--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Corruzione e concussione - L'imprenditore Mario Soggiu testimone nel processo all'ex sindaco di Vitorchiano

“I rapporti con Ciancolini? Estremamente corretti”

Condividi la notizia:

Gemini Ciancolini

Gemini Ciancolini

Vitorchiano – “Con Gemini Ciancolini rapporti estremamente corretti”. L’imprenditore Mario Soggiu lo ha detto in aula, parlando dal banco dei testimoni (della difesa) durante il processo per corruzione, concussione, falso e turbativa d’asta ai danni dell’ex sindaco di Vitorchiano.

Soggiu è socio della Pier srl , la società che ha costruito il capannone poi adibito a supermercato in località Pietricce. Proprio nel comune amministrato fino al 2011 da Ciancolini. All’allora primo cittadino la procura contesta “fatti illeciti relativi alla procedura amministrativa avente a oggetto la realizzazione” della struttura. Ovvero, Ciancolini avrebbe “promesso” a Pier Angelo Arcangeli (anche lui imputato), amministratore e legale rappresentante della Pier srl, “di trovare le più adeguate soluzioni amministrative, a prescindere dalla legittimità degli atti da adottare, per consentire alla società la costruzione di un capannone commerciale da vendere successivamente a un imprenditore per realizzare un supermercato”.

Ma non è finita qui. Secondo l’accusa, Ciancolini avrebbe anche “promesso” ad Arcangeli di “proporsi come intermediario, tra la Pier srl e l’imprenditore, per lo svolgimento delle trattative della compravendita del costruendo capannone”. Per il pubblico ministero Stefano D’Arma è “corruzione”, perché in cambio l’ex sindaco si sarebbe fatto “promettere e consegnare da Arcangeli utilità non dovute”. Ovvero, “la riduzione di circa 20, 30mila euro del prezzo indicato su un preliminare di compravendita” già stipulato tra l’amministratore della società e il figlio di Ciancolini.

Ma ai giudici Soggiu, socio della Pier srl, ha detto che “i rapporti con il sindaco erano sì cortesi e cordiali, ma sempre estremamente corretti”. Il processo, che vede otto imputati, continuerà a metà settembre.


Condividi la notizia:
23 maggio, 2018

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR