--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Doppio scherzo d'aprile di Tusciaweb - Pioggia di contatti e commenti, chi l'ha bevuta, chi no e chi ha rilanciato

Nessun avvistamento di lupi, solo pesci – Il direttore Galeotti non si candida, non ha tempo da perdere…

Condividi la notizia:

Carlo Galeotti

Carlo Galeotti

Viterbo - Un lupi alla Palanzana

Viterbo – Un lupi alla Palanzana

Viterbo - Un lupo sui Cimini

Viterbo – Un lupo sui Cimini

Viterbo – Nessun avvistamento di lupi in città e le prossime elezioni comunali a Viterbo non vedranno un altro candidato sindaco presentarsi: il direttore di Tusciaweb Carlo Galeotti. Più semplicemente, era il primo aprile.

Le due “notizie” hanno comunque destato interesse, condivisioni, parecchi contatti e molti commenti. Scorrendo l’elenco, c’è chi, magari tenendo ben presente la data, ha capito che qualcosa non andava. Altri, invece, le hanno ritenute plausibili. E ci sono caduti con tutte le scarpe. La notizia dei lupi è stata la più letta di ieri, con oltre 15mila persone.

Per quella politica c’è anche chi ha manifestato interesse e apprezzamento per la candidatura a sindaco del direttore Galeotti, mettendosi pure a disposizione. Grazie per la fiducia, ma nessun salto dall’altra parte. La politica resta per il direttore il pane quotidiano, da raccontare, analizzare, commentare. E basta.

“Non ho tempo da perdere, devo leggere i Paralipomeni della Batracomiomachia! Se la vedano quegli incompetenti!”, sembra abbia ruggito Galeotti dal suo antro, a chi gli chiedeva come e quando si partiva con la campagna elettorale.

Qualche esempio.

Lucio Matteucci approva la “discesa in campo”, seppure con una sottile ironia. “Pronto a sostenerti… ho sempre dichiarato che non scendo in politica, ma con te faccio uno strappo alla mia promessa. Non più nel 2023, ma subito fin da ora”. Quindi aggiunge un punto al programma, che fa capire qualcosa: “Soprattutto i treni li faremo volare. Quando si comincia?”. Probabilmente quando i treni voleranno.

Altri, come Chiccarello, aggiungono nuovi problemi da affrontare: “Squadre armate – scrive Chiccarello – che catturino i cittadini incivili e li diano in pasto ai lupi della Palanzana”. Non si tratta di crudeltà. Il lettore, con ironia, fa intendere d’avere capito che la candidatura, come i lupi, sono un pesce d’aprile.

Ma Carlo Galeotti sindaco non a tutti piace. “Ecchene n’artro – commenta Peppe – non basteveno quelli che c’è sò stati fin’anco. A Carletto, cerca de fa bene er tu mestiere e lassa sta li grilli pel capo”. 

Consiglio accettato alla fonte. Per Antonio, invece, Galeotti sarebbe una buona scelta e suggerisce un ulteriore punto: “Il contributo – scrive Antonio – lo darei a chi fa lavorare un disoccupato”.

Federico trova il programma scontato, mentre un altro lettore suggerisce d’aggiungere la riapertura delle case di tolleranza.

Silvio, invece, fa notare una mancanza: “Nel programma manca l’apertura di una grande pescheria nel centro storico”. Vero. Il giorno è anche appropriato per avanzare proposte su pesci e affini.

Sul “pericolo” lupi in città, invece, articolo molto letto, c’è chi aggiunge notizia a notizia, oppure pesce a pesce. Dipende dai punti di vista. “Stamattina – scrive Mauro Mondini – primo aprile un branchetto girava intorno a Pianoscarano sentivano l’odore della coratella”.

Luca, invece, contesta la foto e quindi la notizia. Ma non parla di pesce d’aprile. “La foto pubblicata su questo articolo che ritrae il lupo a piazza del Plebiscito sembra una vera e propria bufala. Notare l’ombra dietro al lupo, proiettata in verticale anziché sulla strada. Non prendeteci in giro, per favore”. Ha ragione.

Altri, commentando, si sono divertiti a fare il pesce d’aprile a chi aveva commentato prima. Insomma lo spirito è stato compreso appieno. Complimenti.

Buon pesce d’aprile a tutti.


I pesce d’aprile di Tusciaweb : Carlo Galeotti candidato sindaco – Branchi di lupi sulla Palanzana e in città – State tranquilli, nessuno tocca i vostri “pelosetti”… –  Centro storico vietato a cani, gatti e piccioni – Arriva il Black watermelon che fa rimanere giovani – “Tomba Alessandro IV, pronto a collaborare con gli svedesi” – Ritrovati i resti di papa Alessandro IV – “Chi siete? Quanti siete? Un fiorino!” – Centro storico, due euro ad auto per entrare dentro le mura – Il papa emerito Benedetto XVI a Viterbo, ok del Vaticano – Benigni a Viterbo per salvare l’Arcionello – Belen cittadina onoraria di Viterbo – Fioroni passa all’Udc – Obama il tre settembre a Viterbo


Condividi la notizia:
2 aprile, 2018

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR