- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

Delitto coniugi Fieno, venerdì l’udienza al Riesame

Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]

Sanremo - Delitto di via Santa Lucia - Il fermo di Ermanno Fieno [3]

Sanremo – Delitto di via Santa Lucia – Il fermo di Ermanno Fieno

Viterbo - Delitto di Santa Lucia - Polizia e vigili del fuoco [4]

Viterbo – Delitto di Santa Lucia – Polizia e vigili del fuoco

Viterbo – Il delitto di via santa Lucia al tribunale del Riesame.

È stata fissata per venerdì l’udienza di Ermanno Fieno davanti al tribunale della libertà, dopo il ricorso dei suoi difensori. Il 44enne è indagato per omicidio volontario, per aver cagionato la morte dei genitori. “Un’accusa infondata”, per gli avvocati Samuele de Santis ed Enrico Valentini. “Tra le pieghe dell’ordinanza del gip di Viterbo – spiegano – pare adombrarsi una possibile morte del padre per cause naturali. Per questo ci vogliamo rivolgere al Riesame, per tentare di far riqualificare il capo d’imputazione”.

Fieno è intanto pronto a raccontare la sua verità ai magistrati inquirenti, dopo aver fatto scena muta davanti a quelli di Imperia. Ma l’interrogatorio davanti al procuratore Paolo Auriemma e al sostituto Chiara Capezzuto non dovrebbe esserci prima del 22 gennaio.

Il 44enne è indagato per la morte dei genitori. Gianfranco, ottantatré anni, e Rosa Rita Franceschini, 71, trovati cadavere la sera del 13 dicembre nel loro appartamento al civico 26 di via santa Lucia, presumibilmente due settimane dopo la morte. Lei sarebbe stata uccisa con due colpi alla testa inferti con un attizzatoio di ferro la mattina del 29 novembre. Dodici ore dopo il marito, morto per cause naturali il 28.

Il figlio è stato arrestato il 15 dicembre, dopo una fuga di trentasei ore. La polizia di frontiera lo ha fermato alla stazione di Ventimiglia con in tasca un biglietto per la Francia, e per nove giorni è stato rinchiuso nel carcere di Imperia. All’antivigilia di Natale è stato trasferito a Viterbo, nel reparto infermeria di Mammagialla. E per la prima notte, quella tra il 23 e il 24 dicembre, è stato anche sorvegliato a vista 24 ore su 24 per evitare che compisse atti di autolesionismo o avesse istinti suicida.

Dopo essersi dichiarata territorialmente incompetente, la magistratura di Imperia ha inviato gli atti del caso alla procura di Viterbo. E il 30 dicembre il gip Francesco Rigato ha emesso la sua misura di custodia cautelare in carcere, come chiesto dal procuratore Paolo Auriemma e dal sostituto Chiara Capezzuto.


Multimedia: video: La testimonianza di una conoscente [5] – I funerali dei coniugi Fieno [6] – Le testimonianze dei vicini [7] – La polizia al lavoro [8] – Trovati morti in casa [9] – Fotocronaca: L’addio a Gianfranco Fieno e Rosa Rita Franceschini [10] – L’arresto di Ermanno Fieno [11] – Delitto di Santa Lucia, la polizia al lavoro [12] – Tragedia in via Santa Lucia [13] – Coppia uccisa in casa [14]


Presunzione di innocenza
Per indagato si intende semplicemente una persona nei confronti della quale vengono svolte indagini preliminari in un procedimento penale.

Nel sistema penale italiano vige la presunzione di innocenza fino al terzo grado di giudizio. Presunzione di innocenza che si basa sull’articolo 27 della costituzione italiana secondo il quale una persona “non è considerata colpevole sino alla condanna definitiva”.


Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]
  • Tweet [15]
  • [1]
  • [2]