--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Operazione Babele - La difesa prova smontare le intercettazioni: "Dietro c'era un rapporto clandestino, non lo spaccio"

“‘Gnocchi’ non significava droga, ma attributi sessuali”

Condividi la notizia:

Operazione Babele - La droga sequestrata - Clicca per ingrandire

Operazione Babele – La droga sequestrata 

L'avvocato Samuele De Santis

L’avvocato Samuele De Santis

Viterbo – (sil.co.) – Gli “gnocchi”, che secondo l’accusa sarebbero stati in codice la droga,  secondo la difesa sarebbero stati gli attributi sessuali del presunto spacciatore. 

Operazione Babele contro lo spaccio in centro, udienza fiume davanti al giudice Silvia Mattei del filone principale della maxinchiesta della pm Paola Conti sfociata in 32 arresti nel maggio del 2014. E ancora una volta è stata guerra sulle intercettazioni. Con sviluppi sorprendenti. E piccanti. 

A giudizio l’ex giocatore di baseball Rodolfo Feliz Castillo, Ivan Antonio Morales, Hector Jose Vargas Delgadillo, Luciano Santo Hernandez e Angela Josefina Hernandez Abreu.

Scatenata la difesa di Castillo, con l’avvocato Samuele De Santis che ha messo a dura prova gli investigatori sentiti come testimoni in merito alle intercettazioni. 

“Vieni con i tuoi gnocchi”, avrebbe detto per telefono la sera del 31 luglio 2013 una donna di nazionalità cubana al dominicano. Per gli inquirenti una richiesta di stupefacenti. L’interlocutrice avrebbe raccomandato a Castillo di fare presto, perché c’era altra gente. “Con quanto passo là?”, le avrebbe risposto il presunto spacciatore. “Due euro”, la risposta. Secondo il testimone la prova di un accordo in codice finalizzato allo spaccio di cocaina: “Dopo due minuti Rodoflfo Feliz Csatillo era già sul posto”. 

Sarebbe avvenuto nel cuore della notte, tra mezzanotte e l’una. “Da cosa è stato dedotto che si trattava di spaccio?”, ha replicato il legale, secondo il quale i due stavano concordando un incontro clandestino.

“La donna era l’amante dell’imputato, che si stava mettendo d’accordo con lei per incontrarsi, cercando di non farsi scoprire dalla compagna che era in casa con lui. E lei gli diceva di sbrigarsi perché presto non sarebbe stata più sola. Gli ‘gnocchi’ erano riferiti, affettuosamente, ai suoi attributi sessuali”. 

Gli gnocchi insomma non sarebbero stati  “gnocchi”. “Il mio assistito è dominicano e la donna è cubana. Nessuno dei due sa cosa siano gli gnocchi. La parola usata è in un’altra lingua e significa tutt’altro”, ha detto, promettendo sorprese dai periti.

Contro Castillo anche un’altra compromettente telefonata, sempre il 31 luglio, ma nel pomeriggio, intercettata dalla polizia giudiziaria di Perugia, che stava indagando l’interlocutore.

“Stavano concordando una cessione di cocaina – ha detto uno degli investigatori sentiti in udienza – ma hanno deciso di rinviare l’incontro perché c’erano ‘troppe formiche in giro’. Le ‘formiche’, nel gergo degli spacciatori, erano i poliziotti e i carabinieri che avevano intuito li stessero tenendo d’occhio. Senza sapere però di essere intercettati”. 

Poi ci sono gli occhiali. “Portami un altro paio di occhiali oggi, ma non quelli di ieri che non mi piacevano”, avrebbe detto un presunto assuntore a Castillo. Ancora una volta droga per gli inquirenti. “Si cercano spiegazioni astruse per un dialogo semplice. I due al telefono parlavano veramente di un paio di occhiali”, sostiene il difensore.

Il processo riprenderà a dicembre. 

 


Condividi la notizia:
10 maggio, 2018

Operazione Babele ... Gli articoli

  1. Spaccio di droga in centro, altri tredici rinvii a giudizio
  2. Spaccio di droga in centro, impiegata statale assolta dopo tre anni
  3. Spaccio in centro, 12 patteggiamenti e un'assoluzione
  4. Spaccio di droga in centro, Babele bis non decolla
  5. "Qui è pieno di formiche, bisogna rinviare lo scambio"
  6. Inventa un lavoro, nuovi guai per l’ex stella del baseball viterbese
  7. "Nonna coca" slitta ancora l'udienza
  8. Spaccio in centro, trenta indagati
  9. Babele della droga, sarà processo veloce
  10. Babele della droga, difese contro il processo veloce
  11. Processo Babele è subito rinvio
  12. Spaccio in centro storico, l'ultimo uomo nega
  13. Babele, parola all'ultimo latitante
  14. Operazione Babele, arrestato l'ultimo latitante
  15. Evade dai domiciliari, arrestato 'big' della retata Babele
  16. Operazione Babele, arrestato latitante
  17. Droga nel centro storico, in 11 a processo subito
  18. Babele, una decina verso il processo subito
  19. Consumatori di cocaina, ma non spacciatori
  20. Blitz Babele, ordinanza annullata per due fratelli
  21. Maxiretata antidroga, domiciliari entro ventiquattr'ore
  22. "Andremo fino alla Corte europea dei diritti dell'uomo"
  23. I braccialetti elettronici ritardano, gli arrestati rimangono in carcere
  24. "L'impianto accusatorio resta solido"
  25. Babele, in cinque ai domiciliari col braccialetto
  26. Maxiretata antidroga, ore di attesa per gli indagati
  27. Maxiretata antidroga, al Riesame per la libertà
  28. Babele, almeno in cinque tornano a casa
  29. Retata antidroga, interrogatori a tamburo battente
  30. Maxiretata antidroga, il pm chiede i domiciliari per 5 spacciatori
  31. Babele, gli arrestati si difendono
  32. "Custodivo la cocaina per 50 euro"
  33. Maxiretata antidroga, da giovedì gli interrogatori
  34. "Un 'pollo intero' per quattromila euro"
  35. Il mercato della droga spartito tra due bande
  36. Blitz antidroga, 32 arresti e 61 perquisizioni
  37. Blitz antidroga, raffica di arresti e perquisizioni
    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR