Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Vetralla - 54enne trovato morto in casa - Don Paolo ricorda Francesco Peruzzi durante il funerale che si è svolto nella chiesa di Santa Maria del Soccorso

“Amava il suo lavoro e lo faceva con passione”

Condividi la notizia:

Vetralla - I funerali di Francesco Peruzzi

Vetralla – I funerali di Francesco Peruzzi

Vetralla - I funerali di Francesco Peruzzi

Vetralla – I funerali di Francesco Peruzzi

Vetralla - I funerali di Francesco Peruzzi

Vetralla – I funerali di Francesco Peruzzi

Vetralla - I funerali di Francesco Peruzzi

Vetralla – I funerali di Francesco Peruzzi

Vetralla - I funerali di Francesco Peruzzi

Vetralla – I funerali di Francesco Peruzzi

Vetralla  – “Amava il suo lavoro e lo faceva con passione”.

Con queste parole don Paolo ha ricordato Francesco Peruzzi durante il funerale che si è svolto oggi a Vetralla.

La cerimonia, di cui si sono occupate le Onoranze funebri Leoni e Milani, è stata celebrata alle 15 nella chiesa di Santa Maria del Soccorso.

I funerali di Francesco Peruzzi: fotocronaca

Tantissima gente ha voluto dare l’ultimo saluto a Francesco Peruzzi.

Sulla bara il cappello che ha indossato per anni durante il suo lavoro nella forestale. Sono stati proprio gli ex colleghi a portare la bara dentro la chiesa.

“Bisogna scendere dal pulpito e non giudicare – ha detto don Paolo durante l’omelia – perché solo Dio può farlo e solo Francesco sapeva cosa c’era nel suo cuore.

Amava il suo lavoro – ha detto ancora don Paolo – e lo faceva con passione”.

Peruzzi si è tolto la vita impiccandosi nel suo studio. Ai suoi familiari ha lasciato una semplice parola scritta in un biglietto: “Scusatemi…”. 

A trovarlo senza vita il padre dell’uomo che ha poi dato l’allarme alle forze dell’ordine.


Condividi la notizia:
31 gennaio, 2018

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR