Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--

--

Tutankhamon-560x80

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Tribunale - Era stata scoperta da uno dei cani antidroga della penitenziaria

In carcere con la droga nelle sigarette, condannata moglie di un detenuto

Viterbo - Il carcere di Mammagialla

Viterbo – Il carcere di Mammagialla

Viterbo – In carcere con la droga nascosta nel pacchetto di sigarette, condannata dal collegio presieduto dal giudice Silvia Mattei. 

Quattro mesi e una multa di 688 euro alla moglie di un detenuto di Mammagialla, scoperta da uno dei cani antidroga della penitenziaria con dello stupefacente nella borsa.

Più severo del collegio il pm Stefano D’Arma, che aveva chiesto dieci mesi e tremila euro di multa. All’imputata è stata inoltre accordata la sospensione condizionale della pena. 

L’episodio risale al 12 luglio 2014. Erano circa le 12,45 quando la donna si apprestava a entrare nel carcere sulla Teverina per avere un colloquio visivo con il marito detenuto. 

“A segnalare l’imputata è stata una delle unità del Nucleo cinofili della polizia penitenziaria del Lazio – ha spiegato un agente – un cane condotto da una collega, che ha fiutato qualcosa di sospetto, per cui abbiamo perquisito l’aspirante visitatrice e dentro un pacchetto di sigarette abbiamo trovato un involucro contenente 0,21 grammi di cannabinoidi. Niente altro. Nemmeno sulla vettura che stava al parcheggio”. 

D’Arma, pur chiedendo una condanna a dieci mesi e tremila euro di multa, ha sottolineato come “l’unico dubbio sia che lo stupefacente fosse per uso personale e non per il marito”. “Ma – ha aggiunto – considerando che l’imputata stava entrando in carcere per un colloquio, sarebbe stata una leggerezza ai limiti dell’assurdo dimenticarsi di avere della droga nel pacchetto delle sigarette, semmai l’avrebbe lasciata in  macchina”. 

13 giugno, 2018

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR

Ciminauto -1036x80-16-10-18-OK