--

--

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Politica - Movimento 5 stelle - Di Mario minimizza e Pizzarotti va all'attacco

Mancati rimborsi, la somma supera il milione di euro

Luigi Di Maio

Luigi Di Maio

Roma – Oltre un milione di euro, a tanto potrebbero ammontare gli ammanchi ai rimborsi che i parlamentari M5s avrebbero dovuto restituire e che non hanno effettuato.

Soldi che sarebbero dovuti finire nel fondo per il microcredito istituito dal movimento. Finora sono 23 i milioni versati da deputati, senatori, eurodeputati e consiglieri regionali, tagliandosi lo stipendio percepito. 

A far emergere il caso, un servizio delle Iene trasmesso domenica, secondo il quale sono una decina i parlamentari e non solo i nomi della prima ora, Cecconi e Martelli, a non avere versato. Una fonte anonima, un ex militante, ha racconta il meccanismo: si effettua il bonifico, poi pubblicato sul sito tirendiconto.it, salvo poi revocarlo entro 24 ore.

Sulla difensiva, Luigi Di Maio. Il candidato premier in una diretta Facebook cita la canzone vincitrice al Festival di Sanremo.

“C’è una bella canzone, che ha vinto Sanremo – ricorda Di Maio – non mi avete fatto niente. Ecco, a noi oggi non ci avete fatto niente”.

Particolarmente duro, Federico Pizzarotti, ex 5 Stelle e sindaco di Parma. “Promettono lotta all’evasione – dice intervenendo a Radio Capital – e poi non riescono a controllare i rendiconti di cento parlamentari”.

13 febbraio, 2018

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564