Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Sette chili di droga in un casolare - Il tribunale del riesame ha rigettato l'istanza presentata dai difensori

Restano in carcere gli imprenditori arrestati per spaccio

Condividi la notizia:

Franco Pacifici, procuratore capo facente funzioni

Franco Pacifici, procuratore capo facente funzioni

Viterbo – Restano nel carcere di Mammagialla i due imprenditori arrestati per spaccio lo scorso 4 maggio per spaccio a distanza di sette mesi dall’arresto in flagranza di un presunto complice in un casolare nelle campagne del capoluogo. 

Lo comunica con una nota il procuratore della repubblica facente funzioni Franco Pacifici, titolare dell’inchiesta.  

Il tribunale per il riesame di Roma riunitosi all’udienza del 23 maggio ha rigettato il ricorso presentato dai legali dei due imprenditori nei confronti dei quali è stata eseguita la misura cautelare in carcere. Si è in attesa del deposito delle relative motivazioni.

I due soggetti, cui sono stati contestati reati di detenzione e spaccio di rilevanti quantità di sostanza stupefacente (marijuana, hashish e cocaina) rimangono, pertanto, ristretti presso la casa circondariale di Viterbo a disposizione della locale procura della repubblica.

Le indagini delegate alla squadra mobile di Viterbo ed al personale della sezione di polizia giudiziaria presso la procura della repubblica proseguono.

 


Condividi la notizia:
1 giugno, 2018

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR