Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Soriano nel Cimino - Dal 6 giugno le riprese per la serie tv della Rai ispirata al best seller di Uberto Eco - Il sindaco Menicacci: "E' un posto che merita, il riconoscimento Unesco non è arrivato a caso"

Si gira il “Nome della rosa” alla Faggeta

Condividi la notizia:

Soriano nel Cimino - La Faggeta

Soriano nel Cimino – La Faggeta

Soriano nel Cimino – Si gira il “Nome della rosa” alla Faggeta.

La Tuscia set privilegiato per le riprese del “Nome della Rosa”, serie Tv ispirata a uno dei romanzi più famosi di Umberto Eco, scomparso nel mese di gennaio 2016 e diretta dal regista Giacomo Battiato.

La serie, composta da otto episodi, sarà ambientata in Italia nel 1327 e dal 6 giugno e per diversi giorni la faggeta di Soriano nel Cimino sarà protagonista di alcune scene girate dalla troupe.

La storia segue Guglielmo da Baskerville e il suo apprendista, Adso da Melk, intenti a scovare un serial killer in un monastero benedettino dell’Italia settentrionale.

Nel cast nomi illustri con John Turturro e Rupert Everett scelti per i ruoli chiave, rispettivamente, di Guglielmo da Baskerville, il monaco francescano del XIV secolo che indaga su una serie di macabri omicidi, e sul suo antagonista, l’Inquisitore Bernard Gui. Poi Sebastian Koch, James Cosmo e Richard Sammel. L’emergente attore tedesco Damien Hardung interpreterà Adso, apprendista di Gugliemo.

Ci saranno anche volti noti del cinema italiano come Fabrizio Bentivoglio, Greta Scarano e Piotr Adamczyk.

“Siamo molto contenti – commenta il sindaco di Soriano Fabio Menicacci – che abbiano scelto la Faggeta per girare una fiction. Non è la prima volta che viene usata come set. Vuol dire che merita per le sue bellezze apprezzate da tutti. Il riconoscimento Unesco, non è arrivato a caso”.


Condividi la notizia:
4 giugno, 2018

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR