Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Vasanello - Il gruppo di opposizione "Vasanello che vorrei" incalza il sindaco sulla restituzione degli importi della tassa sui rifiuti

“Che fine hanno fatto i rimborsi Tari?”

Condividi la notizia:

Vasanello

Vasanello – Castello Orsini

Vasanello – Riceviamo e pubblichiamo – Si avvicina il 31 maggio, data di scadenza della prima rata per il pagamento della Tari, e a Vasanello ritorna caldo il tema dei rimborsi della tassa sui rifiuti.

Il comune di Vasanello, infatti, rientra tra le amministrazioni che, a partire dal 2014, avevano inserito illegittimamente nel calcolo della Tari le quote variabili delle pertinenze delle prime case. Somme che sono state dichiarate indebite dal ministero dell’Economia e che quindi adesso devono essere restituite a chi le ha pagate.

Al riguardo, la corte dei Conti ha deliberato che il rimborso per la Tari calcolata in modo errato possa essere legittimamente imputato alla fiscalità generale (fondi provenienti da elusione/evasione).

Invece, i vasanellesi che vantano un credito con l’amministrazione comunale finora hanno ricevuto un conguaglio relativo al solo 2017, con l’impegno scritto dell’assessore competente a completare i rimborsi relativi alle tre annualità precedenti entro il 2018. A tutt’oggi, però, non sono state fornite ulteriori informazioni.

Nel prospetto della bollettazione Tari 2018, distribuito alla popolazione in queste settimane, non sono evidenziate in alcun modo né le entità degli importi che saranno ristorati, né le modalità con cui questi saranno erogati. Al punto che molti cittadini si stanno chiedendo se davvero riavranno indietro i loro soldi.

Sarebbe bene che l’amministrazione facesse chiarezza su quest’aspetto e magari, già che c’è, andasse anche oltre.

A Vasanello non è mai stato pubblicato il numero dei ruoli, cioè delle utenze attive sul territorio comunale, né tanto meno l’importo complessivo e il dettaglio di quanto il comune deve restituire ai cittadini.

Il nostro gruppo consiliare si è adoperato a più riprese, addirittura chiedendo l’intervento dei carabinieri (in data 30 ottobre 2017) per ricevere tali informazioni, che non sarebbe stato necessario nemmeno chiedere, tanta è la loro imprescindibilità. Eppure ancora adesso siamo in attesa di risposte.

Per questo motivo abbiamo ritenuto opportuno presentare un’interrogazione al sindaco Porri, in cui chiediamo la stima delle somme da restituire, il numero delle istanze di rimborso e il loro valore economico. E, soprattutto, se si ritiene doveroso e giusto impegnare l’amministrazione comunale a risarcire in tempi brevi e certi, evitando ai cittadini l’ulteriore aggravio di presentare domanda di rimborso.

Gruppo consiliare Vasanello che vorrei


Condividi la notizia:
30 maggio, 2018

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR