Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--

--

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Sport - Calcio - Serie C - Dopo la brutta sconfitta di Cuneo il patron della Viterbese se la prende coi giocatori - Sottili: "Zitti, testa bassa e pedalare"

Camilli sbotta: “A fine stagione non confermo nessuno”

di Samuele Sansonetti
Sport - Calcio - Viterbese - Piero Camilli

Sport – Calcio – Viterbese – Piero Camilli

Sport - Calcio - Viterbese - Jari Vandeputte

Sport – Calcio – Viterbese – Jari Vandeputte

Viterbo – “Si cambia registro. A fine stagione non confermo nessuno”.

E’ breve ma pieno di significati il commento di Piero Camilli al termine dell’incontro tra Cuneo e Viterbese, portato ai casa dai piemontesi con il minimo sforzo grazie alla marcatura di Galuppini.

L’1-0 fa comodissimo alla penultima in classifica, che non vinceva da un mese e mezzo e grazie al successo di ieri ha quasi raggiunto il Gavorrano, ora distante una lunghezza. Il livello degli avversari e la scialba prestazione dei suoi giocatori hanno fatto sbottare l’imprenditore di Grotte di Castro, deluso da una squadra che non è nemmeno la lontana parente di quella osservata fino a due mesi fa.

L’involuzione è preoccupante e la partita del Paschiero è solo la punta di un iceberg dalle radici più profonde: De Sousa è impalpabile, Vandeputte è irriconoscibile e Calderini non basta a supportare un attacco che senza Jefferson è diventato praticamente sterile.

Se alla scarsa vena offensiva si aggiungono poi anche le assenze a centrocampo (Cenciarelli e Baldassin, senza dimenticare Musacci) e l’instabilità difensiva tornata prepotentemente in voga, la situazione diventa allarmante. I numeri sono chiari e ricordano una sola vittoria nelle ultime dieci di campionato con sette gol segnati e dodici subiti: parlare di crisi è addirittura un eufemismo.

In questo momento non siamo lucidi – spiega Stefano Sottili – e paghiamo a caro prezzo l’ingenuità in alcune situazioni. Siamo generosi e anche orgogliosi, perché in dieci uomini abbiamo avuto reazione importante ma con pochi frutti raccolti. Negli episodi non ci dice particolarmente bene e c’e poco da parlare. Zitti, testa bassa e pedalare.

L’impeto che dovevamo avere lo abbiamo dimostrato dopo l’espulsione di Sanè anziché quando era lecito farlo. Il perché non lo so dire. Ora abbiamo la possibilità di allenarci per tutta la settimana. Nell’arco di tante partite abbiamo pagato anche il limite di giocatori da poter usare. La nostra è una squadra che se la gioca alla pari con tutti ma è sempre chiamata a esprimersi al limite delle sue possibilità. Quando due o tre elementi non riescono a fare questo non siamo in grado di sopperire alle mancanze”.

Archiviata la sconfitta di ieri e fatto ritorno alla base, la Viterbese tornerà sul campo domani per iniziare a mettere a punto i meccanismi in vista della finale di coppa Italia. Il ritorno si giocherà il 25 aprile al Moccagatta e per quella data i gialloblù dovrebbero contare su tre recuperi importanti: Cenciarelli, Baldassin e soprattutto Jefferson.

Samuele Sansonetti


La partita: La Viterbese saluta il quarto posto di Samuele Sansonetti


Serie C – girone A
la 35esima giornata
sabato 14 aprile

Pistoiese – Arzachena 1-0
Giana Erminio – Lucchese 0-2
Olbia – Prato 1-1
Pro Piacenza – Gavorrano 1-2
Livorno – Pisa 2-0
Arezzo – Siena 1-0
Pontedera – Carrarese 1-1
Alessandria – Piacenza 1-1
Cuneo – Viterbese 1-0
Riposa: Monza


Serie C – girone A
la classifica

Squadra  P    G    V    P    S   GF  GS  DR 
Livorno 63 33 19  6  8  58 33  25
Siena 61 33 18  7  8  37 26  11
Pisa 58 34 15 13  6  41 28  13
Carrarese 53 33 15  8 10  55 44  11
Viterbese 52 34 14 10 10  44 35  9
Alessandria 50 33 12 14  7  49 34  15
Monza 48 32 13  9 10  34 25   9
Piacenza 45 33 12  9 12  37 39  -2
Olbia 43 33 12  7 14  39 45  -6
Pontedera 43 33  11 10 12  35 45 -10
Pistoiese 42 33  9 15  9  41 44  -3
Giana Erminio 41 33 10 11 12  53 51   2
Lucchese 41 34  9 14 11  32 38  -6
Arzachena 38 33 10  8 15  45 45   0
Arezzo 36 32 12  9  11  37 34   3
Pro Piacenza 35 33  9  8 16  30 40 -10
Gavorrano 33 33  8  9 16  31 46 -15
Cuneo 32 33  7 11 15  23 42 -19
Prato 25 33  5 10 18  30 57 -25

Serie C – girone A
la 36esima giornata
sabato 21 aprile

Pisa – Pontedera (venerdì alle 20,45)
Gavorrano – Alessandria (14,30)
Siena – Cuneo (14,30)
Arzachena – Livorno (14,30)
Lucchese – Olbia (14,30)
Prato – Arezzo (20,30)
Monza – Giana Erminio (20,30)
Carrarese – Pistoiese (20,30)
Piacenza – Pro Piacenza (20,30)
Riposa: Viterbese


Serie C – girone A
i marcatori della Viterbese

8: Jefferson
6:
 Vandeputte
5: 
Razzitti
4: Celiento, Cenciarelli, Baldassin, Ngissah
2:
 Tortori, Atanasov, Calderini
1: Sini, Mendez, Rinaldi, De Sousa

16 aprile, 2018

8 Comments »

Leave a comment

CAPTCHA
Reload the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code
 

  1. 17 aprile 2018 alle 10:35 | - > Salvo commenta:

    Camilli è la brutta copia di Zamparini …

  2. 17 aprile 2018 alle 10:10 | - > Tusciano commenta:

    d’accordo che sarà vulcanico ma quando una squadra è cotta puoi urlare quanto vuoi , semmai ottieni l’effetto opposto , in questi casi serve la tranquillità e il lavoro e che DS e allenatore facciano del loro meglio …

  3. 16 aprile 2018 alle 20:05 | - > restaniciccozzicampani commenta:

    Camilli comunque ha portato il Grosseto in B. Ha ragione Toscanorigantépescosolido a dire che la dimensione di Viterbo è un buon campionato di C, che ci fa essere comunque al centro del calcio nazionale. Una nota per gialloblu: non so se Camilli, ma tu di calcio… proprio zero. Non è di tifosi come te che abbiamo bisogno…

  4. 16 aprile 2018 alle 14:59 | - > Andrea commenta:

    Se cambi allenatore ogni due per tre non puoi aspettarti molto di meglio. Comunque, il proprietario è lui…

  5. 16 aprile 2018 alle 11:31 | - > gialloblu commenta:

    Camilli faresti bene a capire un poco di calcio, tua colpa i cambi di allenatore..fallimento completo e fine di un sogno

  6. 16 aprile 2018 alle 10:11 | - > restaniciccozzicampani commenta:

    DeSousa è stato un acquisto sbagliato e si sapeva, meglio Calderini. I momenti di crisi l’hanno avuti anche Siena, Livorno, Carrarese e Alessandria; il campionato è del tutto imprevedibile e si vede. Meno male che Camilli già guarda al futuro…certo molti giocatori andranno cambiati.

  7. 16 aprile 2018 alle 09:34 | - > Patres commenta:

    secondo me la parola Castrense, abbinata a Viterbese, oltre ad essere brutta e fuori luogo porta pure male presidè, sarebbe ora di toglierla

  8. 16 aprile 2018 alle 06:19 | - > TosccanoRigantèPescosolido commenta:

    Bhè….forse si è mirato fuori bersaglio…la serie C ed a questi livelli va più che bene…dimensionale all’ambiente…osare in più…..per poi ……la cittá è questa….

RSS feed for comments on this post.

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564