--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Battaglia elettorale - Regionali - Daniela Scatolini spiega perché ha scelto di sostenere la candidatura alla Pisana della vicesindaca di Viterbo

“Voto Ciambella per l’impegno nella sanità e verso i più deboli”

Condividi la notizia:

Daniela Scatolini

Daniela Scatolini

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Quando ho reso pubbliche le mie dimissioni dalla segreteria del Pd di Montalto di Castro e Pescia Romana, ho spiegato per senso di responsabilità e rispetto verso i 214 cittadini che hanno riposto e ripongono attualmente in me la fiducia, quali sono state le motivazioni che mi hanno spinto a prendere tale decisione, ma rimanendo comunque tesserata Pd.

Dimissioni che, puntualizzo, non sono stata l’unica a dare, e ad allontanarmi dalla sezione del Pd di Montalto di Castro e Pescia Romana. In questi mesi, ho continuato, come sempre, ad occuparmi delle problematiche reali dei cittadini che si rivolgono a me per le loro necessità.

Questo perché mi piace la politica, quella vera, quella che si riconosce nell’agire, non solo nelle parole. Quella che non promette soltanto, ma si adopera silenziosamente per risolvere i problemi, i disservizi reali a cui le persone devono far fronte tutti i giorni.

Intendo, quindi, la politica che non si avvicina alle persone solo in campagna elettorale, ma che ogni giorno è vicina ai cittadini, concretamente.

Continuo a portare avanti le vostre battaglie, in campo sociale e sanitario, tra cui il mio “Progetto sanitario”, che ha raccolto, come ben ricorderete, 3000 firme da parte dei cittadini. Un progetto creato con l’intento di eliminare i disservizi sanitari, portare esami diagnostici e specialisti competenti nelle varie tipologie della medicina, per curare tutte le patologie presenti nel nostro territorio, dando modo così a tutti i cittadini di curarsi.

È proprio in questi mesi, che ho avuto la possibilità di conoscere una persona con la quale ho tante cose in comune: la determinazione, la tenacia e la sensibilità per i problemi della vita reale, a cui i cittadini, particolarmente i più disagiati, devono far fronte. Per questo ho scelto di scendere in campo ed appoggiare la candidatura di Luisa Ciambella alle regionali. Una persona che in questi anni ha maturato un’esperienza importante come vicesindaco di Viterbo.

Incessante il suo impegno per la salvaguardia del paesaggio e dell’ambiente della Tuscia, ma, secondo me, è rilevante il suo profondo interesse proprio sul tema della sanità. Per Luisa Ciambella, infatti, non deve essere un privilegio e tantomeno una concessione, ma semplicemente un diritto da garantire ad ogni cittadino. Parole che esprimono una particolare sensibilità, un interesse verso il più debole e indifeso.

In regione, abbiamo bisogno di persone capaci, determinate nel dare voce a chi vuole veder realizzate le proprie esigenze. Partendo dalla sanità, che diventi un diritto di tutti, all’occupazione creando posti di lavoro, affinché i nostri figli non siano più obbligati a lasciare le nostre famiglie, la Tuscia, non debbano più trasferirsi al Nord o all’estero, e passando per lo sviluppo dell’agricoltura colonna portante del nostro territorio, il turismo e molto altro.

Con lei in regione, possiamo vincere la sfida dello sviluppo, per ridare al territorio della Tuscia, e quindi anche di Montalto e Pescia Romana, quel ruolo di protagonista che ci aspetta nelle gestioni delle politiche regionali.

Ecco perché il 4 marzo alla regione voto Luisa Ciambella.

Daniela Scatolini


Condividi la notizia:
1 marzo, 2018

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR