--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Battaglia elettorale - Regionali - Interviene Angelo Conti (Leu)

“Tornare a lottare per i lavoratori e abolire il Jobs Act”

Condividi la notizia:

Angelo Conti

Angelo Conti

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – L’introduzione del Jobs Act ha portato alla cancellazione di diritti conquistati da decenni di lotte, primo di tutti l’ abolizione dell’articolo 18. Oggi il datore di lavoro può licenziare senza giustificato motivo e non è più previsto il reintegro nel posto di lavoro nel caso in cui il giudice stabilisca che il licenziamento è illegittimo.

Inoltre, l’introduzione del contratto a tutele crescenti ha sanzionato una forma di decontribuzione per le aziende, ma niente tutele, sul lungo periodo, per il lavoratore.

Lo scorso anno 3.300.000 nuovi contratti sono stati firmati ma ben 2.600.000 sono arrivati al loro termine naturale o sono stati interrotti per licenziamento. 700.000 sono lavoratori che sono passati da una tipologia contrattuale a un’altra, quindi non neo assunti.

La tipologia contrattuale che va per la maggiore non è il tempo indeterminato, che poi lo si può cancellare in un attimo, ma quello precario. I voucher, per esempio, sono sono buoni che si comprano all’ufficio postale o dal tabaccaio, comprendono la quota da versare per tasse e contributi (bassissimi) e servono a pagare la singola ora di lavoro. In questo modo si può far lavorare, perfettamente in regola, qualsiasi persona senza dargli ferie, malattia, maggiorazioni per straordinario, notturno o domenicale, potendolo mandare a casa senza nemmeno bisogno della lettera di licenziamento.

Troppe operaie che lavoravano nel mondo della ceramica, soprattutto nel campo della stoviglieria, hanno dovuto abbandonare le fabbriche. Ora non si decorano più i piatti ma si stampano.

Si è persa una professionalità che ha origini antichissime. Le operaie non sono mai state ricollocate e tanto meno il Governo ha fatto nulla per differenziare le forme di investimento in modo da non perdere queste professionalità. Ora molte donne lavorano come badanti, nei servizi o nell’agricoltura. Vivono con i voucher e non hanno nessuna possibilità di stabilizzare la loro condizione.

I contratti a tempo indeterminato sono aumentati non solo perché grazie al Jobs Act licenziare non è mai stato così facile, rendendo instabile anche il contratto a tempo indeterminato, ma soprattutto perché grazie alla Legge di Stabilità le imprese che assumono non pagheranno fino a 8.060 euro di contributi previdenziali, coperti dalle casse dello Stato.

Lo smantellamento delle leggi, a tutela dei lavoratori, è venuto gradualmente. Una tattica che ha permesso di arrivare alla generalizzazione della precarietà. Siamo arrivati al punto che la gente pensa che i diritti debbano essere meritati, quando, invece, sono sanciti dalla Costituzione: diritto al lavoro, diritto alla sanità, alla scuola alla casa.

Si vuole pagare meno la gente e farla lavorare di più. Così non si crea occupazione. I dati mentono. Il lavoro non c’è e gli imbrogli per far comparire posti di lavoro sono tanti. Basta, in una settimana, aver fatto un’ ora di lavoro retribuito o gratis, se è nell’azienda di famiglia, che i dati aumentano. Comprando dal tabaccaio un’ora di lavoro, non si crea un posto di lavoro.

Bisogna avere un progetto di lotta. Avendo ben chiaro che, chi mette in pericolo i diritti e le conquiste, che venga da destra o sinistra, è un avversario dei lavoratori. Bisogna ricostruire una coscienza in mezzo alla gente confusa. Rieducare alla lotta di classe, vuol dire ritornare a lottare per l’unità dei lavoratori.

Angelo Conti
Liberi e Uguali – candidato regione Lazio


Condividi la notizia:
22 febbraio, 2018

Politiche e regionali 2018 ... Gli articoli

  1. Candidati e cittadini, tutti al voto...
  2. Oltre 246mila al voto
  3. "La forza di una comunità è quella di non lasciare indietro nessuno"
  4. "Combattiamo ogni giorno per difendere la dignità delle donne"
  5. "Serve un fisco più vicino al contribuente"
  6. "24 ore no stop di tour in giro per la Tuscia"
  7. Bigiotti chiude con Crepet, Cervo e Profili
  8. “Una 'buona scuola' da rivedere e corregge”
  9. "Il Lazio riparte, anche nella sanità"
  10. "Cotral, una malagestione figlia di una dirigenza incompetente"
  11. "Aiutiamo le imprese a non delocalizzare"
  12. "Fondo futuro, una risposta intelligente per facilitare l'accesso al credito"
  13. "Difesa dei mercati e dei prodotti tipici locali contro le truffe"
  14. Un gruppo di ragazzi diversamente abili della Tuscia al Parlamento Europeo
  15. "Dipartimenti di salute mentale, ridefinire le risorse a partire dal personale"
  16. "Il porto di Civitavecchia è un patrimonio e va tutelato"
  17. "Altro che fuori dal commissariamento, la sanità è al collasso"
  18. "Bisogna rinvestire su tutti gli ospedali della provincia"
  19. "Invece di comprare treni nuovi, Zingaretti pensasse a quelli vecchi"
  20. Lorenzo Kruger in concerto al Mat di via del Ganfione
  21. "Agricoltura, urge un cambiamento a tutela delle nostre eccellenze”
  22. "Gelo, Zingaretti dichiari lo stato di calamità"
  23. “Vie ricoperte di ghiaccio e poco sicure per i cittadini"
  24. "Il lavoro di salvataggio e valorizzazione dell'€™ospedale non è concluso"
  25. "Scelta scellerata chiudere l’ex museo della Tuscia Rupestre"
  26. "Buran spazzerà via Michelini e il Pd"
  27. "Nuovo pronto soccorso Andosilla, solo uno slogan elettorale"
  28. "Il Lazio si è rialzato, va finito il lavoro"
  29. "Coop sociali, più attenzione su fondi, programmazione e gare"
  30. "Alluvione Orte, proroga al 19 marzo è buona notizia per cittadini"
  31. "Doppia preferenza, la regione rappresenta i principi di parità"
  32. Un patto per la Tuscia con Stefano Parisi
  33. "Mai un'assenza in regione per Daniele Sabatini, un secchione..."
  34. Renata Polverini e Maurizio Gasparri a Tarquinia
  35. Matteo Orfini "benedice" Fioroni
  36. “Un marchio di qualità per promuovere le eccellenze locali”
  37. "Appoggio al programma di promozione dei diritti degli omosessuali"
  38. "Pd unico argine contro la follia revisionista"
  39. "Ex Terme Inps, Zingaretti e Michelini hanno temporeggiato troppo..."
  40. Stefano Parisi a Monterosi ed Orte
  41. "Una buona notizia per la rete sanitaria dell’Alta Tuscia"
  42. "Sei proposte credibili per i giovani e il diritto allo studio"
  43. "Innovare e internazionalizzare, la doppia sfida per l’agricoltura"
  44. “Visita al Mammagialla, più sostegno a polizia penitenziaria”
  45. “Le società sportive abbandonate dalla Regione”
  46. "Un consigliere regionale rappresenta un intero territorio"
  47. "Creare il monumento naturale di Blera e della Faggeta di Bassano Romano"
  48. “La cooperazione volano di sviluppo del territorio”
  49. "Chiusa la fase istruttoria per la sottomisura 6.1"
  50. Roberto Calderoli a Orte scalo
  51. Sergio Pirozzi in visita a Tarquinia
  52. "Ho un rapporto speciale con questa cittadina"
  53. Parisi: "Torneremo grandi"
  54. "Serve garantire una diffusa possibilità di assistenza"
  55. “La sicurezza nelle scuole: una priorità di Fratelli d’Italia”
  56. Stefano Parisi sabato a Pescia Romana
  57. “Tuscia Connessa, lo sviluppo d’impresa passa attraverso l’innovazione"
  58. Panunzi visita la DiMar Group: "Un'eccellenza artigiana"
  59. Potere al Popolo presenta i candidati
  60. "Continuiamo a costruire una regione in cui nessuno è più dimenticato"
  61. Una due giorni nella Tuscia per Sergio Pirozzi
  62. “Garanzia giovani, qualcuno ricordi a Ciambella che è candidata Pd”
  63. "So che riusciremo a coronare un sogno”
  64. Senato uninominale e plurinominale – Le liste
  65. Camera uninominale e plurinominale - Le liste
  66. "La politica intervenga per prevenire le spirali di violenza"
  67. "È normale che la Cotral promuova il Pd?"
  68. Egidi (Pd): "Trasporto pubblico, si valuti l'ipotesi di un'azienda unica regionale"
  69. Riconquistare l'Italia, i candidati per la regione
  70. Riconquistare l'Italia, i candidati per la regione
  71. Egidi (Pd): "Massolo, un modello di fare politica che sento mio"
  72. Tutte le liste e i candidati per le regionali
  73. Peruzzi, Ceccarelli, Tranfa, Nicolosi candidati in regione
  74. Il comitato elettorale su sondaggio Piepoli: "Nicola Zingaretti al 40%"
  75. Egidi (Pd): Vanno rifinanziati gli attrattori culturali
  76. Luisa Ciambella apre a Viterbo la campagna elettorale
  77. Liberi e uguali: "Riaccendermo i riflettori sulla riserva naturale di Tuscania"
  78. Mazzola (Lista civica Zingaretti): "Io ci sono per Tarquinia e il territorio”
  79. Bizzarri (Pd): "Ciambella esempio di responsabilità e umiltà"
  80. Panunzi (Pd): "Con Zingaretti abbiamo ridato credibilità al Lazio, dobbiamo continuare"
    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR