--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Elezioni comunali 2018 - Ballottaggio - Viterbo - A piazza del Teatro circa tremila al comizio del ministro all'Interno Matteo Salvini

“Tornerò per santa Rosa con Arena sindaco”

di Giuseppe Ferlicca

Condividi la notizia:

Viterbo – Arriva in anticipo, dopo essersi fermato a rifocillarsi a Bagnaia. Ne approfitta per fare un giro tra la folla. Che lo accoglie come sempre con cori e applausi.

Quando Matteo Salvini entra in piazza del Teatro non sono ancora le 18,30. È il suo ritorno a Viterbo. L’ultima volta, a marzo, da leader del centrodestra. Oggi è ministro. Niente è cambiato.

È venuto a sostenere Giovanni Arena sindaco, ma prima e dopo, è tutto per le persone che sono qui per vederlo e ascoltarlo. Sono circa tremila. Tanti selfie prima, durante e soprattutto dopo il comizio. Rimane quasi un’ora sul palco, finito il discorso, per accontentare tutti. Non è da tutti.

Selfie di Matteo Salvini da piazza del Teatro

Sul candidato primo cittadino ha una certezza: “Da lunedì – spiega al microfono il ministro – sarà il sindaco di Viterbo”. E anzi, al futuro “capo” di palazzo dei Priori, già prenota una visita: “Tornerò il 3 settembre con Arena sindaco. Lo scorso anno non sono potuto venire per santa Rosa è mi è dispiaciuto”.

Sul palco, le elezioni comunali a Viterbo, ma pure quelle di Terni. Dal capoluogo della Tuscia la tappa successiva è proprio nella città umbra e poi, le vicende nazionali. I fatti che stanno facendo discutere.



“Arrivo a Viterbo – spiega Salvini – nel mio 21esimo giorno da ministro”. Dal palco apprezza la vista. “Questa piazza piena è la più bella risposta ai vari Saviano, Macron e Santoro che passano il tempo a insultare il prossimo. Grazie di cuore”. Alle persone presenti, ovvio. “Penso che qui ci fossero Renzi o la Boldrini, magari ci sarebbero meno persone”. Due esempi a caso, come ammette lo stesso Salvini.

“Potrò risultare antipatico, ma chissenefrega. Meglio antipatico che fesso. Io non mollo. Più mi insultano, più mi danno forza, più mi attaccano, mi minacciano e più mi danno forza”. Parte il coro “Matteo Matteo…”.

Ai presenti però lancia un avvertimento: “Non basta battere le mani – ammonisce Salvini – scegliere il sindaco è qualcosa che vi cambia la vita. Chi domenica va al mare, poi stia zitto per 5 anni se a Viterbo le cose non funzioneranno. Un minuto per scegliere il sindaco va trovato. Altrimenti si evitino lamentele su parcheggi, strade, buche”.

La ricetta che propone è quella della normalità. “Non abbiamo bacchette magiche noi, così come non le ha il sindaco e la sua squadra, ma ci mettiamo onestà e tanta buona volontà. Mi hanno detto, salendo sul palco, sei eccezionale. No. Un paese che ha bisogno di persone eccezionali è alla frutta. Qui ci sono persone normali che vogliono fare cose normali”.

Matteo Salvini e Giovanni Arena

Normali come: “Difendere i confini e la sicurezza del paese. Abbiamo cominciato a farlo”. O la legittima difesa: “La sinistra ha approvato una riforma della legittima difesa buona solo quando fa buio. Adesso, ad esempio c’è il sole. Potrebbe succedere qualsiasi cosa, ma al delinquente dovremmo chiedere se ci fa la cortesia di passare quando fa buio, sennò siamo in difficoltà”.

Matteo Salvini

Ce l’ha un po’ con i giornalisti. Seppure con una premessa: non bisogna generalizzare. E forse temendo di non essere compreso, fa un esempio su cosa intenda per non generalizzare.

“Non si generalizza – osserva Salvini – sui rom, ad esempio. Per carità, uno che lavora ci sarà, magari due o tre”. Fatta chiarezza, riprende il filo. Il riferimento alla stampa è per l’effetto Salvini, uscito sui giornali: “Leggo che la borsa scende e lo spread sale perché ho detto che smonteremo la legge Fornero. L’ho detto e lo confermo. Che novità è? Sono cinque anni che rompo le palle con questa legge. Non mi spaventa Saviano, figuriamoci se mi faccio intimorire dallo spread”.

Matteo Salvini e Giovanni Arena

Ancora attualità. Con la nave Lifeline che ha caricato a bordo 224 migranti. “Hanno disobbedito alle autorità libiche e a quelle italiane – afferma Salvini – e quindi in Italia non sbarcano. Oltretutto, l’imbarcazione batte bandiera olandese, ma il governo ci ha fatto sapere che non hanno nessuna nave registrata con quel nome.

Il mio obiettivo è salvare le persone a bordo, ma prima dell’Italia c’è Malta. Li prendessero loro ogni tanto. Poi la nave la sequestriamo e arrestiamo tutto il personale”. Una ricetta soft.

Umberto Fusco, Matteo Salvini ed Enrico Maria Contardo

Sulle sorti del governo rassicura: “Cercano di farmi litigare con i 5 stelle, ma non ci riescono. Ho trovato gente che mantiene la parola e penso che lavoreremo bene insieme”.

Un abbraccio con Arena e poi l’ultimo annuncio a microfono: “Qualcuno vuole fare una foto? Si entra da destra, sempre da destra e con il telefonino pronto”. Alle transenne si accalcano a centinaia. Una lunga fila. Salvini resta sul palco fino a quando l’ultimo dei presenti non ha la sua foto. Promessa di uno scatto col ministro: mantenuta.

Giuseppe Ferlicca


Condividi la notizia:
22 giugno, 2018

Elezioni comunali 2018 ... Gli articoli

  1. Elezioni, uno scrollone al sistema clientelare...
  2. Gli otto assessori di Arena
  3. Frontini guadagna 6163 voti e perde, Arena arretra di 645 e vince
  4. "Almeno tre donne in giunta"
  5. "Se ci fossimo apparentati avremmo preso meno voti"
  6. "Giunta comunale entro la fine di questa settimana"
  7. Arena: "Vittoria sofferta" - Frontini: "È mancato un soffio"
  8. "Leonardo dacci le chiavi..."
  9. Giovanni Arena sindaco con 530 voti di scarto
  10. "Fondazione fondamentale per eleggere Arena sindaco"
  11. Venti alla maggioranza e 12 all'opposizione, ecco il nuovo consiglio
  12. Nemmeno un viterbese su due al voto
  13. Crollano i votanti, alle 19 solo il 32,74%
  14. Calano gli elettori, a mezzogiorno ha votato il 14,46%
  15. Oggi si decide tra Chiara Frontini e Giovanni Arena
  16. Chiara Frontini e Giovanni Arena ai tempi supplementari
  17. Gran finale per Arena con l'imitazione di Zucchero e Gasparri l'originale
  18. "Noi siamo il cambiamento e sarete voi a deciderlo"
  19. "Ciambella vota Arena, solo così Minchella entra in consiglio"
  20. "Lunedì a mezzogiorno consegno ad Arena la lista dei nostri assessori"
  21. "L’esperienza di vita di una donna potrebbe farne un buon sindaco"
  22. Il ministro Salvini a Viterbo per lanciare la volata al centrodestra
  23. "Tari, necessario rendere più efficiente il servizio"
  24. "La vostra amministrazione sarà ispirata ai principi della costituzione?"
  25. "Ex comuni e quartieri al centro dell’azione amministrativa"
  26. Carramba che sorpresa, baci e abbracci tra Arena e Usai
  27. "Villa Lante bellissima ma 90mila visitatori sono niente"
  28. Silvio Franco assessore a Sviluppo economico e Turismo
  29. "Una app per pagare parcheggi, avere info e trasmettere documenti"
  30. "Finché non si tocca il bordo della vasca la partita non è vinta"
  31. "Disastro centrosinistra, zero fondi europei utilizzati"
  32. "Viabilità di Santa Barbara, Arena & c. soffrono di inutile annuncite"
  33. A volte non ritornano...
  34. "Va semplificata la viabilità e Santa Barbara va connessa al resto della città"
  35. Matteo Salvini torna a Viterbo, da ministro
  36. "Un dibattito pubblico è dovuto agli elettori..."
  37. “Al primo consiglio comunale mi dimetto..."
  38. Tracollo Pd, tiene FI e delude M5s
  39. Micci e Sberna, mister e miss preferenza
  40. Se vince Frontini, se vince Arena
  41. Ecco chi farà parte dei consigli
  42. “Comunali, Viterbo tra i risultati negativi”
  43. Bigiotti il più giovane, Sgarbi dà nuova luce, per Gregori e Grattarola una "vittoria bellissima"...
  44. Arena: "Niente apparentamenti", Frontini: "Viterbo è pronta per il ribaltone"
  45. E' ballottaggio Arena (40,22%) - Frontini (17,56%)
  46. Sgarbi sindaco a Sutri, Gregori a Vallerano, Bigiotti a Valentano e Grattarola a Vignanello
  47. Sfida Arena - Frontini - Il risultato definitivo
  48. Oltre 67mila viterbesi al voto
  49. "Sento anch’io il bisogno di cambiamento espresso da tanti cittadini"
  50. "Ho qualche anno in più, ma anche una gran voglia di fare"
  51. "Lavoreremo 15 ore al giorno senza sentire la stanchezza..."
  52. "Mi sono ribellato all'immobilismo di Michelini..."
  53. "Abbiamo lavorato seriamente creando discontinuità col passato"
  54. "Rappresentanza civica in consiglio per valorizzare diritti ed esigenze"
  55. "Innegabile la nostra competenza e lo dimostreremo amministrando"
  56. "Vogliamo radicare il cambiamento in corso"
  57. "Più legalità e senso civico, valorizzazione di ambiente e turismo"
  58. "Turismo, lotta al degrado e ascolto dei cittadini"
  59. "Giovani al centro dello sviluppo e un paese a misura di cittadino"
  60. "Nuove opportunità di lavoro e sviluppo delle imprese agricole"
  61. "La parola d’ordine è "riqualificare""
  62. "Un circolo virtuoso tra amministrazione, società civile e realtà produttive"
    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR