--

--

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Acquapendente - Tre persone messe in fuga dagli agenti del Securpol e dai carabinieri

Tagliano la rete e tentano di rubare in un impianto fotovoltaico

Sala operativa Securpol Group

Sala operativa Securpol Group

Carabinieri

Carabinieri

Acquapendente – Con una tronchesina hanno tagliato la recinzione in metallo, sono entrati nell’impianto fotovoltaico e hanno tentato di mettere a segno un colpo. Ma sono stati messi in fuga dagli agenti del Securpol e dai carabinieri.

È successo intorno alle 21 di sabato, quando l’allarme dell’impianto fotovoltaico in località Chiodo ad Acquapendente ha iniziato a suonare. La segnalazione è subito arrivata alla sala operativo del Securpol Group di Viterbo, che ha immediatamente avviato le procedure d’intervento.

Una pattuglia dell’istituto di vigilanza si è precipitata sul posto, insieme ai carabinieri di Montefiascone. L’allarme sarebbe stato fatto scattare da tre persone che erano riuscite a entrare nel complesso, ma il pronto intervento degli agenti del Securpol e dei militari dell’Arma li ha messi in fuga sventando il tentativo di furto.

Nell’effettuare i controlli del caso, gli investigatori avrebbero rilevato un taglio nella recinzione in metallo. Da lì i tre si sarebbero introdotti nell’impianto, ma poi sono stati disturbati dall’arrivo delle pattuglie.

Nella fuga i malviventi avrebbero lasciato a terra una tronchesina, che avrebbero usato per aprire il varco nella rete. Sarebbe l’unico danno che sarebbe stato arrecato al complesso. Le indagini proseguono per arrivare all’individuazione dei tre.

13 febbraio, 2018

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564