--

--

Tutankhamon-560x80

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Politica - Il coordinamento comunale Acquapendente Lega Salvini premier si rivolge all'amministrazione

“Gestione cimitero comunale, i cittadini vogliono chiarezza”

Acquapendente

Acquapendente

Acquapendente – Riceviamo e pubblichiamo – Il coordinamento comunale Acquapendente Lega Salvini premier ha ricevuto numerose richieste da parte dei cittadini per avere chiarimenti sulla gestione del cimitero comunale da parte dell’attuale amministrazione, cominciando dalla vendita di loculi e cappelle.

Sono stati venduti, infatti, decine di loculi, con un acconto del 50% al momento della firma del contratto, la cui consegna era prevista per il periodo di maggio/giugno 2018, ma che purtroppo ancora non sono stati costruiti.

Una situazione analoga si presenta per le cappelle. In questo caso è stata fatta una vendita per 20mila euro, con il versamento di un acconto del 50% di 10mila euro al momento della firma del contratto (che in alcuni casi prevede la consegna al 2017) ma che sono ancora da costruirsi.

Quando è prevista la consegna di questi loculi a cappelle, per i quali i cittadini hanno pagato? Si può capire che sia richiesta una risposta, considerando anche che buona parte dei cittadini che aspettano il loculo usufruiscono di fornetti prestati. In aggiunta si chiedono anche dei chiarimenti sul progetto di ampliamento dell’area cimiteriale presentato dall’attuale amministrazione comunale.

L’attuale progetto infatti prevede l’ampliamento del cimitero smantellando il parcheggio costruito con i fondi regionali. Ci si chiede quindi se la Regione sia stata informata di tali sviluppi.

Si chiede anche chiarezza sulla documentazione presentata per tale progetto, e nello specifico: 1) la variante allo strumento urbanistico vigente per la realizzazione di opere pubbliche 2) l’indagine geologica approvata dalla Regione Lazio 3) il parere igienico sanitario 4) approvazione della variante del progetto 5) nulla osta sismico per strutture previste 6) finanziamento dell’opera 7) indizione della gara fatta ma bloccata 8) estremi di approvazione dei lavori.

Chiediamo quindi al sindaco Angelo Ghinassi e all’amministrazione comunale delle risposte che sono nell’interesse di tutti i cittadini.

Coordinamento comunale Acquapendente Lega Salvini premier

14 giugno, 2018

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR