Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Paola Binetti (Noi con l'Italia - Udc) all'incontro con Paolo Guzzanti organizzato da Simonetta Badini - Battistoni (FI): "Lottare per il crocifisso in aula"

“Il gender a scuola non è una priorità”

di Giuseppe Ferlicca
Condividi la notizia:

Noi con l'Italia - Binetti, Badini e Guzzanti

Noi con l’Italia – Binetti, Badini e Guzzanti

Viterbo - Noi con l'Italia - Paola Binetti

Viterbo – Noi con l’Italia – Paola Binetti

Viterbo - Noi con l'Italia - Paolo Guzzanti

Viterbo – Noi con l’Italia – Paolo Guzzanti

Noi con l'Italia - Binetti, Badini e Guzzanti

Noi con l’Italia – Binetti, Badini e Guzzanti

Mauro Rotelli

Mauro Rotelli

Francesco Battistoni

Francesco Battistoni

Viterbo – “Dobbiamo lottare per il crocifisso nelle scuole”. Il programma del centrodestra che punta a tornare al governo è ampio, ma Francesco Battistoni non trascura un valore per lui importante.

Il candidato del centrodestra al senato uninominale probabilmente si è lasciato ispirare dall’intervento di Paola Binetti.

– Fotocronaca: Binetti e Guzzanti a Viterbo

La deputata e candidata per Noi con l’Italia – Udc è uno degli ospiti all’incontro voluto da Simonetta Badini, capolista alla camera plurinominale per la lista. Con lei, Paolo Guzzanti, deputato e giornalista di lungo corso.

“In questi anni i giovani disoccupati sono aumentati – spiega Binetti – blanditi con il jobs act, ma sono state offerte loro opportunità al di sotto dei loro talenti. Sono stati ingannati”.

Giovani, famiglia ed economia. “Non è possibile che le imprese ricevano fondi e poi delocalizzino l’attività, come sta accadendo con Embraco. Abbiamo un made in Italy meraviglioso, ma nel nostro paese si progetta e basta. La produzione è all’estero”.

Quindi, temi per i quali Binetti si è fatta conoscere. “A scuola – osserva Binetti – non vogliamo ragionare di gender. Riconosciamo massima dignità e rispetto per tutti, ma non è questo il tema del paese o l’urgenza. Non si misura su questo, il quotidiano”.

Se in Inghilterra istituiscono il ministero alla solitudine, Binetti punta su quello alla famiglia ed è certa che la sua lista abbia già raggiunto il 3%, obiettivo minimo per entrare: “Significa eleggere una ventina di parlamentari, ma noi vogliamo fare di più, per fare la differenza con le nostre idee”.

Quindi, l’invito a mettere una croce sulla croce. Ovvero, a votare Noi con l’Italia – Udc, mettendo una x sopra lo scudocrociato.

Simonetta Badini, dal canto suo, guarda al nostro territorio. Le priorità: “Puntare a definire le arterie e i network infrastrutturali – osserva Badini – la superstrada, il collegamento con Civitavecchia, quindi agricoltura di qualità, termalismo e il turismo, per il quale ci siamo impegnati con tutti gli alleati del centrodestra, sottoscrivendo un patto”. Senza dimenticare i valori. “Occorre ricostruire le radici, in una società labile e liquida. Garantire alle prossime generazioni un futuro più responsabile e credibile”.

Non piace, a Paolo Guzzanti, chi in questa campagna elettorale predica l’onestà. “I 5 stelle – osserva Guzzanti – sbandierano d’essere onesti e ci mancherebbe pure. L’onestà, non rubare non è un programma di governo. Il programma è saper fare. Non lasciamoci truffare”.

Il saluto di Francesco Battistoni (FI): “Mettiamo al centro i valori veri, le nostre tradizioni. Dobbiamo batterci per il crocifisso nelle scuole. Se tuteliamo le nostre tradizioni, ci faremo rispettare”.

Alla camera per il centrodestra uninominale c’è Mauro Rotelli. Parla di quello che vede. La neve intorno.

“Nella gestione dell’emergenza – osserva Rotelli – si è vista l’inettitudine dell’amministrazione comunale, ma stiamo per mettere fine all’esperienza del centrosinistra anche in comune, così come a cinque anni in cui dei cinque rappresentanti locali di quella parte politica in parlamento, abbiamo perso le tracce”.

Dati per dispersi, Rotelli e gli altri si rimettono in marcia. Sono le ultime ore di campagna elettorale.

Giuseppe Ferlicca


Condividi la notizia:
28 febbraio, 2018

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR