Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--

--

TW-cliccami-560x60-due-colori

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Delitto di Santa Lucia - Secondo il medico legale che ha eseguito l'autopsia sul corpo di Gianfranco Fieno, trovato cadavere insieme alla moglie

“Morto per insufficienza cardiocircolatoria”

di Raffaele Strocchia

Rosa Franceschini e Gianfranco Fieno

Rosa Franceschini e Gianfranco Fieno

Delitto di Santa Lucia - L'attizzatoio usato per uccidere Rosa Franceschini

Delitto di Santa Lucia – L’attizzatoio usato per uccidere Rosa Franceschini

Delitto di Santa Lucia - La fruttiera con le macchie di sangue e i guanti

Delitto di Santa Lucia – La fruttiera con le macchie di sangue e i guanti

Delitto di Santa Lucia - La cucina dei coniugi Fieno, luogo del delitto

Delitto di Santa Lucia – La cucina dei coniugi Fieno, luogo del delitto

Delitto di Santa Lucia - Il salone dei coniugi Fieno - La freccia indica l'attizzatoio usato per uccidere Rosa Franceschini

Delitto di Santa Lucia – Il salone dei coniugi Fieno – La freccia indica l’attizzatoio usato per uccidere Rosa Franceschini

Viterbo – “Gianfranco Fieno è morto per un’insufficienza cardiocircolatoria e respiratoria acuta. Rita Franceschini per trauma cranico encefalico, emorragia cerebrale e insufficienza cardio respiratoria acuta”. Il dottor Saverio Potenza, dell’istituto di medicina legale di Roma Tor Vergata, lo ha scritto nella relazione inviata in procura subito dopo gli esami autoptici sui coniugi trovati cadavere il 13 dicembre scorso, nel loro appartamento al civico 26 di via Santa Lucia.

Ma risposte certe sulle cause, le modalità e il giorno della morte di Gianfranco, ottantatré anni, e Rosa, 71, le daranno solo gli esiti dell’autopsia. Scaduti i sessanta giorni di tempo per gli accertamenti, iniziati alle 12,45 del 15 dicembre e andati avanti per quattro ore, finiranno a breve sulla scrivania del procuratore capo di Viterbo Paolo Auriemma e del sostituto Chiara Capezzuto.

I pm inquirenti hanno chiesto al medico legale Potenza di stabilire “a mezzo di esame esterno dei cadaveri di Gianfranco Fieno e Rosa Franceschini, di esame autoptico e di ogni altro eventuale accertamento ritenuto utile, la natura e il tipo delle eventuali lesioni riscontrate e quali siano stati la causa, i mezzi e l’epoca della morte. Proceda altresì al prelievo di liquidi biologici e tessuti per eventuali ulteriori indagini di laboratorio”.

L’autopsia è fondamentale, per sciogliere i principali dubbi sul delitto di santa Lucia. Ed era già stata sollecitata dal medico legale della Asl di Viterbo, Alessandro Pinnavaia, che la sera del 13 dicembre ha eseguito i primi rilievi sui cadaveri. “Gianfranco Fieno non risulta avere ecchimosi esterne evidenti e pertanto potrebbe essere deceduto per cause naturali, ma sarebbe opportuno effettuare l’esame autoptico al fine di verificare lo stato dei polmoni per escludere un soffocamento. Rosa Franceschini risulta invece aver subito due evidenti colpi alla parte sinistra del cranio, compatibili con un oggetto non appuntito e che a seguito di tali lesioni avrebbe perso molto sangue. Poiché la stanza dove sono stati rinvenuti i cadaveri risulta essere estremamente pulita, si ipotizza che il delitto sia stato perpetrato in un’altra stanza e successivamente il cadavere sarebbe stato spostato ai piedi del letto matrimoniale”.

Per gli inquirenti, Rosa sarebbe stata uccisa in cucina. Vicino al tavolo da pranzo, mentre era di spalle, dopo esser stata ripetutamente colpita alla testa con un attizzatoio di ferro. Le macchie di sangue sulle pareti erano visibili anche a occhio nudo. Ermanno Fieno, il figlio di 44 anni, avrebbe provato a cancellarle, ma senza riuscirci. È in carcere da due mesi, con l’accusa di omicidio volontario per aver cagionato la morte di entrambi i genitori. Ma con i risultati dell’autopsia in mano, qualora venisse confermata la morte per cause naturali del padre, la procura potrebbe riqualificare il capo d’imputazione.

Gianfranco e Rosa sarebbero stati trovati cadavere due settimane dopo la morte, anche se il medico legale Potenza nella prima relazione ha scritto come data della morte il 13 dicembre, giorno del ritrovamento dei corpi. Ma stando alle prime indiscrezioni, Rosa sarebbe morta la mattina del 29 novembre. Almeno dodici ore dopo il marito. Erano entrambi avvolti in delle pellicole da imballaggio, fissate con dello scotch all’altezza di collo, fianchi e caviglie. Lui era disteso sul letto. Lei ai suoi piedi, a terra.

Raffaele Strocchia


Multimedia: video: La testimonianza di una conoscente – I funerali dei coniugi Fieno – Le testimonianze dei vicini – La polizia al lavoro – Trovati morti in casa – Fotocronaca: L’addio a Gianfranco Fieno e Rosa Rita Franceschini – L’arresto di Ermanno Fieno – Delitto di Santa Lucia, la polizia al lavoro – Tragedia in via Santa Lucia – Coppia uccisa in casa


Presunzione di innocenza
Per indagato si intende semplicemente una persona nei confronti della quale vengono svolte indagini preliminari in un procedimento penale.

Nel sistema penale italiano vige la presunzione di innocenza fino al terzo grado di giudizio. Presunzione di innocenza che si basa sull’articolo 27 della costituzione italiana secondo il quale una persona “non è considerata colpevole sino alla condanna definitiva”.

14 febbraio, 2018

Delitto di Santa Lucia ... Gli articoli

  1. La procura vuole il giudizio immediato per Ermanno Fieno...
  2. "Ho ucciso io mia madre"
  3. Delitto di Santa Lucia, Ermanno Fieno confessa l'omicidio della madre
  4. L'autopsia al vaglio di procura e difesa
  5. Non è stato duplice omicidio
  6. "Truffa, furto e falso" nel passato di Ermanno Fieno
  7. "A mamma e papà hai detto che gli hai raccontato molte bugie?"
  8. Colpita con l'attizzatoio e finita con un cuscino...
  9. Okay alla difesa Fieno, Massatani incontra la pm Capezzuto
  10. Incontro in carcere tra Ermanno Fieno e l'avvocato Massatani
  11. "Non eravamo graditi a persone vicine a Ermanno Fieno"
  12. "L'interrogatorio di Ermanno Fieno non è sinonimo di abbreviato"
  13. Ermanno Fieno rinuncia al riesame contro l'accusa di duplice omicidio
  14. "Cattivi rapporti con i miei per colpa di Ermanno"
  15. Delitto coniugi Fieno, venerdì l'udienza al Riesame
  16. Ermanno Fieno scrive lettere alla compagna dal carcere
  17. Fieno ricorre al riesame contro l'accusa di duplice omicidio
  18. "Devo litigare con mia sorella, sarà una lunga nottata..."
  19. In procura il fratello e la sorella di Ermanno Fieno
  20. "Capace di agire con violenza del tutto sproporzionata..."
  21. "Fieno voleva sbarazzarsi dei cadaveri"
  22. Ermanno Fieno "studia" le carte dell'inchiesta
  23. Due colpi in testa per uccidere la madre
  24. Fieno vuole farsi interrogare
  25. I difensori di Fieno: "Infondata l'accusa di duplice omicidio"
  26. Ermanno Fieno resta in carcere
  27. I fratelli di Ermanno tentarono di parlare con i genitori...
  28. "Frastornato, ma inizia a rendersi conto della situazione"
  29. Primo incontro a Mammagialla tra Fieno e i suoi avvocati
  30. Perizia psichiatrica su Fieno, difesa al lavoro
  31. "La verità verrà accertata solo nelle sedi giudiziarie..."
  32. Fieno in isolamento a Mammagialla
  33. Ermanno Fieno nel carcere di Mammagialla
  34. "15 giorni con due cadaveri in casa, serve una perizia psichiatrica su Fieno"
  35. "I corpi nel cellophane per cancellare l'omicidio dalla mente..."
  36. Gianfranco e Rosa morti da almeno due settimane
  37. Gianfranco non è stato ammazzato
  38. "Ermanno Fieno non è un mostro e non è matto"
  39. "I giorni in carcere non sono i più duri della mia vita..."
  40. Il gip: "Fieno deve restare in carcere"
  41. "Chi ha sbagliato comprenda l'errore"
  42. "Una violenta lite, poi non li ho più visti..."
  43. Rosa colpita alle spalle, il sangue sulle pareti
  44. Fieno non ha versato una lacrima
  45. Ermanno Fieno ha fatto scena muta
  46. Ermanno Fieno davanti al magistrato
  47. Ermanno Fieno riconosciuto mentre scendeva le scale della stazione
  48. Sangue anche in cucina
  49. "Aveva 750 euro in contanti e vestiti appena acquistati"
  50. Rintracciato e fermato a Ventimiglia Ermanno Fieno
  51. Oggi il riconoscimento delle vittime e l'affidamento dell'autopsia
  52. Rintracciato e fermato a Ventimiglia Ermanno Fieno
  53. “Non li abbiamo mai sentiti litigare, lui era un solitario”
  54. Rosa uccisa con uno spiedo di ferro
  55. Indagato per omicidio volontario il figlio Ermanno
  56. La scientifica col luminol sul luogo del delitto
  57. Aperto dalla procura un fascicolo per duplice omicidio
  58. Trovati morti sul letto avvolti nel cellophane
  59. Coppia trovata morta in casa, si ipotizza il duplice omicidio
  60. Trovati due cadaveri in una casa

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564