--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Napoli - Al Gambrinus questa mattina distribuzione gratuita dei "pinucci" - Il ricordo dei figli - Il 7 giugno omaggio allo stadio San Paolo

Napul’è, tre anni senza Pino Daniele

Condividi la notizia:

Pino Daniele

Pino Daniele

Pino Daniele

Pino Daniele

Napoli – Napoli ricorda Pino Daniele nel terzo anniversario della morte. Al Gambrinus distribuzione gratuita del Pinuccio,

Questa mattina al Gambrinus, in piazza Trieste e Trento,  distribuzione gratuita dei Pinucci, il dolce creato per ricordare Pino Daniele lo scorso anno, e grazie a Massimiliano Rosati, uno dei patròn del Gambrinus, anche una torta per ricordare il cantautore napoletano. 

La figlia ha raccontato quanto sia stato duro cercare di superare il lutto. Sara Daniele, 21 anni, ha raccontato solo ora il momento buio vissuto dopo la morte del padre, in una intervista a Oggi. 

“Passavo la mia giornata in tuta e alle 11 del mattino avevo già il bicchiere di vino in mano – ha detto – odiavo tutto e tutti. Per prima me stessa. Mi sentivo smarrita. Fragile. Irriconoscibile. Piena di rancore che riversavo su me stessa”.

Il settimanale Giallo ha invece pubblicato la perizia medico legale disposta dal tribunale di Roma per accertare le cause del decesso ed eventuali omissioni di soccorso. Per la famiglia del cantante, Pino si poteva salvare se non ci fosse stato il macroscopico ritardo di 4 ore dall’occlusione del bypass dovto alla decisione di mettersi in viaggio verso Roma. 

Scrivono i medici: “La scelta di ricorrere alle cure dell’ospedale Sant’Eugenio in Roma ha privato il Daniele della possibilità di giovarsi di opportunità terapeutiche in modo tempestivo”.

Il figlio Alex ricorda il padre a tre anni dalla sua morte e parla della fondazione Pino Daniele Trust onlus, creata in suo onore, tutte le novità in attesa del concerto allo stadio San Paolo. 

Alex, il figlio più grande, intervistato per il Corriere del Mezzogiorno, ha raccontato di sentire moltissimo la mancanza del padre, specie per quanto riguarda il dialogo quotidiano tra di loro.

“Suonare per Pino era una missione ed il codice per comunicare il sentimento. Il sentimento è la chiave nella sua musica. Viveva per suonare, quando non suonava aspettava il momento di suonare”, racconta.

Il prossimo 7 giugno, lo stadio San Paolo di Napoli suonerà per lui e con lui, il tributo infatti, non a caso si chiamerà semplicemente “Pino è”, con la partecipazione di moltissimi artisti della musica e stretti amici del cantautore. Una parte dell’incasso inoltre, sarà devoluta a delle iniziative benefiche.


Condividi la notizia:
4 gennaio, 2018

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR