Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--

--

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Atletica - Alessandro Di Priamo e Rachele Troscia vincono la prima edizione della gara organizzata all'interno del principale parco della città dei Papi - Un evento voluto dall'associazione Viterbo Runners

Lo sport fa rivivere Pratogiardino Lucio Battisti

di Daniele Camilli

Viterbo - La manifestazione CorriaPratoGiardino

Viterbo – La manifestazione CorriaPratoGiardino

Viterbo - Le vincitrici della gara CorriaPratoGiardino

Viterbo – Le vincitrici della gara CorriaPratoGiardino

Viterbo - I vincitori della gara CorriaPratoGiardino

Viterbo – I vincitori della gara CorriaPratoGiardino

Viterbo - Andrea Belli

Viterbo – Andrea Belli

Viterbo - Pino Tenti

Viterbo – Pino Tenti

Viterbo - La manifestazione CorriaPratoGiardino

Viterbo – La manifestazione CorriaPratoGiardino

Viterbo - I rifugiati del Cas Tre fontane

Viterbo – I rifugiati del Cas Tre fontane

Viterbo - La manifestazione CorriaPratoGiardino

Viterbo – La manifestazione CorriaPratoGiardino

Viterbo – Alessandro Di Priamo e Rachele Troscia vincono la prima edizione della Corri a Prato Giardino organizzata dall’associazione Viterbo Runners. Entrambi nella gara agonistica. Il primo per la categoria maschile, la seconda per quella femminile.

Multimedia: La prima edizione della gara Corri a Prato Giardino  –  Pratogiardino visto dall’alto – Video

Centinaia le persone che hanno assistito, circa 250 i partecipanti, tra gara agonistica e passeggiata. Alla manifestazione hanno preso parte anche i rifugiati dei centri ‘Cas Viterbo Tre fontane’ e del ‘Crasr’ di via Emilio Bianchi.

Sessanta gli atleti proventi che questa mattina alle 10 sono partiti all’interno Pratogiardino ‘Lucio Battisti’ per valorizzare, rilanciare e promuovere il parco cittadino più importante della città di Viterbo al centro, nei mesi scorsi, di diversi arresti legati soprattutto allo spaccio di sostanze stupefacenti.

“Pratogiardino fa parte della nostra storia – ha detto Andrea Belli della Viterbo Runners – Tutti noi abbiamo passato la nostra infanzia qui dentro. Una manifestazione nata dai social e dal contributo di tutti. Ultimamente era sto un po’ trascurato e quindi abbiamo pensato di farlo rivivere con quello che sappiamo fare meglio, organizzare gare sportive per riavvicinare la città al suo parco”.

Punto di ritrovo e partenza, largo Canzone del sole. Una delle più belle di Battisti. Per una gara che si è articolata lungo un percorso di un chilometro e trecento metri da ripetere cinque volte per sei chilometri e mezzo in tutto. Gli atleti hanno fatto il giro del parco, toccando tutti i punti. Dall’area giochi a quella dedicata alle passeggiate.

Una manifestazione suddivisa in tre zone specifiche. Una dedicata alla gara che si è snodata per tutto il parco cittadino, una, ‘Pompieropoli’, gestita dai pompieri dove i vigili hanno hanno allestito una piccola esercitazione dedicata ai bambini. Infine una terza zona dove sono state organizzate delle mini partite di calcio che hanno visto come protagonisti i più piccoli, “come si faceva un tempo a Pratogiardino”, ha sottolineato Belli.

Lungo il percorso anche un punto ristoro, un’area fitness, un lettino per la fisioterapia e uno spazio per il nord walking, un tipo di attività fisica e sportiva che si pratica utilizzando bastoni appositamente studiati, simili a quelli impiegati nello sci di fondo.

“Lo sport ha fatto rivivere la nostra città – spiega Belli -. Una manifestazione che non vuole essere contro qualcuno o qualcosa. È invece una manifestazione ‘per’. Per far rivivere un parco cittadino decisivo e partire da qui per far rivivere, sempre attraverso lo sport, altre parti di Viterbo”.

Vincitore della categoria maschile, Alessandro Di Priamo della Oso Italia. Viterbese. Secondo e terzo classificato, rispettivamente Gianluca Fanelli e Andrea Stabile. Nella categoria femminile si afferma invece Rachele Troscia di Soriano nel Cimino seguita da Claudia Vincenti e Mahu Saba.

“Abbiamo realizzato un percorso che fosse il più possibile agevole – ha commentato il presidente della Viterbo Runners Pino Tenti – passando per i viali principali con l’obiettivo di osservare tutti i suoi aspetti particolari per apprezzare le bellezze di un posto che tutti quanti noi dobbiamo rivivere in maniera adeguata”.

Tra il pubblico anche istituzioni e politici. Dall’assessore comunale Raffaella Saraconi, in rappresentanza del sindaco Leonardo Michelini, a Giovanni Arena di Forza Italia. Da Chiara Frontini di Viterbo 2020 a Filippo Rossi e Alessandro Pica di Viva Viterbo. Fino a Giulio Marini, sempre di Forza Italia, al consigliere comunale Claudio Ubertini e al sindaco di Soriano nel Cimino Fabio Menicacci.

Subito dopo la corsa è partita infine la passeggiata alla quale hanno partecipato oltre 150 persone. Con loro anche i ragazzi dei centri di prima accoglienza per rifugiati ‘Cas Viterbo Tre fontane’ e ‘Crasr’ di via Emilio Bianchi.

Una camminata all’insegna del benessere, alla riscoperta di un parco che da sempre ha rappresentato un punto di riferimento di fondamentale importanza per la città dei Papi. Un parco che oggi, grazie all’associazione Viterbo Runners, è tornato a respirare a pieni polmoni.

Daniele Camilli 

 

 

 

15 aprile, 2018

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564