--

--

Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Battaglia elettorale - Politiche e regionali - La giornata tra dibattiti e iniziative

Egidi (Pd): “Trasporto pubblico, si valuti l’ipotesi di un’azienda unica regionale”

Caffeina-Tutankhamon-9-11-18-560x80-ok

Viterbo - Andrea Egidi

Viterbo – Andrea Egidi

 

Tarquinia - Palmini e Panunzi (Pd)

Tarquinia – Palmini e Panunzi (Pd)

Viterbo – “Innovazione e modernità: sono i due snodi intorno ai quali per il Lazio, finita la fase del risanamento, si apre ora una nuova partita. Una partita che va giocata, tra gli altri ambiti, in quello dei trasporti”.

E’ quanto sostiene Andrea Egidi, candidato Pd alle regionali, che pone l’accento sul tema dei collegamenti.

“Ridurre la distanza tra la Tuscia e Roma, fare del Lazio la regione di Roma più forte ed equilibrata significa anche – spiega Egidi – migliorare le infrastrutture del nostro territorio e il trasporto pubblico locale. I disagi, i ritardi, la fatiscenza dei mezzi lamentati dai pendolari non si addicono a una regione come il Lazio che deve puntare a qualità ed efficienza dei servizi.

E’ di qualche giorno fa la notizia che Atac ha messo nero su bianco, nel concordato preventivo consegnato in tribunale, la volontà di disimpegnarsi nel 2019 rispetto alla gestione delle ferrovie regionali concesse e quindi anche alla tratta Roma – Viterbo”.

“Mi domando – prosegue Egidi – se non può essere questa l’occasione per  promuovere iniziative verso lo sviluppo di una strategia d’integrazione del trasporto pubblico locale tra ferro e gomma. Mi chiedo se non sia arrivato il momento di guardare all’ipotesi di un’unica azienda regionale di trasporto insieme a Cotral.

Mi rendo conto che il tema è serio e che una ipotesi di questa natura comporti una valutazione complessa e complessiva che dovrebbe coinvolgere anche Rfi, ma sarebbe un grande passo in avanti, in termini di gestione dei trasporti, degno di una grande regione come la nostra.

Certo è che non possiamo più immaginare di avere un sistema frammentato e non coordinato e che, per cominciare, sarebbe più che opportuno ragionare in termini di integrazione reale tra i diversi soggetti: Rfi, Cotral e Atac, per ottimizzare al meglio gli investimenti e avere un sistema equilibrato e moderno.

L’azienda unica potrebbe essere una risposta anche alle richieste legittime dei pendolari, per assicurare loro condizioni di viaggio adeguate in termini di frequenza, sicurezza, puntualità e comfort”. 


 

Il Pd di Tarquinia sostiene la candidatura di Panunzi al consiglio regionale

Tarquinia – “Sosterremo la candidatura al consiglio regionale di Enrico Panunzi”. Lo afferma il coordinatore del Partito Democratico di Tarquinia Armando Palmini. “La decisione è stata presa all’unanimità dal direttivo. – prosegue – Il consigliere Panunzi ha dimostrato di essere vicino a Tarquinia, attento ai problemi del nostro territorio e capace di dare risposte concrete alle istanze della gente.

Il Lazio, grazie al lavoro dell’amministrazione Zingaretti, è tornata a essere una Regione serie e affidabile. È però indispensabile garantire la necessaria continuità per completare il percorso di crescita e sviluppo. In questo percorso la presenza di una persona come Panunzi, che vede nella politica un servizio per il bene dei cittadini, non può venire meno”.

Pd Tarquinia


Montefiascone – La Casa azzurra di Forza Italia, in via Verentana 28, nel centro di Montefiascone. Domenica 11 febbraio alle 16 sarà inaugurata la sede da cui parte la corsa dell’assessore comunale falisco alla Camera dei deputati.

Con lui ci saranno altri quattro candidati al Parlamento: Renata Polverini, Maurizio Gasparri, Francesco Battistoni, Mauro Rotelli. I primi tre sono di Forza Italia; il terzo è di Fratelli d’Italia, partito della coalizione di centrodestra che si presenta il 4 marzo prossimo all’election day (elezioni politiche e regionali nella stessa data).

La Polverini è stata anche segretaria generale del sindacato (di matrice di destra) Ugl. Gasparri è stato, tra gli altri mille incarichi, ministro delle Comunicazioni. Battistoni è da anni protagonista della politica locale, provinciale e regionale. Rotelli è una vecchia conoscenza della politica territoriale (è stato anche assessore comunale a Viterbo).

Li sosterrà il senatore Claudio Fazzone, coordinatore regionale del Lazio di Forza Italia, insieme ad altri consiglieri forzisti.

Il giovane Fabio Notazio è attuale membro della giunta comunale di Montefiascone: “Siamo fieri di rappresentare il partito #ForzaItalia nel nostro territorio, creando uno spazio dedicato a tutti i nostri amici e alleati, dove costruire e sviluppare insieme nuovi progetti per il futuro. #CasaAzzurra sarà il luogo dove tutti potranno ritrovare importanti riscontri in termini di sostegno alla progettualità di brillanti idee.

L’inaugurazione sarà anche l’occasione per la presentazione ufficiale della candidatura di #FabioNotazio alla Camera dei Deputati: presenzieranno in nostro sostegno Claudio Fazzone, Renata Polverini, Maurizio Gasbarri, Francesco Battistoni. #insiemesivince, #forzaitaliatuscia”.


Ciambella (Pd): “Forti e determinati contro il bullismo e il cyberbullismo”

Viterbo – “Dobbiamo essere forti e determinati nel difendere le nuove generazioni dalle derive culturali, dall’istigazione all’odio e alla violenza, rispettandoli e rendendoli parte attiva delle nostre comunità”.

E’ un impegno costante quello che Luisa Ciambella, candidata nella lista del partito democratico per il consiglio regionale del Lazio, ha sempre mostrato nel sostegno alle politiche giovanili e della formazione. 

“Il primo dovere di un amministratore – ricorda Luisa Ciambella – è quello di rispondere all’esigenza stessa di essere cittadino: di impegnarsi per costruire una società nella quale ciascuno possa esprimere appieno il proprio potenziale e realizzare le proprie aspirazioni. Per crescere come comunità e come territorio abbiamo bisogno di dare forza alle idee, di valorizzare il talento dei giovani.

Troppe volte abbiamo percepito e ascoltato la delusione dei nostri ragazzi per le difficoltà che hanno di accedere al mondo del lavoro. Ma ancora peggio abbiamo rabbrividito di fronte ad episodi anche tragici che hanno coinvolto giovani non ancora maggiorenni, attratti dalle aberrazioni culturali e morali”. 

In concomitanza con il Safer Internet Day, la giornata mondiale per la sicurezza in rete istituita e promossa dalla Commissione Europea, quest’anno, il 6 febbraio, si celebrerà anche la seconda Giornata nazionale contro il bullismo e il cyberbullismo a scuola dal titolo “Un Nodo Blu – le scuole unite contro il bullismo”. Un’iniziativa che è stata lanciata dal ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca nell’ambito del Piano nazionale contro il bullismo. 

“I fenomeni di bullismo e cyberbullismo – evidenzia Luisa Ciambella – costituiscono forme di prevaricazione e violenza ai danni dei soggetti più fragili e bisognosi di tutela, i minori. Secondo l’ultimo rapporto Censis in Italia almeno 1 minore su 10 è vittima di bullismo o cyberbullismo, e nel 70% dei casi si tratta di ragazze. Per combattere questo odioso fenomeno e tutelare al meglio i nostri ragazzi, nel maggio dello scorso anno, il Governo ha approvato una specifica legge contro il cyberbullismo, che mette al centro azioni di carattere educativo e formativo, più che repressive e sanzionatorie. Con la stessa determinazioni nelle nostre realtà noi adulti dobbiamo essere sentinella del disagio giovanile, contrastare ogni giorno il degrado morale e riaffermare i valori più alti dello spirito di comunità. Non possiamo consegnare i nostri giovani a chi vuole tornare indietro, a chi vuole illudere i ragazzi proponendogli ideologie antiche, violente e condannate dalla storia”. 

“Sicuramente non è facile trovare la ricetta ideale, ma certamente il lavoro, la condivisione e il coinvolgimento dei ragazzi sono lo strumento migliore per arginare i pericoli – conclude Luisa Ciambella -. L’esempio da seguire, sul quale mi sono impegnata e abbiamo lavorato come Comune di Viterbo con tante istituzioni, scuole e associazioni del territorio sono state le attività svolte che hanno portato all’allestimento dello spettacolo “Fragile, maneggiare con cura” andato in scena lo scorso dicembre al Teatro dell’Unione.

Un progetto divenuto parte integrante della programmazione del dipartimento delle Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri che ha coinvolto più di centro ragazzi della Provincia di Viterbo raccontando storie di uomini di vetro e di temi forti ed attuali come: accoglienza, omofobia, violenza di genere e bullismo. Proprio quest’ultimo tema rappresenta la forza del progetto: a parlare di bullismo non sono stati gli esperti, ma i ragazzi del Scuole medie di Viterbo che hanno provato ad abbattere il muro, a ritrovarsi in gruppo attraverso la fiducia e l’abbraccio in un’esperienza unica. Su questi obiettivi continueremo a lavorare insieme, in un percorso dove alle base di tutto c’è l’amore, in tutte le sue forme, l’amore per l’altro e per noi stessi, l’amore per le nostre fragilità che ci rendono forti e vivi”.

Comitato elettorale Luisa Ciambella


Bigiotti: “Bagnaia e Viterbo devono essere il fulcro del turismo”

Viterbo – Il cuore di San Pellegrino, la storia di Palazzo Papale e l’anima che trova la pace con se stessa nella bellezza di Villa Lante a Bagnaia. Sono questi i luoghi del capoluogo della Tuscia che il sindaco di Bagnoregio Bigiotti, candidato alle regionali del 4 marzo, ha voluto visitare e raccontare nel suo ‘Tour della bellezza’.

Una serie di video che è possibile trovare sulla pagina YouTube Bigiotti per la Regione Lazio e sulla pagina Facebook omonima.

“Un lavoro che ho fortemente voluto per lanciare un messaggio di speranza e di ottimismo verso il futuro e le potenzialità di un territorio che reputo avere tutte le carte in regola per mettersi al lavoro sul versante dello sviluppo turistico. Lo abbiamo già fatto a Civita di Bagnoregio e intendo portare quel modello come riferimento e strada da percorrere per l’intera provincia”. Le parole di Bigiotti.

“Uno dei momenti più intensi di questa tappa viterbese l’ho vissuto proprio nel quartiere San Pellegrino, all’interno di una bottega artigiana – continua Bigiotti -. I titolari mi hanno mostrato lavori straordinari, capaci davvero di conquistare l’interesse anche di un pubblico internazionale. Sviluppo turistico significa anche e forse soprattutto mettere al centro questi mestieri artigiani, investire sulla formazione di nuovi lavoratori-artisti e puntare sulla piccola e media impresa. Sull’accoglienza dei ristoranti, delle trattorie, delle strutture ricettive.

A Bagnaia mi sono sentito davvero a casa. Qui in tanti mi hanno riconosciuto per strada e si sono fermati a parlare con me, diversi mi hanno chiesto anche di scattarsi una foto e c’è chi si è offerto di guidarmi alla scoperta del borgo. Sono convinto che possiamo cambiare le cose, basta avere coraggio”.


Dario Bacocco: “Forza Italia riparte dal territorio”

Viterbo – Esperienza, proposte concrete per il territorio e amore per la libertà. 

Forza Italia riparte dal territorio per dare gambe al progetto di una Italia finalmente liberale. Ieri si sono riuniti a Blera i coordinatori dei sessanta comuni della provincia insieme a Francesco Battistoni, candidato al Senato nella quota uninominale, e ai candidati alle elezioni regionali per il Lazio, Dario Bacocco, Francesca Arena e Patrizia Pompei. 

La campagna elettorale è, e sarà sempre più nelle prossime settimane, l’occasione per illustrare le proposte del partito e del centro destra per lo sviluppo della Tuscia e del Paese. 

La prossima scadenza elettorale segna un passaggio decisivo: abbiamo la possibilità di tornare al governo nazionale col Presidente Berlusconi e riconquistare quello regionale insieme a Stefano Parisi.

Taglio delle tasse, maggiore sicurezza per i cittadini e rilancio dell’economia sono i tre assi della nostra proposta politica per l’Italia. Maggiore attenzione per il territorio, valorizzazione dei beni culturali e ambientali, sostegno alle imprese e innovazione le nostre parole d’ordine per una Regione che torni protagonista. Sono questi gli argomenti messi sul tavolo dai candidati, che potranno essere attuati accordando la fiducia ai candidati del centrodestra.

Dario Bacocco
Coordinatore provinciale Forza Italia


Contardo: “Tra le priorità c’è l’abolizione della riforma Buona scuola

Viterbo – Una delle priorità della Lega e di Matteo Salvini è la cancellazione della riforma Renzi-Giannini, la cosiddetta “Buona scuola”, come previsto mel nostro programma elettorale. Il meccanismo è da rivedere in maniera radicale. Oltre ai commi che interpretano direttive europee a danno di chi opera nella scuola, non riteniamo pensabile parlare di abolizione di fatto della bocciatura, temiamo si tratti dell’ennesima spallata al merito nella scuola pubblica, che toglie altro valore a titoli già poco considerati.

Sulla scuola il governo della sinistra ha bluffato: a posto degli investimenti annunciati è stata fatta una sorta di partita di giro, con la riforma della “Buona Scuola” sono state solamente approvate delle norme che hanno danneggiato i docenti e il personale.

I problemi che affliggono l’istruzione pubblica sono molteplici, noi della Lega ci impegniamo a smontare la legge 107/15, e a trovare, una volta al Governo, delle soluzioni per dare una collocazione stabile ai tanti precari, ad iniziare dai maestri con diploma magistrale, che dopo anni di supplenze si ritrovano con poche prospettive. Quello che serve è un nuovo reclutamento, su base regionale, utile a salvaguardare quella continuità didattica da tutti invocata ma di fatto difficile da realizzare.

I miliardi che il Governo millanta di aver assegnato alla scuola non esistono. Sono evidenti le difficoltà in cui si dibattono gli istituti. La conferma di tutto ciò la troviamo nel Documento di economia e finanza del Governo secondo il quale la spesa per l’istruzione, che nel 2010 rappresentava il 3,9% del Pil, è calata al 3,6% e lo stesso Governo Pd prevede che scenda addirittura al 3,5% nel 2020 e al 3,4% nel 2025. Sono solo stati spostati i fondi da un capitolo di spesa a un altro, a seconda delle necessità propagandistiche di Renzi prima e Gentiloni poi.

La Lega si impegna a invertire tale tendenza, affinché le risorse in più per la scuola diventino reali.

Il centrodestra vincerà le elezioni del 4 marzo e sarà la rivoluzione del buonsenso, puntando soprattutto sulla qualità del corpo docente, che è data dai titoli ma anche dall’esperienza, ad esempio un comma della “Buona scuola” prevede che dopo 36 mesi da precario, se non vieni assunto a tempo indeterminato, lo Stato ti lasci a casa disperdendo il bagaglio di esperienza che hai maturato.

Nel nostro programma c’è l’impegno a sostituire tale comma, ribaltando l’interpretazione data dal Pd a una direttiva europea. Cosa che restituirà un po’ di tranquillità alle “maestre” e a decine di migliaia di altri precari. Serviranno poi correttivi alla disomogeneità di valutazione sul territorio e il superamento dei trasferimenti più o meno forzosi di insegnanti da una parte all’altra della Penisola.

Per quanto riguarda il reclutamento dopo una fase transitoria per risolvere le criticità nate in questi anni, affronteremo la questione col reclutamento degli insegnanti su base regionale. Il “domicilio professionale” consentirà di scegliere in totale libertà la regione dove proporsi, per poi confrontarsi con gli altri candidati a pari condizioni, innescando un meccanismo virtuoso ispirato ai principi del federalismo. Il maggior radicamento dei docenti favorirà tra l’altro quella continuità didattica, la cui mancanza è spesso all’origine dell’insuccesso degli studenti e che, in particolare, va assolutamente garantita ai ragazzi con difficoltà.

Ci sono poi ci sono molti vincitori di concorso mai assunti c’è l’ impegno di Matteo Salvini, una volta al governo, a garantire il rispetto della legge che stabilisce il diritto all’immissione in ruolo di tutti i vincitori di concorso, dopo il pasticcio della selezione legata alla “Buona Scuola”, un’operazione maldestra che ha assegnato posti a fantasia essendo stati indicati prima della mobilità straordinaria. Vanno inoltre implementate le stabilizzazioni, non solo per favorire la continuità didattica, ma anche perché dietro ogni insegnante c’è una famiglia che per crescere figli ha bisogno di sicurezze.

Enrico Maria Contardo
Tiziana Mancinelli
Candidati con Lega Salvini premier alla camera dei deputati collegio Viterbo-Rieti Civitavecchia
 

 

 

6 febbraio, 2018

Politiche e regionali 2018 ... Gli articoli

  1. Candidati e cittadini, tutti al voto...
  2. Oltre 246mila al voto
  3. "La forza di una comunità è quella di non lasciare indietro nessuno"
  4. "Combattiamo ogni giorno per difendere la dignità delle donne"
  5. "Serve un fisco più vicino al contribuente"
  6. "24 ore no stop di tour in giro per la Tuscia"
  7. Bigiotti chiude con Crepet, Cervo e Profili
  8. “Una 'buona scuola' da rivedere e corregge”
  9. "Il Lazio riparte, anche nella sanità"
  10. "Cotral, una malagestione figlia di una dirigenza incompetente"
  11. "Aiutiamo le imprese a non delocalizzare"
  12. "Fondo futuro, una risposta intelligente per facilitare l'accesso al credito"
  13. "Difesa dei mercati e dei prodotti tipici locali contro le truffe"
  14. Un gruppo di ragazzi diversamente abili della Tuscia al Parlamento Europeo
  15. "Dipartimenti di salute mentale, ridefinire le risorse a partire dal personale"
  16. "Il porto di Civitavecchia è un patrimonio e va tutelato"
  17. "Altro che fuori dal commissariamento, la sanità è al collasso"
  18. "Bisogna rinvestire su tutti gli ospedali della provincia"
  19. "Invece di comprare treni nuovi, Zingaretti pensasse a quelli vecchi"
  20. Lorenzo Kruger in concerto al Mat di via del Ganfione
  21. "Agricoltura, urge un cambiamento a tutela delle nostre eccellenze”
  22. "Gelo, Zingaretti dichiari lo stato di calamità"
  23. “Vie ricoperte di ghiaccio e poco sicure per i cittadini"
  24. "Il lavoro di salvataggio e valorizzazione dell'€™ospedale non è concluso"
  25. "Scelta scellerata chiudere l’ex museo della Tuscia Rupestre"
  26. "Buran spazzerà via Michelini e il Pd"
  27. "Nuovo pronto soccorso Andosilla, solo uno slogan elettorale"
  28. "Il Lazio si è rialzato, va finito il lavoro"
  29. "Coop sociali, più attenzione su fondi, programmazione e gare"
  30. "Alluvione Orte, proroga al 19 marzo è buona notizia per cittadini"
  31. "Doppia preferenza, la regione rappresenta i principi di parità"
  32. Un patto per la Tuscia con Stefano Parisi
  33. "Mai un'assenza in regione per Daniele Sabatini, un secchione..."
  34. Renata Polverini e Maurizio Gasparri a Tarquinia
  35. Matteo Orfini "benedice" Fioroni
  36. “Un marchio di qualità per promuovere le eccellenze locali”
  37. "Appoggio al programma di promozione dei diritti degli omosessuali"
  38. "Pd unico argine contro la follia revisionista"
  39. "Ex Terme Inps, Zingaretti e Michelini hanno temporeggiato troppo..."
  40. Stefano Parisi a Monterosi ed Orte
  41. "Una buona notizia per la rete sanitaria dell’Alta Tuscia"
  42. "Sei proposte credibili per i giovani e il diritto allo studio"
  43. "Innovare e internazionalizzare, la doppia sfida per l’agricoltura"
  44. “Visita al Mammagialla, più sostegno a polizia penitenziaria”
  45. "Tornare a lottare per i lavoratori e abolire il Jobs Act"
  46. “Le società sportive abbandonate dalla Regione”
  47. "Un consigliere regionale rappresenta un intero territorio"
  48. "Creare il monumento naturale di Blera e della Faggeta di Bassano Romano"
  49. “La cooperazione volano di sviluppo del territorio”
  50. "Chiusa la fase istruttoria per la sottomisura 6.1"
  51. Roberto Calderoli a Orte scalo
  52. Sergio Pirozzi in visita a Tarquinia
  53. "Ho un rapporto speciale con questa cittadina"
  54. Parisi: "Torneremo grandi"
  55. "Serve garantire una diffusa possibilità di assistenza"
  56. “La sicurezza nelle scuole: una priorità di Fratelli d’Italia”
  57. Stefano Parisi sabato a Pescia Romana
  58. “Tuscia Connessa, lo sviluppo d’impresa passa attraverso l’innovazione"
  59. Panunzi visita la DiMar Group: "Un'eccellenza artigiana"
  60. Potere al Popolo presenta i candidati
  61. "Continuiamo a costruire una regione in cui nessuno è più dimenticato"
  62. Una due giorni nella Tuscia per Sergio Pirozzi
  63. “Garanzia giovani, qualcuno ricordi a Ciambella che è candidata Pd”
  64. "So che riusciremo a coronare un sogno”
  65. Senato uninominale e plurinominale – Le liste
  66. Camera uninominale e plurinominale - Le liste
  67. "La politica intervenga per prevenire le spirali di violenza"
  68. "È normale che la Cotral promuova il Pd?"
  69. Riconquistare l'Italia, i candidati per la regione
  70. Riconquistare l'Italia, i candidati per la regione
  71. Egidi (Pd): "Massolo, un modello di fare politica che sento mio"
  72. Tutte le liste e i candidati per le regionali
  73. Peruzzi, Ceccarelli, Tranfa, Nicolosi candidati in regione
  74. Il comitato elettorale su sondaggio Piepoli: "Nicola Zingaretti al 40%"
  75. Egidi (Pd): Vanno rifinanziati gli attrattori culturali
  76. Luisa Ciambella apre a Viterbo la campagna elettorale
  77. Liberi e uguali: "Riaccendermo i riflettori sulla riserva naturale di Tuscania"
  78. Mazzola (Lista civica Zingaretti): "Io ci sono per Tarquinia e il territorio”
  79. Bizzarri (Pd): "Ciambella esempio di responsabilità e umiltà"
  80. Panunzi (Pd): "Con Zingaretti abbiamo ridato credibilità al Lazio, dobbiamo continuare"

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR