Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Tribunale - Orte - Vittima un ventenne - Alla sbarra l'uomo che lo ha aggredito

“Sono stato aggredito e preso per il collo da uno sconosciuto”

Condividi la notizia:

Viterbo - Il tribunale

Viterbo – Il tribunale

Orte – (sil.co.) – “Sono stato aggredito e preso per il collo senza un perchè da uno sconosciuto”. È successo a un giovane di Orte, sorpreso mentre passeggiava con un gruppo di amici nel centro storico del paese dopo avere preso parte a un evento per la festa della liberazione.

Era circa l’una della notte tra il 25 e il 26 aprile quando la comitiva fu avvicinata da altri giovani, uno dei quali chiedeva del denaro.

Un attimo dopo è saltato al collo della vittima, un ventenne, e lo ha stretto alla gola urlando più volte con fare minaccioso: “Dammi i soldi, dammi i soldi”.

Momenti drammatici, raccontati dalla parte offesa al giudice Elisabetta Massini alla prima udienza del processo per minacce a un uomo di nazionalità romena.

“Mi stringeva il collo da dietro, facendo con la mano il verso di sparare e poi passandomi il dito sulla gola come fosse una lama di coltello”, ha detto.

“Lo hanno tirato via i suoi compagni – ha proseguito – che poi ci hanno chiesto scusa per quello che era successo”.

Sporgendo denuncia preso la locale stazione dei carabinieri, il giovane ha effettuato il riconoscimento fotografico l’aggressore. Ma non si tratta della stessa persona finita sotto processo. Sarà da chiarire come è stato identificato l’imputato.

Il processo riprenderà il 22 ottobre.


Condividi la notizia:
13 aprile, 2018

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR