--

--

Tutankhamon-560x80

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Tribunale - Il gip conferma l'archiviazione per Alessio Sacconi, denunciato per appropriazione indebita

Bancarotta del Perfidia, no alla riapertura delle indagini chiesta da Moltoni

Un'aula di tribunale

Un’aula di tribunale

 

L'avvocato Franco Taurchini

L’avvocato Franco Taurchini

Viterbo – Bancarotta del Perfidia, no alla riapertura delle indagini chiesta da Chicco Moltoni.

Non ha convinto il gip neppure il presunto “taglio del tubo dell’acqua per dare il colpo di grazia alla discoteca”. “Non è neppure dato evincere – scrive il giudice Francesco Rigato – secondo quali modalità il distacco dell’utenza idrica, peraltro non intestata alla Piano Alto srl, sarebbe stato operato”. 

Il giudice per le indagini preliminari Francesco Rigato ha sciolto la riserva e deciso per l’archiviazione della denuncia per appropriazione indebita fatta da Chicco Moltoni contro Alessio Sacconi. Archiviazione già chiesta dal pm il 13 ottobre 2015,  contro la quale Moltoni ha fatto opposizione lo scorso primo giugno tramite il difensore Samuele De Santis. 

“Alla luce della documentazione acquisita  dal pm e relativa ad altro procedimento a carico di Francesco Moltoni per il reato di bancarotta fraudolenta documentale e per distrazione – scrive il gip Rigato – emergono chiari indici di un elevato tasso di conflittualità tra le parti, tali da evidenziare per un verso la chiara natura strumentale della querela sporta da Moltoni il 3 agosto 2012 e dall’altro la oggettiva impossibilità, anche alla luce delle dichiarazioni rese da persone informate dei fatti già in atti, di acquisire elementi da fonti non coinvolte nella vicenda e che rispetto ad essa non siano portatrici di interessi”. 

Soddisfatto il difensore di Sacconi. “Non ho commentato fino ad oggi, ritenendo che per il mio assistito avrebbe parlato il giudice per le indagini preliminari”, il commento dell’avvocato Franco Taurchini. 

“Ritenuto di dover osservare la irrilevanza delle investigazioni suppletive proposte rispetto al tema del presente procedimento, atteso che palese è la finalizzazione della stessa a ripercorrere lo svolgimento di vicenda oggetto di altro procedimento – prosegue il gip – parimenti irrilevante l’assunzione di informazioni di Moltoni, come pur sollecitata, atteso che non si vede cosa il querelante potrebbe aggiungere rispetto a quanto già esposto in querela”.

“D’altro canto – scrive ancora il giudice – non si può tralasciare di evidenziare che neppure può trovare accoglimento la richiesta di procedere ad assunzione di informazioni da persone neppure nominativamente indicate, che dovrebbero riferire sui ‘lavori eseguiti e pagati dalla Piano Alo srl’, atteso che dette attività esulano chiaramente dal thema del presente procedimento”.

“D’altro canto – dice Rigato –  deve essere evidenziata la chiara irrilevanza delle indagini proposte nella parte in cui è tata avanzata richiesta di procedere a nuovo ‘esame di tutti i testimoni già sentiti a it sulle condotte indicate in questa opposizione’, così come della ‘acquisizione dei documenti dei procedimenti penali collegati e connessi’, richieste che oltretutto palesano lo scopo dell’opposizione, ossia quello di svolgere nel presente procedimento attività che con esso non sono attinenti e delle quali altrettanto palse è la strumentalità allo svolgimento di indagini che attengono a diversi e distinti procedimenti”. 

14 giugno, 2018

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR