Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--

--

Tutankhamon-560x80

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Elezioni comunali 2018 - L'appello della Rete degli studenti medi di Viterbo e provincia ai candidati sindaco

“Si promuova la cultura e si vada incontro ai giovani”

Rete degli studenti medi di Viterbo e provincia

Rete degli studenti medi di Viterbo e provincia

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Il prossimo 10 giugno nei comuni di Sutri, Valentano, Vallerano, Vignanello e Viterbo i cittadini saranno chiamati ad eleggere il proprio sindaco perciò abbiamo deciso di contribuire alla discussione elettorale rivolgendo un appello ai candidati.

Cari candidati, in un clima generale di poca attenzione ai bisogni sociali della popolazione, spicca la quasi totale assenza di azioni poste in essere a sostegno della promozione della cultura e che vadano incontro alle esigenze dei giovani nelle nostre città.

In particolare, se i maggiori centri cittadini godono di una scarsa offerta culturale, i paesi minori giacciono nella più totale immobilità.

Crediamo sia prioritaria la necessità di trovare metodi e pratiche che possano guarire il tessuto sociale, tanto delle periferie come dei centri cittadini, e crediamo che questa responsabilità – costitutivamente propria delle amministrazioni locali – possa trovare un ottimo interlocutore nell’associazionismo studentesco e specialmente nella nostra associazione.

È fondamentale offrire ai giovani una reale alternativa alla strada di quartiere o alla piazza, una alternativa che possa offrire loro una offerta culturale – cineforum, dibattiti, iniziative artistiche – che la scuola in ginocchio dovrebbe ma non può sostenere.

Devono essere trovati gli strumenti affinché ogni giovane possa trovare un luogo sicuro dove le sue idee possano trovare terreno fertile per crescere e fiorire, dove si possa confrontare con i propri coetanei e non solo.

Le nostre proposte

Potenziamento delle reti Wi-Fi e della banda larga

L’interconnessione e l’interdipendenza delle persone sono due pilastri che caratterizzano la globalizzazione e la digitalizzazione. Oggi è impensabile che non venga garantita la connessione ad internet veloce e gratuita in determinati punti strategici per la vita della città, è un servizio fondamentale per la vita delle persone perché può aiutare a colmare il digital divide, creato dalle disuguaglianze economiche.

Per questo chiediamo l’installazione di hotspot wi-fi in parchi e punti di ritrovo pubblici, oltre che l’adeguamento infrastrutturale per la banda larga, favorendo così l’ammodernamento di una delle infrastrutture che diventerà sempre più essenziale nel futuro prossimo.

Biblioteche e iniziative culturali

In questi ultimi anni abbiamo assistito alla più grande opera di demonizzazione e depotenziamento dell’istruzione, della cultura e l’umiliazione dei lavoratori del mondo della conoscenza e della cultura.

Abbiamo bisogno di recuperare un rapporto positivo con la cultura, perché è lo strumento attraverso cui è possibile migliorare la propria condizione. Gli enti locali possono essere gli attori principali dell’incremento degli eventi culturali, organizzandoli, sponsorizzandoli o agevolandone l’iter burocratico.

Ai sindaci chiediamo anche di dare forza alle reti di biblioteche presenti sul territorio, prevedendo di aprirle anche di domenica e in orari serali, in modo da permetterne il pieno utilizzo non solo ai giovani ma anche ai cittadini tutti.

Welfare studentesco

Nelle nostre città i servizi dedicati agli studenti sono limitati e spesso poco efficienti. Crediamo che due priorità su cui le Amministrazioni possano agire concretamente siano le seguenti: migliorare le reti di trasporto pubblico locale aumentando il numero di corse scolastiche e prevedendo accordi con Cotral o con Trenitalia per l’abbattimento del costo degli abbonamenti, arrivando anche alla gratuità di questi.

Inoltre, a fronte di una recente campagna sul diritto allo studio in cui sono stati coinvolti più di 5.000 studenti nel territorio regionale, registriamo una notevole mancanza nell’attuazione di convenzioni con prezzi agevolati per servizi dedicati alla componente studentesca, anche con enti pubblici, attraverso lo strumento della tessera IoStudio. Crediamo che in questo senso gli Enti Locali possano svolgere un importante ruolo di mediatore e facilitatore nella definizione e contrattazione di queste, sostenendo gli sforzi dei rappresentanti degli studenti.

Infine, crediamo che per dare una risposta alla disoccupazione giovanile, purtroppo a livelli altissimi, sia necessario creare sportelli che favoriscano l’occupazione, in cui effettuare il matching tra le competenze dei giovani e i bisogni delle aziende del territorio, in cui fornire corsi di formazione sulle competenze trasversali di base e sulle opportunità di sviluppo presenti.

Aule studio e spazi di aggregazione
Nelle nostre città sono insufficienti, se non assenti, gli spazi di aggregazione e i centri commerciali non possono essere i punti di riferimento del tempo libero dei giovani.

Vogliamo luoghi dove poter studiare, con tutto ciò di cui abbiamo bisogno, computer, un numero adeguato di posti a sedere e l’accesso ad internet. Luoghi in cui noi giovani, semplicemente, possiamo ritrovarci e mettere in mostra i nostri talenti: esibendoci, producendo e condividendo esperienze.

Francesco Boscheri
Segretario Generale della Rete degli studenti medi di Viterbo e provincia

29 maggio, 2018

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR

Ciminauto -1036x80-16-10-18-OK