--

--

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - L'intervento del segretario generale della Uil Fpl Lamberto Mecorio

“Contratti pubblica amministrazione, vietato fermarsi”

Lamberto Mecorio

Lamberto Mecorio

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – La sottoscrizione del contratto dei lavoratori delle funzioni centrali ha un grande valore non solo a livello pratico ma anche simbolico.

Significa che la stagione dei contratti nel pubblico impiego è ripartita in maniera ufficiale e che ora non ci sono più scusanti: dobbiamo chiudere anche per gli altri comparti nel minor tempo possibile e nel rispetto degli accordi sottoscritti il 30 novembre 2016.

Fu proprio in quella data, infatti, che partì il tratto di percorso verso questa firma che speriamo faccia da apripista, come abbiamo detto, nel pubblico e non solo. Si tratta di un atto di grande responsabilità nei confronti dei lavoratori dopo 8 anni di blocco, perché gli si riconosce finalmente un aumento del loro potere di acquisto.

Di primaria importanza sono le parti che ripristinano le nuove relazioni sindacali, riconsegnando un ruolo di partecipazione ai lavoratori nei processi di riforma nelle varie amministrazioni. Gli incrementi economici sono in linea con l’accordo del 30 novembre e sono fatti salvi gli 80 euro del bonus Renzi. Positiva poi la possibilità di inserire nella contrattazione di secondo livello il welfare aziendale anche nel pubblico impiego.

Si procederà, inoltre, tramite una commissione, alla definizione di un nuovo ordinamento professionale e a nuove classificazioni. Oltre a tutto questo, comunque, da sottolineare il grande valore che ciò dà alle nostre lotte, a partire dalla valorizzazione della contrattazione.

Rispetto a questo, dunque, non possiamo che esprimere grandissima soddisfazione e soprattutto ci uniamo alle parole del nostro segretario generale, Michelangelo Librandi, il quale ha rivolto un plauso per il buon lavoro svolto dalla Uilpa e dalla Uil.

“Adesso – ha detto Librandi – senza indugi si chiudano gli altri contratti pubblici, a partire da quello relativo a regioni-autonomie locali e sanità che milioni di lavoratori attendono da oltre 8 anni. Ma siamo solo all’inizio. Questi rinnovi dovranno fare da apripista per il rinnovo di tutti gli altri contratti, a partire da quello della sanità privata sino a quelli del terzo settore”.

Ed è proprio questo quello che auspichiamo e che speriamo per quanto riguarda il prossimo futuro, mantenendo come saldo presupposto quello degli accordi sottoscritti e delle conquiste ottenute in fase di confronto.

Questo perché nonostante i tentativi di virare rispetto al cammino stabilito, la firma del Ccnl per le funzioni centrali permette alla contrattazione di riappropriarsi delle materie sottratte, mettendo la parola fine ad un periodo trascorso all’insegna di un insopportabile decisionismo unilaterale che ha colpito esclusivamente i dipendenti pubblici.

Lamberto Mecorio

Segretario generale Uil Fpl Viterbo

19 gennaio, 2018

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564