Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--

--

TW-cliccami-560x60-due-colori

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Economia - L'elaborazione dei dati Inail a cura dell'Osservatorio sicurezza sul lavoro di Vega engineering

Sei morti bianche nella Tuscia nell’ultimo anno

Lavoro

Lavoro

Viterbo – Sei morti bianche nella Tuscia nell’ultimo anno.

E’ uno dei dati rilevati dall’Inail.

“Nella regione Lazio si denota un aumento dello 0,4% delle denunce di infortunio tra il 2016 e il 2017 (da 44.963 a 45.119), mentre il numero di incidenti mortali registra una leggera crescita del 1,1%, passando dai 91 del 2016 ai 92 del 2017. In particolare, da un’elaborazione dei dati Inail a cura dell’Osservatorio sicurezza sul lavoro di Vega Engineering si evince che nella città di Roma le morti bianche sono state 39 nell’ultimo anno. Nelle altre province del Lazio il numero di decessi sul lavoro sono stati invece: 7 nella provincia di Frosinone, 6 a Viterbo, 4 a Rieti e 4 a Latina” è quanto si legge nella nota di 3M.

Il tour Science of safety organizzato dalla società farà tappa a Roma domani.

Professionisti responsabili della sicurezza avranno la possibilità di confrontarsi sul tema della prevenzione e della gestione del rischio negli ambienti confinati con tecnici 3M ed esperti giuridici, come l’avvocato giuslavorista Lorenzo Fantini, che tra il 2003 e il 2013 è stato dirigente del ministero del Lavoro con competenza in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

“Nella regione Lazio  – si legge ancora nella nota di 3M – si denota un aumento dello 0,4% delle denunce di
infortunio tra il 2016 e il 2017 (da 44.963 a 45.119), mentre il numero di incidenti mortali registra una leggera crescita del 1,1%, passando dai 91 del 2016 ai 92 del 2017.
 
“Le cause principali degli incidenti sul lavoro con esito mortale  – prosegue la nota – nella regione sono la caduta
dall’alto, l’investimento o lo schiacciamento da veicolo e la folgorazione, stragi spesso provocate dalla mancanza o dal non
rispetto delle misure di sicurezza”.

 

18 maggio, 2018

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564