- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

Vox populi va avanti – Appaltopoli bis prescrizione rinviata per i 31 imputati

Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]

Viterbo - Il tribunale [3]

Viterbo – Il tribunale

L'avvocato Enrico Valentini [4]

L’avvocato Enrico Valentini

L'avvocato Carmelo Ratano [5]

L’avvocato Carmelo Ratano

Viterbo – Vox populi va avanti, prescrizione rinviata per i 31 imputati del filone bis di Appaltopoli.


Processo Vox Populi

Rigettate dal collegio, che ieri ha sciolto la riserva, le questioni preliminari avanzate lo scorso 23 maggio dai difensori di Fabrizio Galli e Marco Bonamici, Ferrero Friggi e Vincenzo Palumbo.

Ai due imprenditori e ai due funzionari comunali, arestati il 17 ottobre 2016, sono contestati a vario titolo la turbativa d’asta e la rivelazione di segreti d’ufficio. Presunti reati consumati ad Acquapendente tra il 2012 e il 2015.

Per la terna giudicante non è stato violato il diritto di difesa, né è illegittimo l’immediato. 

Il processo è proseguito con l’ammissione prove, anche se il collegio si è riservato sulle trascrizioni delle intercettazioni chieste dal pm Stefano d’Arma a dopo il deposito dei decreti autorizzativi e di proroga, sfoltendo preventivamente le liste testi della difesa. 

Gelo in aula quando il difensore Enrico Valentini, che assiste Friggi, Galli e Bonamici, ha chiesto a sua volta: “La trascrizione di una serie di intercettazioni da cui emergono ipotesi di reato a carico non dei miei assistiti, ma del denunciante”.

Tutto rinviato all’udienza del 10 ottobre. 


Processo Appaltopoli bis

Rinviate a data da destinarsi le 11 prescrizioni su 31 imputati del maxiprocesso scaturito dal filone bis di Genio e sregolatezza.

Nonostante le difese abbiano sollecitato il collegio a fare presto, in quanto per molti ci sono in gioco affari e lavoro, soprattutto tra gli imprenditori, il presidente Gaetano Mautone, scoprendosi incompatibile su sollecitazione delle difese, ha deciso di soprassedere. 

Si torna in aula il 4 luglio, ma solo per verificare i provvedimenti presi dalla presidente del tribunale Maria Rosaria Covelli cui Mautone, avendo svolto funzione di gip durante le indagini preliminari, ha rinviato gli atti, chiedendo di astenersi, ritenendo ricorrano i motivi per una sua incompatibilità nella trattazione del processo. 

Mautone avrebbe firmato ben sei richieste di autorizzazioni e proroghe alle intercettazioni, prodotte dal difensore Carmelo Ratano. 

Dovranno aspettare i difensori degli undici imputati per i quali il processo è già prescritto. Per gli altri la prescrizione scatterà verso la fine del 2019. Il processo riprenderà, davanti a un diverso collegio, se tutto va bene, non prima di settembre. 

Silvana Cortignani

 


Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]
  • Tweet [6]
  • [1]
  • [2]