Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--

--

Tutankhamon-560x80

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Civita Castellana - Lite in famiglia - Anziana si affaccia dalla finestra e inizia a urlare - In piazza Matteotti intervento di carabinieri, vigili del fuoco e 118

“Aiuto, mia figlia mi sta uccidendo”

Carabinieri e 118

Carabinieri e 118

Civita Castellana – Si affaccia dalla finestra e urla: “Aiuto, mia figlia mi sta uccidendo. Chiamate i carabinieri”.

Panico domenica sera in piazza Matteotti, nel centro storico di Civita Castellana. Intorno alle 22 una 70enne si è affacciata dalla finestra del proprio appartamento, al terzo piano di una palazzina che dà sulla piazza, e ha iniziato a urlare: “Aiuto, mia figlia mi sta uccidendo. Chiamate i carabinieri”.

Le grida dell’anziana hanno attirato passanti e residenti che hanno subito contattato i militari, e sul posto si è precipitata una pattuglia del nucleo radiomobile. I carabinieri, forzato il portone d’ingresso della palazzina, hanno raggiunto l’appartamento da cui provenivano le urla. Sono stati i vigili del fuoco, anche loro intervenuti, a sfondare la porta e, insieme ai militari, hanno soccorso la donna.

L’anziana era in casa con la figlia 50enne, e le due donne sono state ascoltate dai carabinieri. Si sarebbe trattata di una lite in famiglia, esplosa per futili motivi.

La 70enne è stata anche trasportata dai sanitari del 118 all’ospedale Andosilla di Civita Castellana. Ricoverata, ha trascorso lì la notte. Ma fortunatamente i medici non hanno riscontrato gravi lesioni, o comunque non superiori ai trenta giorni utili per far scattare una denuncia d’ufficio.

12 giugno, 2018

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR