--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Un'iniziativa organizzata da Confartigianato - Dal 23 al 25 marzo presso la chiesa di Sant'Egidio in Corso Italia

Una Pasqua di solidarietà a sostegno delle persone con autismo

di Daniele Camilli

Teverina-Buskers-560x60-sett-19

Condividi la notizia:

Viterbo - "Degustando la Pasqua"

Viterbo – “Degustando la Pasqua”

Viterbo - Franca Sassara e Luigi Mechelli

Viterbo – Franca Sassara e Luigi Mechelli

Viterbo - Angelo Proietti Palombi e Andrea De Simone

Viterbo – Angelo Proietti Palombi e Andrea De Simone

Viterbo - Donatella Pierguidi

Viterbo – Donatella Pierguidi

Viterbo - "Degustando la Pasqua"

Viterbo – “Degustando la Pasqua”

Viterbo - "Degustando la Pasqua"

Viterbo – “Degustando la Pasqua”

La brocca dell'iniziativa CentesimiAmo

La brocca di Santa Rosa

Viterbo – Una Pasqua di solidarietà a sostegno delle persone con autismo, delle loro famiglie e di un progetto in particolare. Quello dell’associazione Campo delle rose che si sta impegnando nel completamento di una struttura socio sanitaria sul territorio del comune di Viterbo al confine con quello di Marta. Per realizzarla serve un milione di euro. Settecentomila sono già stati investiti. Mancano ancora 300 mila euro

“Degustando la Pasqua”, presentata questa mattina nella sede di Confartigianato in via garbini a Viterbo e arrivata quest’anno alla sua ottava edizione, sarà dedicata a questa iniziativa con un’apposita raccolta fondi durante l’evento che si svolgerà il prossimo fine settimana nella chiesa di Sant’Egidio in Corso Italia. Dal 23 al 25 marzo, con taglio del nastro venerdì alle 11.

“La struttura, una volta terminata – ha detto in conferenza stampa Franca Sassara dell’associazione Campo delle rose – sarà un centro diurno per persone con diagnosi di spettro autistico. Il centro è inoltre pensato per svilupparsi attraverso un progetto di agricoltura sociale e prevede, inoltre, la costruzione di moduli abitativi per il ‘dopo di noi’”.

Assieme a Sassara, nel corso della conferenza stampa sono intervenuti il direttore di Confartigianato Andrea De Simone e il ristoratore Angelo Proietti Palombi, organizzatori dell’evento che ha ottenuto il patrocinio della diocesi viterbese, della Provincia e della Camera di commercio. Seduti al tavolo Donatella Pierguidi (Instagramers Viterbo), don Emanuele Germani (diocesi Viterbo),  Rodolfo Valentino (Lux rosae), Luigi Mechelli (Avis Viterbo) e gli studenti della scuola alberghiera della Provincia di Viterbo che sta dando anch’essa il proprio aiuto all’iniziativa. 

A sostegno dell’evento anche il Sodalizio dei Facchini di Santa Rosa e il Museo del vino di Castiglione in Teverina.

“Sono la madre di un ragazzo autistico di 28 anni – prosegue Franca Sassara – sul nostro territorio per loro non c’è ancora nulla. Ci siamo uniti in un’associazione per realizzare un progetto residenziale e un’azienda agricola dove trovare spunti di lavoro per i ragazzi. Tutti gli interventi sono infatti orientati verso un percorso educativoche permetta ai ragazzi di vivere in maniera integrata con il territorio”.

“Per il momento abbiamo a disposizione 22 ettari, messi a disposizione dal proprietario gratuitamente e un edificio di 1200 metri quadrati. Tutto questo per evitare che le famiglie debbano andare fuori regione trovando invece assistenza sul territorio senza allontanare i figli dalla famiglia”.

I visitatori di “Degustando la Pasqua” troveranno all’interno della chiesa di Sant’Egidio la “brocca di Santa Rosa”, disegnata da Raffaele Ascenzi, dove lasciare il proprio contributo a sostegno del progetto.

“Degustando la Pasqua è questo – ha detto Andrea De Simone -, un’iniziativa di solidarietà e al tempo stesso un evento che vuole dare un segnale preciso di valorizzazione del centro storico durante il primo week end di primavera. Un percorso guidato di degustazione per far conoscere le tradizioni pasquali viterbesi e portare persone e turisti nel cuore di Viterbo”.

Tante le iniziative in rassegna “tra arte e sapori – ha sottolineato Angelo Proietti Palombi -. Dalle qualità e tipicità enogastronomiche della Tuscia fino al ‘Sentiero degli osti’, la novità di quest’anno”. Cinque “osterie” del territorio e i loro prodotti d’eccellenza. L’Osteria 13 Gradi di Viterbo con coratella d’abbacchio della Tuscia con carciofo romanesco, il Calice e la stella di Canepina con il fieno ai carciofi di Tarquinia e Zenzero, il Casaletto di Grotte Santo Stefano con l’agnello nostrano al forno e aggiunta di erette aromatiche, la Piazzetta del sole di Farnese con fettuccine fatte in casa alla “vignarola” e infine la Trattoria del Cimino di Caprarola con paglia e fieno con ragù di agnello della Tuscia e carciofo romanesco.

“Degustando la Pasqua” prevede infine un concorso fotografico a cura di Instagramers Viterbo. “L’obiettivo – ha spiegato Donatella Pierguidi – è quello di raccontare l’iniziativa descrivendo cosa è la Pasqua. Una giuria voterà infine la foto migliore e al vincitore andrà l’uovo metà latte e metà fondente messo a disposizione da Confartigianato”. Gli hashtag per postare le foto scattate – c’è tempo fino al 28 marzo – sono #degustandola pasqua18, #igersviterbo e #confartigianatoviterbo.

Daniele Camilli

 

 


Condividi la notizia:
21 marzo, 2018

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR