Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Stava passeggiando a pratogiardino Lucio Battisti con un folto gruppo di persone nel tentativo di bonificare un luogo pubblico

“Rubano” la panchina a Lucio Matteucci…

Condividi la notizia:

Viterbo - La polizia a pratogiardino Lucio Battisti

Viterbo – La polizia a pratogiardino Lucio Battisti

Viterbo - La polizia a pratogiardino Lucio Battisti

Viterbo – La polizia a pratogiardino Lucio Battisti

Viterbo - Disordini a pratogiardino Lucio Battisti

Viterbo – Disordini a pratogiardino Lucio Battisti

Viterbo - Disordini a pratogiardino Lucio Battisti

Viterbo – Disordini a pratogiardino Lucio Battisti

Viterbo - Disordini a pratogiardino Lucio Battisti

Viterbo – Disordini a pratogiardino Lucio Battisti

Viterbo - Disordini a pratogiardino Lucio Battisti

Viterbo – Disordini a pratogiardino Lucio Battisti

Viterbo - Disordini a pratogiardino Lucio Battisti

Viterbo – Disordini a pratogiardino Lucio Battisti

Viterbo - Disordini a pratogiardino Lucio Battisti

Viterbo – Disordini a pratogiardino Lucio Battisti

Viterbo – “In segno di sfida hanno tolto la panchina e se la stavano portando via”. E’ il racconto di Lucio Matteucci che sabato mattina si trovava a passeggio con un folto gruppo di persone a pratogiardino Lucio Battisti nel tentativo di bonificare un luogo pubblico. Pratogiardino è infatti da tempo luogo di spaccio.

“Siamo andati a pratogiardino con bambini, donne, invalidi e persone grandi per fare una passeggiata nel parco e prenderci un caffè in amicizia – racconta Matteucci -. Ci siamo seduti a parlare e scherzare e vicino a noi ci stavano persone che palesemente non gradivano la nostra presenza…”.

Le persone a cui si riferisce Matteucci avrebbero quindi preso la panchina.

“Ad un certo punto in segno di sfida – sostiene Lucio Matteucci -, hanno tolto la panchina e se la stavano portando via. A quel punto gli abbiamo ricordato che quello è un bene pubblico e non roba loro. Ci hanno detto che caz… volevamo e di farci i caz… nostri. A quel punto abbiamo chiamato il 113 dopo averli invitati a lasciare il maltolto.

Vista la nostra determinazione nel rivendicare il rispetto delle regole, hanno abbandonato pratogiardino.

Vi invitiamo a una passeggiata ogni sabato mattina sempre alle 11 dentro il parco per ritrovare quello spirito di comunità che purtroppo stiamo perdendo – afferma ancora Matteucci -. La polizia al suo arrivo ci ha identificati tutti, ma è la prassi e visto che non abbiamo nulla da nascondere nessun problema.

Il parco deve essere di tutti e di tutte quelle persone che vogliono goderselo senza la paura di essere di impiccio a qualcuno.

La questura ha avuto disposizione di mettere in campo tutte le forze possibili per ripristinare le regole dentro il parco… Quindi cari cittadini dovete assolutamente frequentare senza timore alcuno il parco principale della nostra città. Ci vediamo sabato prossimo…

Cerchiamo  – conclude Matteucci – una figura che si rende disponibile ogni domenica mattina all’interno del parco per far fare esercizi fisici alle persone e in più a breve con il vostro aiuto formeremo il comitato pratogiardino”.


Condividi la notizia:
18 febbraio, 2018

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR