcio - Monterosi - Luciano Capponi

Sport – Calcio – Monterosi – Luciano Capponi

Renan Pippi con il presidente Capponi

Sport – Calcio – Monterosi – Luciano Capponi con Renan Pippi

Sport - Calcio - Monterosi - Il presidente Luciano Capponi

Sport – Calcio – Monterosi – Luciano Capponi

Sport - Calcio - Monterosi Fc - Minella e Capponi

Sport – Calcio – Monterosi – Luciano Capponi con Santiago Minella

Sport - Calcio - Monterosi - Luciano Capponi

Sport – Calcio – Monterosi – Luciano Capponi

Monterosi – Un inizio da sogno. La serie C sfiorata per un solo punto e poi il ritorno sulla terra. Sempre con l’obiettivo della promozione tra i professionisti.

E’ stato un 2017 ricco di emozioni per il Monterosi, secondo nella graduatoria della passata stagione e che ha chiuso l’anno al decimo posto dopo 17 turni di campionato.

I risultati esaltanti della prima stagione in serie D dopo la vittoria dell’Eccellenza quest’anno faticano ad arrivare e l’obiettivo minimo attuale, lontano ancora dieci punti, è un piazzamento nella zona playoff.

Luciano Capponi, partiamo da maggio. Secondo posto a un punto dall’Arzachena, Pippi tra i migliori marcatori del torneo, che stagione è stata?
“Una stagione come dovrebbero essere tutte, se la soavità della classe arbitrale e la correttezza di tutte le squadre fossero state uniformi ai criteri di onestà e trasparenza. Quest’anno siamo a meta classifica ma non molliamo e vogliamo raggiungere i playoff”.

La postseason resta dunque l’obiettivo stagionale.
“Certo. Le possibilità ci sono tutte anche se la matematica è severa. Anche contro il Latina se certe situazioni arbitrali fossero state più attente non avremmo perso. Chi ha visto le nostre partita sa che meriteremmo di più ma purtroppo la ‘buena suerte’ ci guarda in cagnesco. Sono convinto che dal 7 gennaio, contro la Flaminia, inizierà il nostro vero campionato”.

Settembre. L’inizio targato Ferazzoli non è stato all’altezza delle aspettative. Cos’è successo?
“Rispetto alla passata stagione non ci siamo rinforzati e come spesso accade nella vita i matrimoni portano al divorzio. Le responsabilità sono relative e qualcosa non è girato nel verso giusto. E’ stato fatto qualche errore e nel calcio, che ho imparato a conoscere bene, una virgola nel posto sbagliato può compromettere i risultati. Questa esperienza negativa ha cementato gruppo, staff e società”.

Ottobre. Arriva Carlo Perrone e la situazione cambia in meglio.
“Perrone per me è un maestro di calcio, una persona integra e onesta e un profondo conoscitore della materia. E’ un uomo di calcio, do quelli che stanno scomparendo. E’ bravo tecnicamente e tatticamente, sa farsi sentire nello spogliatoio ed è un condottiero straordinario. Ho piena fiducia in lui anche se vorrei portarlo a fare una visita psichiatrica (ride, ndr). Si scherza ovviamente”.

Dicembre. Renan Pippi dice addio al Monterosi e si accasa all’Atletico Sff. Condivide la sua scelta?
“Nemmen un po! Era un mese che non giocava, probabilmente per calo di forma fisica. Lui è abituato a giocare in alte vette e non voleva giocare in vette meno alte. Per questo è andato in una squadra che vedremo se saprà stare in alte vette. La sua scelta va rispettata ma se fosse dipeso da me non lo avrei lasciato partire”.

Il mercato per il Monterosi è stato proficuo. E’ chiuso definitivamente?
“Gli arrivi di Cicino e Minella non faranno rimpiangere la partenza di Pippi. Loro sono stati gli acquisti maggiori ma sono arrivati anche giovani interessanti. Nannini lo voleva il Trastevere, Tassone è forte e inoltre sembra Clark Kent e Cavalli è un gran portiere e attendiamo che nitrisca alla grande. Ci siamo rinforzati e il mercato è chiuso, al netto di qualche sorpresa straordinaria durante la sessione della serie C”.

Vincere il campionato è quasi impossibile. L’obiettivo a medio termine rimane comunque la serie C?
“Se andiamo ai playoff, come spero, ho una certezza quasi matematica di andare in serie C. In campionato comunque nulla e perduto, ci sono 51 punti a disposizione e le squadre che sono partite forte avranno logicamente un cedimento. Basta guardare l’Atletico ma anche il Rieti: ancora è tutto aperto, raggiungere il Rieti è quasi impossibile ma arrivare ai playoff no. Puntiamo a questo”.

Per chiudere, una battuta sui settori giovanili.
“Bisognerebbe aprire un file a parte (ride, ndr). Mi fa piacere ricordare a tutti che il futuro del calcio sono le scuole calcio. Il mio lavoro è intenzionato a realizzare una struttura etica e tattica completa, che serve non solo alla serie D ma a tutta l’Italia pallonara. Quest’anno non siamo andati nemmeno ai Mondiali e le rifondazioni vanno fatte alla base. Il calcio, che poi è un movimento sociale, va rifondato per i giovani. Quello che so vede nei campi provinciali è inqualificabile e bisogna rifletterci bene”.

Samuele Sansonetti


Condividi la notizia:
1 gennaio, 2018

Bilanci di fine anno 2017 ... Gli articoli

  1. Cinque omicidi in due anni nella Tuscia
  2. "Chi vuole controllare il territorio con la violenza ha sbagliato indirizzo..."
  3. "Risanato il bilancio, asfaltate le strade e rilanciato il turismo"
  4. "Cresce l'export e il numero delle imprese"
  5. "Zingaretti leader di una squadra che ha risanato la Regione"
  6. "Un piano di sviluppo organico per il turismo"
  7. Da Rudy Guede al caso Manca...
  8. “La giunta Zingaretti è bene che se ne vada”
  9. "Vogliamo diventare lo strumento essenziale dell'azienda agricola"
  10. “B&A sport non è un miracolo...”
  11. "Abbiamo vinto la battaglia contro l'arsenico"
  12. "Gelata, siccità e cinghiali, il 2017 è da dimenticare"
  13. "Consegnamo una Regione che ha più dignità"
  14. "Polo della ceramica, vendite a +6,12% rispetto all’anno precedente"
  15. "Renzi al governo, Zingaretti in regione ed Egidi alla Pisana..."
  16. "Centrosinistra senza idee, siamo pronti a riprenderci il comune"
  17. "Un anno passato a far quadrare i conti del comune"
  18. "Tanti, tantissimi incendi e il triste addio a uno di noi..."
  19. "Montefiascone punto di riferimento per turismo e sanità"
  20. Venticinque candeline per il Volley club Orte
  21. “La provincia deve tornare a essere votata dai cittadini”
  22. "Case tecnologiche e a basso impatto ambientale"
  23. Un anno di addii
  24. Marco Cima è l'atleta viterbese dell'anno
  25. "Il territorio torni a fare squadra"
  26. "Col procuratore Auriemma e la presidente Covelli è cambiata l'aria..."
  27. "Serve più attenzione alle micro e piccole imprese"
  28. "Confidi per 7milioni e microcredito per 25mila euro"
  29. "Non è per colpa degli avvocati che la giustizia è lenta"
  30. "La parentesi da sindaco si apre e si chiude..."
  31. "Danni irreparabili per la città dal duo Zingaretti-Michelini"
  32. Viterbese, nell'anno solare un allenatore ogni sette partite
  33. "I Por della Regione non hanno centrato gli obiettivi"
  34. Viterbese, Antony Iannarilli è il giocatore dell'anno
    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR