--

--

Tutankhamon-560x80

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Provincia - Le classi terze e quarte della sezione Agraria in un viaggio studio sul rapporto tra attività aziendale, conservazione ambientale, territorio e sostenibilità produttiva

I ragazzi del Cardarelli al parco agroalimentare più grande del mondo

Gli studenti del Cardarelli di Tarquinia in viaggio in Emilia Romagna

Gli studenti del Cardarelli di Tarquinia in viaggio in Emilia Romagna

Gli studenti del Cardarelli di Tarquinia in viaggio in Emilia Romagna

Gli studenti del Cardarelli di Tarquinia in viaggio in Emilia Romagna

Gli studenti del Cardarelli di Tarquinia in viaggio in Emilia Romagna

Gli studenti del Cardarelli di Tarquinia in viaggio in Emilia Romagna

Tarquinia – Riceviamo e pubblichiamo – Gli studenti delle classi terze e quarta della sezione di Agraria hanno partecipato ad un viaggio di istruzione in Emilia Romagna nell’ambito dei progetti di alternanza scuola lavoro della scuola. Lo scopo del viaggio è stato quello di approfondire un approccio più globale dell’attività agricola ed in particolare nel rapporto tra attività aziendale, conservazione ambientale, territorio e sostenibilità produttiva.

L’iniziativa effettuata in collaborazione con Assoform di Rimini e Confcommercio dell’Emilia Romagna ha previsto attività didattiche in classe e una serie di visite guidate di approfondimento.

Gli alunni accompagnati dai docenti Carlo Bicchierini, Claudia Giovannelli e Odoardo Basili, hanno potuto visitare il parco agroalimentare più grande del mondo (F.I.CO – Fabbrica Italiana Contadina) affrontando le diverse filiere di eccellenza del patrimonio alimentare italiano e la sua straordinaria biodiversità.

Nella visita all’azienda agrituristica “Fattorie Faggioli” a Borgo Basino, a Civitella di Romagna, premiata dalla Unione Europea come esempio di innovazione agricola, gli alunni hanno potuto approfondire un diverso approccio di agriturismo basato sulla conservazione ambientale, la valorizzazione del territorio, attività aziendali sostenibili come il recupero delle acque piovane per gli scarichi sanitari, utilizzo di energie rinnovabili, concetto di fattoria aperta, recupero produttivo degli scarti di lavorazione. Qui i ragazzi hanno toccato con mano l’esperienza agrituristica, l’attenzione che hanno verso l’ambiente, verso gli ospiti ed il sociale. In questa azienda si adotta il sistema di produzione biologica, la materia prima raccolta viene trasformata e gli scarti di produzione vengono riutilizzati in modo sostenibile ed originale.

Tra le molteplici finalità che il progetto si poneva forse la più importante è stata quella di sensibilizzare i ragazzi verso una realtà differente da quella laziale, un tipo di agricoltura sostenibile e la salvaguardia dell’ambiente Nelle lezioni in aula sono stati trattati diversi temi di sviluppo territoriale e delle moderne strategie di marketing e pubblicità aziendale.

Il viaggio è stato completato infine con visite guidate di cultura generale con diverse escursioni in alcuni luoghi significativi e di interesse anche per il collegamento con le attività programmate. In particolare una visita al centro storico di Santarcangelo con le sue 150 grotte sotteranee, gli stupendi mosaici di Ravenna, il centro storico di Rimini con la Domus del Chirurgo e il Mausoleo Malatestiano, la visita al Palazzo Ducale e alla Galleria Nazionale di Urbino.

“Un’esperienza unica ed eccezionale, – commenta il referente della sezione agraria , Odoardo Basili – sia nella sua forma organizzativa che per la professionalità delle persone coinvolte e la qualità delle strutture visitate. I ragazzi hanno seguito con entusiasmo ed interesse tutti i diversi aspetti dell’iniziativa, dimostrando curiosità e attenzione, caratteristiche evidenziate anche dai diversi docenti e accompagnatori che hanno collaborato all’iniziativa”.

“Sicuramente i nostri studenti, – conclude la Dirigente scolastica Laura Piroli – sono ritornati con un bagaglio di idee e stimoli che consentiranno una visione diversa della loro realtà produttiva e nuove motivazioni di arricchimento per i loro studi e la professione futura. Un ringraziamento particolare, infine, ai docenti accompagnatori che hanno seguito costantemente gli studenti, li hanno sostenuti ed incoraggiati continuamente nelle loro attività contribuendo in modo sostanziale al successo dell’iniziativa”.

Iis Vincenzo Cardarelli Tarquinia

24 aprile, 2018

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR