--

--

Ezio-mauro560x60

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Elezioni comunali 2018 - Viterbo - Intervista a Giovanni Arena, candidato sindaco per Forza Italia, Fratelli d'Italia, Lega e FondAzione

“Ho qualche anno in più, ma anche una gran voglia di fare”

Caffeina-Tutankhamon-9-11-18-560x80-ok

Giovanni Arena

Giovanni Arena

Viterbo – Giovanni Arena, candidato sindaco per Forza Italia, Fratelli d’Italia, Lega e FondAzione, punta alla vittoria. Tra i suoi obiettivi: sgravi fiscali per chi aprirà aziende in centro, un centro libero dalle auto ascoltando le richieste dei commercianti, un nuovo accordo sull’igiene urbana, l’asfaltatura delle strade e il miglioramento della qualità della vita dei cittadini nelle frazioni.

Centro storico, come pensa di valorizzarlo?
“Le nostre proposte – dice Arena – per il rilancio del centro storico, che mai come nell’ultimo quinquennio ha fatto mai registrare un così alto numero di chiusure di attività commerciali, riguardano innanzitutto sgravi fiscali per chi aprirà aziende in centro e assumerà personale: -30 % sulla tariffa Imu per le imprese del centro storico che opereranno nuove assunzioni e -25% Imu per i negozi che dimostreranno di essere in locazione per almeno tre anni. E poi la messa a punto di un nuovo piano del commercio, ma anche la creazione di un portale dedicato all’interno del sito internet del Comune per i servizi del centro storico.

Tra le proposte del centrodestra per il rilancio del centro c’è anche quella di cambiare destinazione d’uso ad alcuni edifici che possano ospitare nuove imprese artigiane.

E’ intenzionato a estendere la ztl, chiudendo il centro definitivamente?
“Partiamo da un presupposto: noi siamo per il centro libero dalle auto, vogliamo che in centro esista una reale isola pedonale chiusa h 24, grazie anche al posizionamento di dissuasori del traffico in tutte le piazze storiche della città, in modo da scoraggiare il parcheggio selvaggio, specie nelle ore notturne.

Però se ci saranno richieste da parte dei commercianti, potremo rivedere gli orari in fascia diurna del blocco al traffico veicolare in via san Lorenzo e via Chigi, restando ferma la chiusura alle auto nelle ore serali estive e festive. 

Una chiusura totale del centro alle auto, una condizione che accomunerebbe Viterbo a tutti i più importanti centri storici d’Europa, va per forza legata alla necessità di mettere a disposizione di cittadini e turisti spazi di parcheggio appositi.

Molto è stato fatto con la riqualificazione di Valle Faul e la realizzazione degli ascensori, ma il progetto iniziato col Plus va terminato: intendiamo ripartire dalla riqualificazione dell’area delle Fortezze fuori Porta San Pietro e dell’area esterna a Valle Faul, con conseguente realizzazione di parcheggi che favoriscano un facile raggiungimento del centro storico.

Resta inoltre in piedi il progetto di costruzione di parcheggi a due piani interrato uno al Sacrario e uno multipiano in via Sant’Antonio, realizzati a costo zero per il Comune mediante finanziamento con project financing”.


Come crede di gestire l’emergenza rifiuti in città?
“Il problema dei rifiuti, diventato ormai vera e propria emergenza, è sostanzialmente burocratico, legato al contenzioso tra il Comune e Viterbo Ambiente. Entro la fine dell’anno però va dato un segnale discontinuità rispetto al recente passato, la città va pulita da capo a piedi.

A settembre scade l’affidamento del servizio a Viterbo Ambiente, l’amministrazione Michelini ha scelto di non scegliere anche in questo caso e non ha bandito la nuova gara. Tempi tecnici per farlo entro settembre non ci saranno, quindi si va per forza verso una proroga a Viterbo Ambiente. Però rinegozieremo le condizioni: il nuovo consiglio comunale fornirà l’atto di indirizzo per il nuovo accordo sull’igiene urbana.

Entro Natale avremo una città più pulita, e penso che la mia esperienza come commissario dell’Arpa e come consulente della Commissione sul traffico dei rifiuti potrà essere utile”.


Traffico e buche. Quali soluzioni?
“Nei primi sei mesi di governo insieme all’igiene urbana, la priorità sarà l’asfaltatura delle strade, ridotte in condizioni pietosi. Ci sono due lotti da 800mila euro di lavori da far partire, evidenziando le priorità e dando risposte alle criticità, e se non basteranno provvederemo a variazioni di bilancio per aumentare gli stanziamenti.

Per ciò che concerne il traffico, credo che vadano studiate soluzioni per decongestionare soprattutto le aree periferiche, come Villanova, nella parte finale di via Garbini, e a Santa Barbara”.

Qual è il suo piano per valorizzare le periferie?
“Negli ultimi mesi abbiamo sentito parlare, forse anche un po’ a sproposito, dei fondi previsti dal protocollo di intesa firmato con l’ex presidente Gentiloni per le periferie. Milioni di euro che sarebbero dovuti arrivare a Viterbo. Ma le vedremo mai davvero queste risorse, mi chiedo? Perché ad oggi da parte del Comune di Viterbo, nonostante i proclami sui media e le sollecitazioni del Ministero, non sono stati ancora presentati i progetti.

Vuoi per lentezza burocratica, vuoi per cattiva volontà e incapacità gestionale dell’amministrazione Michelini, il Comune non ha presentato i progetti per l’ottenimento dei finanziamenti. Tanto che l’assessore Saraconi ha chiesto al Ministero una proroga di sei mesi, delegando a chi verrà dopo di lei l’onere e l’onore di far arrivare i fondi a Viterbo.

Speriamo che i margini temporali ci siano ancora e che non si sia persa un’occasione. Cosa faremo con i fondi per le periferie? Se mai arriveranno, li investiremo per la viabilità a Santa Barbara, per la realizzazione di un’area verde a Villanova, per il collegamento del marciapiede da Ponte dell’Elce a Porta Romana e per la realizzazione di impianti sportivi per i ragazzi nelle aree che ne sono prive”.

E le frazioni?
“L’obiettivo è il miglioramento della qualità della vita dei cittadini nelle frazioni. A San Martino abbiamo cominciato oltre cinque anni fa con la riqualificazione della piazza principale, ripartiremo da lì. Nello specifico, il marciapiede e l’area adiacente al cimitero andranno ripensati; installeremo un semaforo in via Umbria, sia in entrata che in uscita dal paese, insieme ad un sistema di limitazione della velocità a pannelli fotovoltaici già dal tratto stradale precedente l’ingresso della clinica “Villa Immacolata”.

Per Bagnaia abbiamo in programma diversi progetti, primo su tutti una nuova convenzione con la Sovrintendenza, che comprenda anche il preziosissimo contributo delle associazioni di Bagnaia, per le aperture straordinarie di Villa Lante.

A Grotte Santo Stefano apriremo una sede multifunzionale da mettere a disposizione delle associazioni per le manifestazioni, e proporremo una convenzione con la proprietà del castello di Montecalvello per ospitare eventi culturali di respiro internazionale. Verrà, inoltre, ampliato il cimitero di Grotte santo Stefano e a Fastello è in programma un’opera di messa in sicurezza delle rete viaria e del centro cittadino

”.

Come si rilancia l’economia della città? E il turismo?
“Si rilancia con la promozione dell’agricoltura e l’istituzione del marchio di denominazione comunale DE.CO per la tutela e la qualificazione dei prodotti tipici, facilmente reperibili in un punto vendita all’interno di in una struttura comunale che sia spazio aperto anche ad altro.

Si rilancia con la digitalizzazione degli uffici comunali e con l’informatizzazione completa dei servizi ai cittadini, ma anche con un bando di più ampio respiro per la riapertura delle Terme ex Inps. Insieme al piano per le terme spontanee, nei prossimi cinque anni abbiamo la possibilità di creare un vero polo termale viterbese capace di attrarre presenze in maniera più stabile. Agricoltura, innovazione, turismo e terme: il futuro passa da qui”.

Quale sarà la sua politica culturale?
“Credo che non ci si debba inventare niente. Basta fare scelte oculate e con indirizzi precisi per sfruttare al massimo le limitate risorse. A partire dal Teatro Unione, la cui direzione artistica stabile andrà individuata tra profili di alto livello: il programma della stagione dovrà essere messo a punto con maggiore autonomia rispetto alle proposte confezionate dall’Atcl scelte dalla giunta Michelini a pochi giorni dal voto. Evitiamo il piattume che ha caratterizzato gli ultimi anni”.

Alla sua età, come pensa di amministrare la città?
“Sono un nonno, ho qualche anno in più dei miei competitor, è vero. Ma anche una gran voglia di fare ed un’energia che intendo mettere al servizio della città 24 ore al giorno. Come amministrerò? Con l’esperienza accumulata nel tempo, necessaria per rimettere in piedi Viterbo dopo anni di approssimazione amministrativa”. 

8 giugno, 2018

Elezioni comunali 2018 ... Gli articoli

  1. Elezioni, uno scrollone al sistema clientelare...
  2. Gli otto assessori di Arena
  3. Frontini guadagna 6163 voti e perde, Arena arretra di 645 e vince
  4. "Almeno tre donne in giunta"
  5. "Se ci fossimo apparentati avremmo preso meno voti"
  6. "Giunta comunale entro la fine di questa settimana"
  7. Arena: "Vittoria sofferta" - Frontini: "È mancato un soffio"
  8. "Leonardo dacci le chiavi..."
  9. Giovanni Arena sindaco con 530 voti di scarto
  10. "Fondazione fondamentale per eleggere Arena sindaco"
  11. Venti alla maggioranza e 12 all'opposizione, ecco il nuovo consiglio
  12. Nemmeno un viterbese su due al voto
  13. Crollano i votanti, alle 19 solo il 32,74%
  14. Calano gli elettori, a mezzogiorno ha votato il 14,46%
  15. Oggi si decide tra Chiara Frontini e Giovanni Arena
  16. Chiara Frontini e Giovanni Arena ai tempi supplementari
  17. Gran finale per Arena con l'imitazione di Zucchero e Gasparri l'originale
  18. "Noi siamo il cambiamento e sarete voi a deciderlo"
  19. "Ciambella vota Arena, solo così Minchella entra in consiglio"
  20. "Lunedì a mezzogiorno consegno ad Arena la lista dei nostri assessori"
  21. "L’esperienza di vita di una donna potrebbe farne un buon sindaco"
  22. "Tornerò per santa Rosa con Arena sindaco"
  23. Il ministro Salvini a Viterbo per lanciare la volata al centrodestra
  24. "Tari, necessario rendere più efficiente il servizio"
  25. "La vostra amministrazione sarà ispirata ai principi della costituzione?"
  26. "Ex comuni e quartieri al centro dell’azione amministrativa"
  27. Carramba che sorpresa, baci e abbracci tra Arena e Usai
  28. "Villa Lante bellissima ma 90mila visitatori sono niente"
  29. Silvio Franco assessore a Sviluppo economico e Turismo
  30. "Una app per pagare parcheggi, avere info e trasmettere documenti"
  31. "Finché non si tocca il bordo della vasca la partita non è vinta"
  32. "Disastro centrosinistra, zero fondi europei utilizzati"
  33. "Viabilità di Santa Barbara, Arena & c. soffrono di inutile annuncite"
  34. A volte non ritornano...
  35. "Va semplificata la viabilità e Santa Barbara va connessa al resto della città"
  36. Matteo Salvini torna a Viterbo, da ministro
  37. "Un dibattito pubblico è dovuto agli elettori..."
  38. “Al primo consiglio comunale mi dimetto..."
  39. Tracollo Pd, tiene FI e delude M5s
  40. Micci e Sberna, mister e miss preferenza
  41. Se vince Frontini, se vince Arena
  42. Ecco chi farà parte dei consigli
  43. “Comunali, Viterbo tra i risultati negativi”
  44. Bigiotti il più giovane, Sgarbi dà nuova luce, per Gregori e Grattarola una "vittoria bellissima"...
  45. Arena: "Niente apparentamenti", Frontini: "Viterbo è pronta per il ribaltone"
  46. E' ballottaggio Arena (40,22%) - Frontini (17,56%)
  47. Sgarbi sindaco a Sutri, Gregori a Vallerano, Bigiotti a Valentano e Grattarola a Vignanello
  48. Sfida Arena - Frontini - Il risultato definitivo
  49. Oltre 67mila viterbesi al voto
  50. "Sento anch’io il bisogno di cambiamento espresso da tanti cittadini"
  51. "Lavoreremo 15 ore al giorno senza sentire la stanchezza..."
  52. "Mi sono ribellato all'immobilismo di Michelini..."
  53. "Abbiamo lavorato seriamente creando discontinuità col passato"
  54. "Rappresentanza civica in consiglio per valorizzare diritti ed esigenze"
  55. "Innegabile la nostra competenza e lo dimostreremo amministrando"
  56. "Vogliamo radicare il cambiamento in corso"
  57. "Più legalità e senso civico, valorizzazione di ambiente e turismo"
  58. "Turismo, lotta al degrado e ascolto dei cittadini"
  59. "Giovani al centro dello sviluppo e un paese a misura di cittadino"
  60. "Nuove opportunità di lavoro e sviluppo delle imprese agricole"
  61. "La parola d’ordine è "riqualificare""
  62. "Un circolo virtuoso tra amministrazione, società civile e realtà produttive"

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR