- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

“Ciambella vota Arena, solo così Minchella entra in consiglio”

Condividi la notizia:
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]

Chiara Frontini [4]

Chiara Frontini

Chiara Frontini [5]

Chiara Frontini

Chiara Frontini [6]

Chiara Frontini

Chiara Frontini [7]

Chiara Frontini

Viterbo – (g.f.) – “Ciambella vota Arena, perché è l’unico modo per far entrare Martina Minchella in consiglio comunale”.

Ultime ore di campagna elettorale e Chiara Frontini, candidata sindaca Viterbo 2020 e Viterbo Cambia, prima della festa di chiusura, ne approfitta per togliersi gli ultimi sassolini dalle scarpe.

“Minchella – continua Frontini – è rimasta l’ultima fioroniana nel Pd e quindi stanno spingendo, col comunicato ma anche attraverso messaggi, non sia io la scelta. Del resto, Fioroni uguale Tajani e Ciambella uguale Arena”. Perché nel caso di vittoria di Frontini, del Pd entrano soltanto in due e Minchella è terza in ordine di lista.

E sul sostegno ricevuto dall’assessore uscente Alvaro Ricci: “Non passa da nessun accordo o assessorato e lo vedremo a breve, appena vinceremo.

Noi abbiamo già fatto i nomi di quattro componenti in giunta. I rimanenti quattro arriveranno da candidati in lista”. Quindi, nessuna sorpresa. “Tutte le voci che sentiamo, con le quali ci vogliono screditare, sono dettate da una paura fottuta di perdere le poltrone. Non hanno contenuti e allora devono screditare con dietrologie, dove non ci sono.

Noi non usiamo i loro metodi. Abbiamo anche noi screenshot di chat in cui candidati di sinistra affermano di votare Arena, ma non le mostriamo”.

Una serie di precisazioni in una conferenza originariamente convocata per parlare d’altro. Fare due conti. Invece, Frontini ha dovuto fare altri conti. Prima di presentare la lista delle spese e dei finanziamenti.

“Perché anche in questo caso – osserva la candidata sindaca – ci sono state illazioni su quanto ci costava la campagna e chi ci metteva i soldi”.

Quindi, i numeri. “Da inizio anno abbiamo speso 22.927,21 euro – afferma Frontini – di cui 10mila per manifesti, 1063 euro per le scatoline, 1900 euro d’affitto sedi, 1675 con la festa dell’8 giugno. Poi 1347 in diritti d’affissione per i famosi 12 metri per tre”.

Fronte donazioni: “Io ho messo personalmente i due terzi della somma – prosegue Frontini – tutto documentabile, attraverso due conti correnti o assegni tracciabili. Il resto da donazioni, bonifici, Paypal e 715 euro in contanti. Quindi, 715 euro in contanti, con ricevute. Le donazioni ammontano a 6835,19. La donazione più alta è di 500 euro”.

La somma la tira Alfonso Antoniozzi, assessore in caso di vittoria. “Il nostro è un progetto su Viterbo, per fare piazza pulita sulla città resuscitare una città morta”.


Condividi la notizia:
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]