Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Dal pilota Massimo Natili all'avvocato Franco Fiorani, le personalità viterbesi morte negli ultimi dodici mesi

Un anno di addii

Condividi la notizia:

Massimo Natili

Massimo Natili

Il post dei Nomadi sulla morte di Massimo Stendardi

Massimo Stendardi con Beppe Carletti

L'avvocato Franco Fiorani

Franco Fiorani

Il regista Giorgio Capitani

Il regista Giorgio Capitani

Viterbo – “Aveva la velocità nel sangue”. L’omelia di don Luigi Fabbri, dall’altare del duomo di Viterbo, è il ritratto di Massimo Natili, pilota automobilistico di Ronciglione.

Una vita in pista tra Vallelunga, Silverstone e Monza. Sopravvisse a uno schianto con la sua monoposto ma non alla malattia: a 82 anni è morto all’ospedale Belcolle, il 19 settembre.

Natili non è l’unico volto noto viterbese venuto a mancare nel 2017. Tra le tante personalità di Viterbo e provincia, ci lasciato quest’anno anche Massimo Stendardi, per tutti “Max”, leader della cover band dei Nomadi “Fiori Neri”. Suonò fino all’ultimo, la mano sempre tesa all’associazione “Augusto per la vita”, nata per aiutare la ricerca sul cancro e dedicata alla storica voce dei Nomadi Augusto Daolio, ucciso da un tumore ai polmoni.

“Ti ricorderemo per la tua grande voglia di vivere e amare la vita”, scrivevano i Nomadi su Facebook il 19 agosto, sopra una foto di Max con il fondatore del gruppo Beppe Carletti.

Sessant’anni Stendardi. Cinquantatré l’avvocato Franco Fiorani, anche lui scomparso quest’anno. Morire in un giorno di sole correndo in bicicletta: impensabile per un atleta come Fiorani, la toga per lavoro, lo sport per passione. I colleghi e gli amici non si rassegnano: “Tutte le mattine, in tribunale, continuiamo a cercarti”, lo ha salutato ai funerali l’avvocato Savina Forgittoni.

Tante le perdite tra i professionisti e gli imprenditori viterbesi. Dal presidente del collegio geometri di Viterbo Massimo Neri all’ingegner Giorgio Troncarelli, fino a Umberto Cencioni, fondatore dell’officina al Poggino che dal 1960 porta il suo nome.

Il 2017 ha inferto un duro colpo anche al mondo della politica locale. Augusto Turchetti, consigliere per vent’anni al comune di Viterbo, se n’è andato a gennaio, mentre l’estate si è portata via prima Agostino Terri, suo collega sugli scranni di Palazzo dei Priori, e subito dopo Paolo Izzi, per tredici anni sindaco di Vetralla e per sei dirigente del settore Lavori pubblici al comune di Viterbo.

Consigliere comunale nella città dei Papi era stato anche Corrado Buzzi, latinista, storico e preside di lungo corso del liceo scientifico Paolo Ruffini. Era nato a Tortoreto (Teramo), ma Viterbo era la sua città del cuore. E non solo sua.

Italo Arieti, gastronomo, ha raccontato la cucina viterbese in una lunga serie di libri e recuperato antiche ricette della tradizione locale.

Viterbo era anche il grande amore di Giorgio Capitani, il regista del “Maresciallo Rocca” e di molte fortunate fiction televisive.

Negli ultimi anni aveva lasciato Roma per trasferirsi nel capoluogo della Tuscia. Sognava una scuola di formazione per attori al teatro Unione: si è spento il 25 marzo, all’ospedale Belcolle. “Trovava sempre il modo di girare qualche scena qui” ricorda la moglie Simona Tartaglia. “Sono contenta che abbia finito la sua vita nella città che amava tanto”.


Condividi la notizia:
1 gennaio, 2018

Bilanci di fine anno 2017 ... Gli articoli

  1. Cinque omicidi in due anni nella Tuscia
  2. "Chi vuole controllare il territorio con la violenza ha sbagliato indirizzo..."
  3. "Risanato il bilancio, asfaltate le strade e rilanciato il turismo"
  4. "Cresce l'export e il numero delle imprese"
  5. "Zingaretti leader di una squadra che ha risanato la Regione"
  6. "Un piano di sviluppo organico per il turismo"
  7. Da Rudy Guede al caso Manca...
  8. “La giunta Zingaretti è bene che se ne vada”
  9. "Vogliamo diventare lo strumento essenziale dell'azienda agricola"
  10. “B&A sport non è un miracolo...”
  11. "Abbiamo vinto la battaglia contro l'arsenico"
  12. "Gelata, siccità e cinghiali, il 2017 è da dimenticare"
  13. "Consegnamo una Regione che ha più dignità"
  14. "Polo della ceramica, vendite a +6,12% rispetto all’anno precedente"
  15. "Renzi al governo, Zingaretti in regione ed Egidi alla Pisana..."
  16. "Centrosinistra senza idee, siamo pronti a riprenderci il comune"
  17. "Un anno passato a far quadrare i conti del comune"
  18. "Tanti, tantissimi incendi e il triste addio a uno di noi..."
  19. "Montefiascone punto di riferimento per turismo e sanità"
  20. Venticinque candeline per il Volley club Orte
  21. “La provincia deve tornare a essere votata dai cittadini”
  22. “Se andiamo ai playoff, quasi matematicamente arriviamo in C”
  23. "Case tecnologiche e a basso impatto ambientale"
  24. Marco Cima è l'atleta viterbese dell'anno
  25. "Il territorio torni a fare squadra"
  26. "Col procuratore Auriemma e la presidente Covelli è cambiata l'aria..."
  27. "Serve più attenzione alle micro e piccole imprese"
  28. "Confidi per 7milioni e microcredito per 25mila euro"
  29. "Non è per colpa degli avvocati che la giustizia è lenta"
  30. "La parentesi da sindaco si apre e si chiude..."
  31. "Danni irreparabili per la città dal duo Zingaretti-Michelini"
  32. Viterbese, nell'anno solare un allenatore ogni sette partite
  33. "I Por della Regione non hanno centrato gli obiettivi"
  34. Viterbese, Antony Iannarilli è il giocatore dell'anno
    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR