Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--

--

TW-cliccami-560x60-due-colori

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Elezioni comunali - Viterbo - Gianmaria Santucci (Fondazione) prova a spostare l'attenzione dal totocandidati a sindaco nel centrodestra

“Il problema non è chi sarà, ma con quale squadra andrà”

Gian Maria Santucci

Gian Maria Santucci

 

Viterbo – (g.f.) – “Il problema non è chi sarà il nuovo sindaco di Viterbo, ma chi sarà il nuovo sindaco per Viterbo”. Gioca con le parole, Gianmaria Santucci. Il suo è uno dei nomi, con Giovanni Arena, Daniele Sabatini e magari qualche sorpresa dalla Lega, dato per possibile candidato alle comunali di primavera e all’incontro dei candidati centrodestra a politiche e regionali, guarda all’impegno successivo. Le amministrative nel capoluogo.

Facendo nomi, avendo cura di non farne. “Ho letto in questi giorni – svela Santucci – i totosindaco che circolano, ma il problema non è chi sarà il nuovo sindaco di Viterbo, semmai chi sarà il nuovo sindaco per Viterbo”.

Sembra un originale rompicapo. Santucci prova a spiegare meglio. “Il problema – osserva Santucci – non è chi sarà, ma con quale squadra andrà”. Conta il gruppo e visto che la formazione ancora non c’è, prima di metterla insieme, il consigliere comunale Fondazione si preoccupa di spiegare quali caratteristiche dovrebbe avere.

“Serve una squadra forte, di consiglieri comunali, assessori nuovi, ma anche consiglieri regionali, assessori e senatori”. Deve essere forte. Giusto. Alzi la mano a chi piace una squadra debole.

Ma Santucci aggiunge elementi in più. Esterni, da regione e parlamento. Per fare squadra, giusto per rimanere in tema. “Serve per cambiare realmente – insiste il consigliere – altrimenti faremo come ha fatto il centrosinistra. Si levano loro per metterci noi.

L’idea è andare al governo, non per mettere amici miei, ma per fare di Viterbo una città migliore rispetto a oggi”. Ma si sa, il futuro poggia su solide basi. Il passato. Vale la pena ricordarlo.

“Mauro Rotelli assessore ai Servizi sociali. Ce ne fossero come lui. Ricordo il Summer village. Pratogiardino pieno di viterbesi e non come oggi, piazza dello spaccio”. Davanti, Santucci ha tutti i principali rappresentanti del centrodestra. Domenica scorsa alle terme la sala era piena. Una coalizione c’è. Un candidato anche. Anzi, pure più di uno.

12 marzo, 2018

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564