Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--

--

Tutankhamon-560x80

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Bagnoregio - Sabato 26 maggio per ricordare i trenta anni dalla scomparsa di Piero Taruffi e della fondazione dell’associazione a lui intitolata e i venti di attività del Museo

Tutto pronto per il “Taruffi-day”

Civita di Bagnoregio

Civita di Bagnoregio

Bagnoregio – Riceviamo e pubblichiamo – Ormai è tutto pronto a Bagnoregio per il “Taruffi-day” in programma sabato 26 maggio per ricordare i trenta anni dalla scomparsa di Piero Taruffi e della fondazione dell’associazione a lui intitolata e  i venti di attività del Museo.

Ad aprire la giornata sarà la cerimonia di inaugurazione al pilota del largo adiacente al Museo al centro della quale sarà esposta una Maserati 200 Si del 1957, vettura con la quale Piero Taruffi disputò alcune gare nel 1956/57.

Oltre al presidente dell’associazione, Fabrizio Verzaro ci saranno il prefetto di Viterbo, Giovanni Bruno, il sindaco di Bagnoregio, Francesco Bigiotti e il presidente dell’automotoclub Storico Italiano, Maurizio Speziali che si sposteranno poi nella adiacente Casa del Vento dove prenderanno la parola tanti personaggi che in qualche modo hanno legato il loro nome a questa storia.

Ci saranno l’architetto Valerio Moretti, storico dell’ automobilismo autore di molti libri, socio fondatore dell’Asi e amico personale di Piero Taruffi, il Massimo Vezzosi, primo presidente dell’associazione e tra i soci fondatori e poi i fratelli Luigi e Giovanni De Virgilio, figli dell’ingegner Francesco, progettista dello storico V 6 Lancia al quale è dedicata una sezione del Museo ospitante.

Tra gli altri a prendere la parola anche gli artisti che hanno reso possibile la mostra collettiva di pittura inaugurata lo scorso sabato e che sta proseguendo con grande successo: Alessio Paternesi, maestro viterbese che non ha bisogno di presentazioni, Eugenio Sgaravatti, artista poliedrico e grande appassionato di auto storiche, Arianna Greco, salentina che dipinge con il vino, Arianna Fugazza, maestra dell’ aerografo, Nicola Danzi, pittore dedito alla motoring art e Maurizia Gentili, piacentina conosciuta per i suoi “vinarelli”.

Ggrazie alla loro generosità la mattinata si concluderà con un’asta benefica di un’ opera donata da ognuno di loro il cui ricavato sarà devoluto a favore dei ragazzi diversamente abili dell’associazione Juppiter.

Una grande festa per ricordare un grande personaggio quale Piero Taruffi, pilota plurivittorioso in oltre trenta anni di carriera in moto ed in automobile, vincitore di tutte le più importanti gare su strada mondiali ma con un palmares che vanta anche alcune presenze negli allora nascenti gran premi di Formula 1 con un successo al GP di Svizzera sulla Ferrari; la sua carriera agonistica si concluse, come ormai è noto, con la vittoria nell’ ultima edizione della Mille Miglia nel 1957.

Ma Piero Taruffi fu anche un grande tecnico, laureato in ingegneria meccanica si dedicò agli studi aerodinamici realizzando mezzi a due e quattro ruote con i quali conseguì personalmente una lunghissima serie di primati mondiali di velocità e durata; da ultimo ricordiamo che fu anche progettista di circuiti dove ancora oggi si gareggia come Vallelunga, che porta il suo nome e Misano Adriatico dove si disputa una prova del Mondiale Moto GP.

24 maggio, 2018

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR