--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Emergenza neve - Commercianti del centro storico sul piede di guerra - Dura reprimenda di Gaetano Labellarte (Facciamo Centro) e Alessandra Di Marco (Rete Viterbo capitale medievale)

“Siamo tutti incazzati…”

di Daniele Camilli

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

Alessandra Di Marco

Alessandra Di Marco

Gaetano Labellarte

Gaetano Labellarte

Viterbo - Emergenza neve - Commercianti al lavoro in via del Corso

Viterbo – Emergenza neve – Commercianti al lavoro in via del Corso

Viterbo - Emergenza neve - Commercianti al lavoro in via del Corso

Viterbo – Emergenza neve – Commercianti al lavoro in via del Corso

Viterbo - Emergenza neve - Via del Corso

Viterbo – Emergenza neve – Via del Corso

Viterbo – Dalla neve al ghiaccio, commercianti viterbesi “avvelenati”.

Anzi, “siamo proprio incazzati”, ha detto per telefono Gaetano Labellarte, presidente dell’associazione Facciamo Centro e proprietario di uno dei negozi di abbigliamento a Corso Italia.

“Abbiamo aspettato un giorno – prosegue Labellarte – sperando che la situazione si risolvesse rapidamente e che la nevicata del 2012 avesse insegnato qualcosa. E soprattutto qualche amministratore della città avesse imparato. Invece niente, le spese di tutto le fanno solo commercianti e residenti”.

Costretti a spalare ghiaccio e neve da soli. Prima dell’arrivo dell’esercito. Come se si trattasse di un terremoto.

Lungo Corso Italia era tutto un gran da farsi. Pale e rompighiaccio. Vestiti alla bene e meglio. Armati di sale. Per strada, a fare un lavoro che sarebbe spettato alle istituzioni. Con le informazioni che viaggiano solo su facebook e sui siti delle testate giornalistiche.

“Siamo stati abbandonati – ha sottolineato il presidente di Facciamo Centro –. Non hanno messo un grammo di sale. Nemmeno una notizia ufficiale sul sito internet del Comune. Questa mattina (ieri ndr) ho dovuto spalare e spicconare il ghiaccio alto 5 centimetri, quando la situazione doveva essere risolta prima. Prima che noi aprissimo i negozi. Le tasse che paghiamo servono a far fronte anche a queste situazioni. E come me tantissimi altri commercianti del centro sono nelle stesse condizioni. Praticamente tutti. Una cosa gravissima. E ho ricevuto decine e decine di telefonate da parte delle altre attività commerciali. Tutti ridotti come me, tutti incazzati”.

Anche perché i commercianti di Viterbo non navigano certo nell’oro. Con una crisi economica che non finisce, le aziende che chiudono e le vie del commercio che mano mano vanno incontro al deserto.

“Appena sono arrivata al lavoro mi sono resa conto di un disastro che nessuno si aspettava di trovare – spiega Alessandra Di Marco, presidente della rete di impresa “Viterbo capitale medievale” e proprietaria di un’attività di articoli sportivi –. Via Matteotti e via San Bonaventura completamente gelate. Neanche il fornitore è potuto arrivare davanti al negozio. Perché altrimenti sarebbe finito dritto dritto contro la porta di ingresso alla città che si trova appunto lungo via San Bonaventura”.

Ghiaccio anche fuori le mura cittadine. Via Primo Maggio, tanto per citare un esempio, questa mattina era come ieri. La strada piena di neve, questa volta congelata. Stessa cosa per tutto il quartiere murialdo.

“Via Vicenza imbarazzante – scrive Alessandro Graziotti –, stamani (ieri ndr) sono uscito a piedi per raggiungere piazza della Rocca e c’ho messo un’ora, tra macchine e pedoni che non riuscivano a muoversi. Un disastro”.

Perché la vita va avanti e interrompere il lavoro non è semplice per nessuno. Perché con i tempi che corrono, non lavorare un giorno significa non guadagnare e non riuscire a tirare avanti a fine mese. Soprattutto quando si è precari e la propria attività economica dipende dalla volontà degli altri. E a questo punto anche dal tempo. Anche da una nevicata che paralizza ogni cosa. Nonostante tutto. Nonostante l’anno in corso sia il 2017 e non il 1017.

“Chiediamo alle istituzioni – commenta Alessandra Di Marco – non solo di annunciare nevicate che poi non si sanno affrontare, ma di mettere in campo un piano di emergenza volto a risolvere situazioni come queste che si sono presentate, subito, nell’immediato.

Preparare un piano di interventi almeno per la prossima nevicata, sviluppando tutti gli strumenti necessari. Prima, non dopo. Senza dover aspettare 48 ore. Senza dover intervenire da soli.

Chiediamo anche che quanto accaduto sia discusso e affrontato in consiglio comunale. Valutando infine tutti i danni subiti dai residenti e dal mondo del commercio. Danni per il mancato reddito, non di ieri ma di questa mattina, sperando che la cosa non prosegua. Danni per l’impossibilità di raggiungere il lavoro o fare il proprio lavoro, in particolar modo per i lavori precari che ormai sono la maggior parte. E infine, danni d’immagine. Per tutta la città e un centro storico che ogni giorno, a fatica, si cerca di valorizzare”.

Daniele Camilli


Puoi usare commenti per le segnalazioni


Condividi la notizia:
28 febbraio, 2018

Emergenza neve 2018 ... Gli articoli

  1. I militari liberano i vicoli dalla neve
  2. "Lasciati a piedi per qualche centimetro di neve"
  3. "Neve, gestione dell'emergenza decisamente bocciata"
  4. Tarquinia, il comune chiede lo stato di calamità naturale
  5. "Domani riaprono le scuole"
  6. "Domani riaprono le scuole"
  7. "Semianello completamente riaperto"
  8. Neve e ghiaccio, problemi alla circolazione
  9. "Soccorse tre ragazze e quattro auto andate fuori strada"
  10. Gallese innevata
  11. La magia di Viterbo sotto la neve
  12. Viterbese, è un marzo terribile
  13. “Ci siamo ammazzati di lavoro giorno e notte”
  14. Emergenza neve, ancora più militari
  15. Camion blocca entrata a porta Romana, automobilisti furiosi
  16. Le scuole? Se nevica so' chiuse, se non nevica so' aperte...
  17. Viterbese ospite al Martelli di Montalto per gli allenamenti
  18. Riaperto il semianello
  19. Scuole ancora chiuse, riaprono gli uffici pubblici
  20. Il semianello è ancora chiuso, ma i vigili del fuoco sono al lavoro
  21. "Ghiaccio nelle carrozze e ritardi biblici"
  22. "Un lavoro di squadra tempestivo e ben organizzato"
  23. "È la disperazione...", l'odissea di Sabina Guzzanti
  24. Da oggi riprende la raccolta rifiuti
  25. Sopralluogo di prefetto, polizia, vigili del fuoco, carabinieri ed esercito
  26. Trenta militari e tre mezzi
  27. "Riparte la raccolta porta a porta, ma solo nelle strade agibili"
  28. Emergenza neve, chiude pure pratogiardino
  29. Emergenza neve, chiude pure pratogiardino
  30. Scuole chiuse nel capoluogo anche domani
  31. Scuole e uffici chiusi "per neve", esposto alla corte dei conti
  32. "Siamo operativi, da stamani segnalazioni in calo"
  33. Più di 30 auto fuori strada sulla Sp Carcarelle
  34. Frontale tra auto sulla Cimina, due feriti
  35. È arrivato l'esercito
  36. Treno si blocca nei pressi di Orte, ritardi fino a 7 ore
  37. "Quartieri e frazioni abbandonati, vie transennate"
  38. Neve, sospesi i treni Viterbo-Roma
  39. Tarquinia sotto la neve, uno spettacolo bellissimo
  40. E l'autobus va a spinta... - Video
  41. "Le strade principali non sono pulite manco pe' 'l cazzo..."
  42. Neve e ghiaccio paralizzano la città
  43. "Emergenza neve, mezzi al lavoro no stop"
  44. Prorogata la chiusura degli uffici della pubblica amministrazione
  45. Cri, attivo servizio assistenza ai senza tetto
  46. Stalattiti di ghiaccio, via Mazzini chiusa fino a domani
  47. Neve, stop ai treni sulla Roma-Viterbo
  48. Protezione civile, 254 squadre impegnate in tutto il Lazio
  49. Uffici pubblici chiusi anche domani e dopodomani
  50. Emergenza neve, scuole e università chiuse anche domani
  51. "Emergenza neve, sospesa la raccolta dei riufiuti"
  52. "Strutture ospedaliere accessibili a cittadini e mezzi di soccorso"
  53. Decine di infortuni per le strade ghiacciate
  54. Cotral: "Neve, attivi i collegamenti per Viterbo"
  55. Auto sbanda in via della Palazzina
  56. "Emergenza neve e ghiaccio, stanziati 4 milioni per i comuni"
  57. "Strade principali liberate dalla neve"
  58. "Chiusi tutti gli uffici pubblici"
  59. Maltempo, bus Cotral fermi nella Tuscia
  60. Bufera di neve sulla Tuscia, Viterbo imbiancata
  61. "Emergenza neve, scuole chiuse a Viterbo"
    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR