--

--

Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Elezioni comunali - Viterbo - Pd - Sorpresa, i circoli di Bagnaia e San Martino di fatto candidano la vice di Michelini: Luisa Ciambella

“Vogliamo un sindaco donna, assessore e autorevole…”

di Giuseppe Ferlicca

Caffeina-Tutankhamon-9-11-18-560x80-ok

Luisa Ciambella

Luisa Ciambella

Viterbo – Il candidato sindaco di Viterbo? Una candidata. Del Pd, che faccia parte della giunta e soprattutto, che sia autorevole. La figura più autorevole, per essere precisi.

Nella squadra del sindaco Michelini due sono gli assessori donna del Partito democratico, Luisa Ciambella e Sonia Perà. Ma l’indicazione che arriva dal circolo Pd di Bagnaia è un perfetto identikit della prima.

Non se ne voglia la sua collega, ma Ciambella ha cinque anni all’opposizione e altrettanti in giunta, ha deleghe pesanti ed è pure vicesindaca.

I Democratici di Bagnaia scelgono lei. Così, almeno, leggendo il documento approvato al termine della riunione che si è tenuta nei giorni scorsi, in vista delle elezioni comunali.

Luisa Ciambella ha spiegato di non sapere nemmeno se si vuole candidare da semplice consigliere, figurarsi alla carica di sindaco, ma nemmeno i suoi sembrano crederle.

“Per quanto riguarda la scelta del candidato sindaco – riporta il documento – si ritiene che debba essere individuato all’interno della giunta Michelini, nella delegazione del Pd, nella sua espressione più autorevole ed è fortemente auspicabile che sia una donna”.

Non serve scrivere il nome. L’indicazione è chiara e farà piacere alla diretta interessata.

Il circolo Pd di Bagnaia – La Quercia, inoltre, dà pure un’altra indicazione: “Va proseguito il lavoro iniziato in questi cinque anni d’amministrazione Michelini, la prima dopo vent’anni, per portare avanti il lavoro di ricostruzione delle macerie lasciate dalle amministrazioni di centro destra che si sono succedute, con l’obiettivo di continuare il rinnovamento avviato in questo quinquennio e il rilancio della città di Viterbo”.

Dopo Bagnaia, ieri è stata la volta di San Martino al Cimino. Nessun documento finale, ma l’indicazione è stata più o meno la stessa. Un candidato in segno di continuità, donna. Qualcuno ha fatto proprio il nome di Ciambella. Lei e nessun’altra. Altri si sono tenuti sul generico.

Ma nell’incontro si è discusso anche di candidature e c’è chi ha chiesto a tutti gli uscenti di dare la disponibilità a ripresentarsi, dando il proprio contributo. Invito rivolto anche a Francesco Serra, di San Martino, che dopo quattro mandati ha deciso non partecipare.

Prossime tappe delle riunioni, Grotte Santo Stefano e poi la più importante, lunedì al circolo di Viterbo. Finirà che Ciambella si dovrà candidare suo malgrado. Lei non vorrebbe, ma di fronte a tanta dimostrazione di stima e affetto, come tirarsi indietro?

Giuseppe Ferlicca

15 aprile, 2018

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR