Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Battaglia elettorale - Regionali - Il candidato di Forza Italia alla Pisana Dario Bacocco critica l'organizzazione dei trasporti pubblici

“Cotral, una malagestione figlia di una dirigenza incompetente”

Condividi la notizia:

Dario Bacocco

Dario Bacocco

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Zingaretti che tanto si vanta di aver cambiato la regione Lazio ha mai provato a prendere i mezzi del Cotral?

A nessun cittadino della nostra regione sarà passato inosservata la piena incapacità della dirigenza del Cotral, e quindi della regione Lazio, nel gestire un servizio pubblico così importante; ovviamente nulla contro i dipendenti del Cotral (in primis gli autisti) che sono tra le principali vittime di questa mala gestione.

Una malagestione figlia di una dirigenza incompetente, una dirigenza incaricata dalla regione Lazio, in quanto unico azionista del Cotral, che, con gli stessi stanziamenti a disposizione, ha impietosamente tagliato numero della corse e personale.

Una malaugurata gestione che ha avuto un impatto devastante per gli studenti, per i lavoratori, per tutti i cittadini; viaggiatori che, a discapito della sicurezza stradale, spesso si trovano ad affrontare lunghe tratte stando in piedi, oppure ad arrivare al lavoro o a scuola in ritardo perché chi organizza gli orari delle corse, ha un solo pensiero: tagliarle!

Una dirigenza regionale che si è dimostrata inefficiente anche nella manutenzione del parco automezzi: ogni giorno pullman rotti, che costringono lavoratori e studenti ad attendere lungo la strada un mezzo di ricambio, che quasi sempre tarda ad arrivare. In questi anni si sono registrati tagli alle spese, soprattutto quelle necessarie, che non hanno permesso la manutenzione né ordinaria, né straordinaria dei pullman e che talvolta hanno fatto sfiorare la tragedia con automezzi che sono andati in fiamme.

Da parte della dirigenza e quindi della regione Lazio, una gestione fallimentare da cui non si è salvato neanche il trasporto ferroviario che registra treni sporchi, spesso stracolmi di passeggeri e dove si respira un clima di insicurezza. Stazioni, oramai abbandonate, alla mercè dei malintenzionati e dove trovare qualcuno che possa dare informazioni ai passeggeri è praticamente un miracolo.

Ma perché i dirigenti del Cotral o qualche esponente della giunta Zingaretti non controlla come stanno realmente le cose, non passa nelle stazioni, non prova a prendere pullman o treni?

Da tutto ciò vanno salvaguardati i dipendenti, altre vittime di questa scellerata gestione; dipendenti che per difendere la loro dignità sia di persone che di lavoratori sono costretti a ricorrere all’arma dello sciopero; dipendenti che vengono puniti, non per inefficienza lavorativa, ma perché denunciano questi problemi alla stampa oppure sui social. Dipendenti che sono sempre più costretti a turni di lavoro pesanti perché l’azienda ha tagliato centinaia di posti di lavoro, turni di lavoro che così come concepiti mettono a repentaglio la sicurezza dei dipendenti stessi, ma anche dei passeggeri.

Tutto questo, senza che quanto ingiustamente risparmiato sulle spalle dei lavoratori, invece che su quelle della dirigenza regionale, abbiano prodotto un miglioramento del servizio, anzi! Chi paga un abbonamento, non merita una gestione come questa; una gestione e una dirigenza regionale, ma anche un’amministrazione regionale, che ha letteralmente massacrato uno tra i servizi più importanti per i cittadini.

Ma forse a Zingaretti di questi problemi importa poco, l’importante è che i pullman girino facendo pubblicità al Pd, il resto non è problema suo.

In fondo Zingaretti quando dice di aver cambiato la regione Lazio, ha ragione; effettivamente l’ha cambiata, ma in peggio.

Dario Bacocco
Candidato al consiglio della Regione Lazio per Forza Italia


Condividi la notizia:
1 marzo, 2018

Politiche e regionali 2018 ... Gli articoli

  1. Candidati e cittadini, tutti al voto...
  2. Oltre 246mila al voto
  3. "La forza di una comunità è quella di non lasciare indietro nessuno"
  4. "Combattiamo ogni giorno per difendere la dignità delle donne"
  5. "Serve un fisco più vicino al contribuente"
  6. "24 ore no stop di tour in giro per la Tuscia"
  7. Bigiotti chiude con Crepet, Cervo e Profili
  8. “Una 'buona scuola' da rivedere e corregge”
  9. "Il Lazio riparte, anche nella sanità"
  10. "Aiutiamo le imprese a non delocalizzare"
  11. "Fondo futuro, una risposta intelligente per facilitare l'accesso al credito"
  12. "Difesa dei mercati e dei prodotti tipici locali contro le truffe"
  13. Un gruppo di ragazzi diversamente abili della Tuscia al Parlamento Europeo
  14. "Dipartimenti di salute mentale, ridefinire le risorse a partire dal personale"
  15. "Il porto di Civitavecchia è un patrimonio e va tutelato"
  16. "Altro che fuori dal commissariamento, la sanità è al collasso"
  17. "Bisogna rinvestire su tutti gli ospedali della provincia"
  18. "Invece di comprare treni nuovi, Zingaretti pensasse a quelli vecchi"
  19. Lorenzo Kruger in concerto al Mat di via del Ganfione
  20. "Agricoltura, urge un cambiamento a tutela delle nostre eccellenze”
  21. "Gelo, Zingaretti dichiari lo stato di calamità"
  22. “Vie ricoperte di ghiaccio e poco sicure per i cittadini"
  23. "Il lavoro di salvataggio e valorizzazione dell'€™ospedale non è concluso"
  24. "Scelta scellerata chiudere l’ex museo della Tuscia Rupestre"
  25. "Buran spazzerà via Michelini e il Pd"
  26. "Nuovo pronto soccorso Andosilla, solo uno slogan elettorale"
  27. "Il Lazio si è rialzato, va finito il lavoro"
  28. "Coop sociali, più attenzione su fondi, programmazione e gare"
  29. "Alluvione Orte, proroga al 19 marzo è buona notizia per cittadini"
  30. "Doppia preferenza, la regione rappresenta i principi di parità"
  31. Un patto per la Tuscia con Stefano Parisi
  32. "Mai un'assenza in regione per Daniele Sabatini, un secchione..."
  33. Renata Polverini e Maurizio Gasparri a Tarquinia
  34. Matteo Orfini "benedice" Fioroni
  35. “Un marchio di qualità per promuovere le eccellenze locali”
  36. "Appoggio al programma di promozione dei diritti degli omosessuali"
  37. "Pd unico argine contro la follia revisionista"
  38. "Ex Terme Inps, Zingaretti e Michelini hanno temporeggiato troppo..."
  39. Stefano Parisi a Monterosi ed Orte
  40. "Una buona notizia per la rete sanitaria dell’Alta Tuscia"
  41. "Sei proposte credibili per i giovani e il diritto allo studio"
  42. "Innovare e internazionalizzare, la doppia sfida per l’agricoltura"
  43. “Visita al Mammagialla, più sostegno a polizia penitenziaria”
  44. "Tornare a lottare per i lavoratori e abolire il Jobs Act"
  45. “Le società sportive abbandonate dalla Regione”
  46. "Un consigliere regionale rappresenta un intero territorio"
  47. "Creare il monumento naturale di Blera e della Faggeta di Bassano Romano"
  48. “La cooperazione volano di sviluppo del territorio”
  49. "Chiusa la fase istruttoria per la sottomisura 6.1"
  50. Roberto Calderoli a Orte scalo
  51. Sergio Pirozzi in visita a Tarquinia
  52. "Ho un rapporto speciale con questa cittadina"
  53. Parisi: "Torneremo grandi"
  54. "Serve garantire una diffusa possibilità di assistenza"
  55. “La sicurezza nelle scuole: una priorità di Fratelli d’Italia”
  56. Stefano Parisi sabato a Pescia Romana
  57. “Tuscia Connessa, lo sviluppo d’impresa passa attraverso l’innovazione"
  58. Panunzi visita la DiMar Group: "Un'eccellenza artigiana"
  59. Potere al Popolo presenta i candidati
  60. "Continuiamo a costruire una regione in cui nessuno è più dimenticato"
  61. Una due giorni nella Tuscia per Sergio Pirozzi
  62. “Garanzia giovani, qualcuno ricordi a Ciambella che è candidata Pd”
  63. "So che riusciremo a coronare un sogno”
  64. Senato uninominale e plurinominale – Le liste
  65. Camera uninominale e plurinominale - Le liste
  66. "La politica intervenga per prevenire le spirali di violenza"
  67. "È normale che la Cotral promuova il Pd?"
  68. Egidi (Pd): "Trasporto pubblico, si valuti l'ipotesi di un'azienda unica regionale"
  69. Riconquistare l'Italia, i candidati per la regione
  70. Riconquistare l'Italia, i candidati per la regione
  71. Egidi (Pd): "Massolo, un modello di fare politica che sento mio"
  72. Tutte le liste e i candidati per le regionali
  73. Peruzzi, Ceccarelli, Tranfa, Nicolosi candidati in regione
  74. Il comitato elettorale su sondaggio Piepoli: "Nicola Zingaretti al 40%"
  75. Egidi (Pd): Vanno rifinanziati gli attrattori culturali
  76. Luisa Ciambella apre a Viterbo la campagna elettorale
  77. Liberi e uguali: "Riaccendermo i riflettori sulla riserva naturale di Tuscania"
  78. Mazzola (Lista civica Zingaretti): "Io ci sono per Tarquinia e il territorio”
  79. Bizzarri (Pd): "Ciambella esempio di responsabilità e umiltà"
  80. Panunzi (Pd): "Con Zingaretti abbiamo ridato credibilità al Lazio, dobbiamo continuare"
    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR