Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Elezioni comunali - Viterbo - Fratelli d'Italia - I primi nomi in lista

De Simone, Fortini e Di Marco candidati

di Giuseppe Ferlicca

Condividi la notizia:

Andrea De Simone

Andrea De Simone

Alessandra Di Marco

Alessandra Di Marco

Vittorio Galati

Vittorio Galati

Viterbo – Elezioni comunali, Andrea De Simone candidato con Fratelli d’Italia e non è il solo. Cominciano a trapelare i primi nomi della lista che ormai è completata per tre quarti.

Il nome di De Simone, direttore Confartigianato, nei giorni scorsi era circolato come papabile candidato sindaco per FdI.

La proposta gli era arrivata, poi le scelte sono state altre e il partito ha optato per il trio formato da Paolo Bianchini, Claudio Ubertini e Luigi Maria Buzzi.

De Simone farà comunque parte della prossima corsa elettorale per il capoluogo. In lista con Fratelli d’Italia. Il suo nome è certo. Così come quello d’altri. Alcuni scontati, altri meno. 

Confermati i quattro consiglieri comunali uscenti, Luigi Maria Buzzi, Claudio Ubertini, Gianluca Grancini e Vittorio Galati.

Sarà in lista pure Paolo Bianchini, mentre ha detto di sì pure Patrizia Muzzi, ex presidente di circoscrizione a San Martino al Cimino e Alessandra Di Marco, presidente della rete di imprese “Viterbo Capitale Medievale”

In lista con FdI pure Fabrizio Fortini, notaio molto conosciuto in città.

Ovviamente, Ubertini, Bianchini e Buzzi, saranno in lista come consigliere, sempre che uno dei tre non diventi il candidato sindaco della coalizione

Giuseppe Ferlicca


Condividi la notizia:
30 marzo, 2018

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR