--

--

Pigi-Battista-560x60

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Elezioni comunali 2018 - Valentano - Intervista al candidato sindaco Leonardo Ricci (Vivo Valentano)

“Un circolo virtuoso tra amministrazione, società civile e realtà produttive”

Caffeina-Tutankhamon-9-11-18-560x80-ok

Leonardo Ricci

Leonardo Ricci

Valentano – “Vogliamo creare un circolo virtuoso tra amministrazione, società civile e realtà produttive”. Leonardo Ricci, candidato sindaco a Valentano, per le prossime elezioni comunali del 10 giugno si presenta. Sostenuto dalla lista Vivo Valentano, illustra i suoi obiettivi.

Chi è Leonardo Ricci?
“Classe ’71 (ad colorandum: segno zodiacale leone solo a rappresentare lo spirito battagliero) – racconta Ricci – sono sposato con due figli, innamorato della famiglia. Abilitato alla professione di ragioniere commercialista dopo gli studi superiori, ho conseguito laurea in giurisprudenza nel 1995 per poi abilitarmi alla professione di avvocato, attività che attualmente svolgo anche di fronte alle magistrature superiori.

Revisore contabile e abilitato all’insegnamento delle materie economico-giuridiche. Vicesindaco del comune di Valentano dal 2011 al 2016, fin da ragazzo, poi da studente e successivamente da professionista, sono impegnato nella società civile, nella comunità parrocchiale e partecipo alle vicende amministrative del paese. Credente e praticante cattolico, rispetto chi non crede o crede diversamente, attingendo spesso da questi insegnamenti morali e di vita”.

La sua esperienza politica?
“Da sempre ritengo che il valore delle idee non derivi dal colore politico di chi le propone, ma che siano piuttosto le idee a conferire valore alla persona. La politica non va più intesa come fenomeno orizzontale di partiti (oggi sbiaditi nei contorni), ma come elevazione verticale di persone protesa al comune obiettivo del bene collettivo.

In tale senso penso che siano valori civili irrinunciabili: la lealtà, la correttezza, l’onestà intellettuale, la tolleranza. E valori amministrativi essenziali: la legalità, l’efficienza, la fermezza, la determinazione, la chiarezza, la trasparenza, la vicinanza ai più deboli”.

Quali sono le priorità che vuole mettere in campo per il suo paese?
“La priorità è senza dubbio quella di rendere efficiente l’amministrazione comunale con organizzazione agile e pronta a rispondere alle necessità del paese, con valorizzazione della creatività e dell’impegno delle forze umane, onde favorire la massima abnegazione di ciascuno nel perseguimento di obiettivi concreti.

La buona amministrazione parte dal proprio interno, con capacità decisionale e assunzione di responsabilità. Una struttura sensibile alle necessità e alle evoluzioni sociali ed economiche sarà sempre in grado di dare risposte adeguate.

Obiettivo principale è quello di creare un circolo virtuoso tra amministrazione, società civile e realtà produttive, tale da porre le basi per uno sviluppo stabile e duraturo, nel segno della pragmaticità. Non mi affido a proclami, ma al senso di concretezza, nella consapevolezza delle contingenze economiche attuali cui la professionalità del nostro gruppo saprà trovare adeguate soluzioni”.

Cosa non è stato fatto in passato e che deve cambiare?
“Rispetto al passato dovrà senz’altro essere attuata una gestione delegata delle funzioni amministrative tra assessori e consiglieri, al fine di ottimizzare le competenze di ognuno e offrire risposte efficienti e tempestive, favorendo una comunicazione tra amministrazione e paese.

Ci parli della squadra che la sostiene.
“La mia squadra? Sono entusiasta della mia squadra. Persone valide, competenti e professionali che hanno già dato prova delle loro ampie capacità con anni di impegno civile. Tutti hanno prestato e prestano tuttora attività in varie associazioni e di volontariato del paese.

La lista è nata in poco tempo e i componenti si sono aggregati con effetto magnete: i Positivi si sono attratti e hanno formato un gruppo efficiente, propositivo e attivo.

Per me si è realizzato un sogno: unire, al di là e al di sopra della politica, persone di elevatissima caratura, nell’obiettivo comune di far bene per il proprio pese. Sono onorato di essere il capolista di un tale gruppo, nell’ambito del quale mi sento soltanto un primus inter pares. Sarà un piacere e un motivo di crescita personale lavorare con ciascuno di essi”.

Perché la dovrebbero votare?
“Quanto infine all’appello al voto, preferisco affidare la testimonianza del valore della nostra lista alla vita quotidiana di ciascuno di noi, che fuori dei riflettori e di spicciole convenienze elettorali del momento, ha sempre prestato attenzione, propensione e azione a favore di Valentano e dei Valentanesi. Se proprio debbo coniare uno slogan non posso che rimare: Una Lista che non s’è mai vista”.

31 maggio, 2018

Elezioni comunali 2018 ... Gli articoli

  1. Elezioni, uno scrollone al sistema clientelare...
  2. Gli otto assessori di Arena
  3. Frontini guadagna 6163 voti e perde, Arena arretra di 645 e vince
  4. "Almeno tre donne in giunta"
  5. "Se ci fossimo apparentati avremmo preso meno voti"
  6. "Giunta comunale entro la fine di questa settimana"
  7. Arena: "Vittoria sofferta" - Frontini: "È mancato un soffio"
  8. "Leonardo dacci le chiavi..."
  9. Giovanni Arena sindaco con 530 voti di scarto
  10. "Fondazione fondamentale per eleggere Arena sindaco"
  11. Venti alla maggioranza e 12 all'opposizione, ecco il nuovo consiglio
  12. Nemmeno un viterbese su due al voto
  13. Crollano i votanti, alle 19 solo il 32,74%
  14. Calano gli elettori, a mezzogiorno ha votato il 14,46%
  15. Oggi si decide tra Chiara Frontini e Giovanni Arena
  16. Chiara Frontini e Giovanni Arena ai tempi supplementari
  17. Gran finale per Arena con l'imitazione di Zucchero e Gasparri l'originale
  18. "Noi siamo il cambiamento e sarete voi a deciderlo"
  19. "Ciambella vota Arena, solo così Minchella entra in consiglio"
  20. "Lunedì a mezzogiorno consegno ad Arena la lista dei nostri assessori"
  21. "L’esperienza di vita di una donna potrebbe farne un buon sindaco"
  22. "Tornerò per santa Rosa con Arena sindaco"
  23. Il ministro Salvini a Viterbo per lanciare la volata al centrodestra
  24. "Tari, necessario rendere più efficiente il servizio"
  25. "La vostra amministrazione sarà ispirata ai principi della costituzione?"
  26. "Ex comuni e quartieri al centro dell’azione amministrativa"
  27. Carramba che sorpresa, baci e abbracci tra Arena e Usai
  28. "Villa Lante bellissima ma 90mila visitatori sono niente"
  29. Silvio Franco assessore a Sviluppo economico e Turismo
  30. "Una app per pagare parcheggi, avere info e trasmettere documenti"
  31. "Finché non si tocca il bordo della vasca la partita non è vinta"
  32. "Disastro centrosinistra, zero fondi europei utilizzati"
  33. "Viabilità di Santa Barbara, Arena & c. soffrono di inutile annuncite"
  34. A volte non ritornano...
  35. "Va semplificata la viabilità e Santa Barbara va connessa al resto della città"
  36. Matteo Salvini torna a Viterbo, da ministro
  37. "Un dibattito pubblico è dovuto agli elettori..."
  38. “Al primo consiglio comunale mi dimetto..."
  39. Tracollo Pd, tiene FI e delude M5s
  40. Micci e Sberna, mister e miss preferenza
  41. Se vince Frontini, se vince Arena
  42. Ecco chi farà parte dei consigli
  43. “Comunali, Viterbo tra i risultati negativi”
  44. Bigiotti il più giovane, Sgarbi dà nuova luce, per Gregori e Grattarola una "vittoria bellissima"...
  45. Arena: "Niente apparentamenti", Frontini: "Viterbo è pronta per il ribaltone"
  46. E' ballottaggio Arena (40,22%) - Frontini (17,56%)
  47. Sgarbi sindaco a Sutri, Gregori a Vallerano, Bigiotti a Valentano e Grattarola a Vignanello
  48. Sfida Arena - Frontini - Il risultato definitivo
  49. Oltre 67mila viterbesi al voto
  50. "Sento anch’io il bisogno di cambiamento espresso da tanti cittadini"
  51. "Ho qualche anno in più, ma anche una gran voglia di fare"
  52. "Lavoreremo 15 ore al giorno senza sentire la stanchezza..."
  53. "Mi sono ribellato all'immobilismo di Michelini..."
  54. "Abbiamo lavorato seriamente creando discontinuità col passato"
  55. "Rappresentanza civica in consiglio per valorizzare diritti ed esigenze"
  56. "Innegabile la nostra competenza e lo dimostreremo amministrando"
  57. "Vogliamo radicare il cambiamento in corso"
  58. "Più legalità e senso civico, valorizzazione di ambiente e turismo"
  59. "Turismo, lotta al degrado e ascolto dei cittadini"
  60. "Giovani al centro dello sviluppo e un paese a misura di cittadino"
  61. "Nuove opportunità di lavoro e sviluppo delle imprese agricole"
  62. "La parola d’ordine è "riqualificare""
    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR