Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--

--

Tutankhamon-560x80

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Migranti - Il ministro tuona: "Finché non si fa chiarezza sull'accaduto, non autorizzo nessuno a scendere"

La Diciotti è a Trapani, ma Salvini non molla

Matteo Salvini

Matteo Salvini

Trapani – La nave Diciotti, con a bordo i 67 migranti prelevati domenica dal cargo Vos Thalassa dalla guardia costiera italiana, è entrata nel porto di Trapani, dopo diverse ore di attesa in rada.

Ma da Innsbruck, dov’è impegnato nel vertice con gli altri colleghi europei, Matteo Salvini fa sapere che la vicenda è tutt’altro che conclusa: “Non voglio farmi prendere in giro. Finché non c’è chiarezza su quanto accaduto, io non autorizzo nessuno a scendere dalla Diciotti: se qualcuno lo fa al mio posto se ne assumerà la responsabilità”. 

“O hanno mentito gli armatori – continua il ministro – denunciando aggressioni che non ci sono state, e allora devono pagare, o l’aggressione c’è stata, e allora i responsabili devono andare in galera”.

“Non abbiamo fretta di farli sbarcare – chiude Salvini – chi deve decidere ha tutto il tempo e gli elementi necessari per decidere”.

Attualmente i denunciati sono due, un ghanese e un sudanese, per minacce, violenza e dirottamento, ma la procura di Trapani sta aspettando i rapporti della squadra mobile e dello Sco – Servizio centrale operativo della polizia per decidere su eventuali provvedimenti.

Questa mattina era intervenuto sulla vicenda anche il sindaco di Trapani, Giacomo Tranchida. “Credo che un uomo della caratura politica di Salvini debba prendersela con quelli più grossi di lui – aveva dichiarato – C’è un problema che riguarda l’Europa, quindi solidarietà col governo se se la prende coi più forti e non coi più deboli, al netto di chi sbaglia paga”.

12 luglio, 2018

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR